Come eliminare un nido di vespe

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Talvolta può capitare, specialmente se viviamo in campagna, che delle vespe nidifichino all'interno della nostra abitazione, procurandoci non pochi problemi. Può accadere infatti che esse, nel momento in cui ci troviamo in prossimità del loro covo, si sentano minacciate e decidano di attaccarci. Per questo motivo, spesso risulta necessario eliminare il loro nido non appena ci accorgiamo della sua esistenza, anche al fine di evitare che aumenti eccessivamente di grandezza.

26

Oltre all'impiego del classico insetticida, un metodo molto efficace per risolvere questo problema prevede l'utilizzo di un contenitore di vetro o metallo all'interno del quale sarà necessario lasciar bruciare della carta, della paglia o comunque del materiale abbastanza secco e facilmente infiammabile. Una volta avviata la combustione, occorrerà chiudere il recipiente e, non appena il fumo lo avrà riempito completamente, sarà possibile rimuovere il coperchio in corrispondenza del nido di cui intendiamo liberarci. In questo modo le vespe risulteranno parecchio stordite e, seguendo il proprio istinto di sopravvivenza, scapperanno dal loro rifugio.

36

In seguito, nel momento in cui il nido risulterà disabitato, sarà possibile procedere alla rimozione vera e propria colpendolo, tramite l'ausilio di un bastone, fino a quando non si sarà staccato completamente dalla sua superficie di appoggio. Successivamente esso andrà posto all'interno di un sacchetto per essere poi bruciato o gettato via lontano dal luogo in cui si trovava in origine.

Continua la lettura
46

È possibile che le vespe, essendo animali piuttosto abitudinari, tornino a edificare nuovamente il loro covo nel punto dal quale era stato precedentemente rimosso, rendendo pertanto necessario l'utilizzo di alcune misure preventive finalizzate ad evitare che si verifichi una situazione del genere. Per questo motivo può risultare estremamente utile cospargere di insetticida, di zolfo, o di naftalina il luogo nel quale era localizzato il loro rifugio, in modo da creare un ambiente inospitale per la loro sopravvivenza e impedire che nidifichino.

56

Svolgendo questa serie di operazioni, per evitare indesiderate e dolorose punture, è necessario indossare, oltre ad abiti che coprano il corpo, protezioni adeguate che riparino mani e viso. Inoltre occorre muoversi sempre con cautela e in maniera delicata per non infastidire le vespe che, sentendosi eventualmente minacciate, potrebbero decidere di inseguirci e attaccarci. Invece, nel caso in cui il nido fosse troppo grosso e pertanto la rimozione risultasse eccessivamente rischiosa, è possibile richiedere l'aiuto dei vigili del fuoco che, con i mezzi adeguati, saranno in grado di risolvere in maniera veloce e definitiva il problema.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' consigliato eseguire le operazioni di rimozione all'alba o al tramonto, momenti della giornata durante i quali le vespe risultano meno attive.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come liberarsi delle vespe e dei relativi nidi

Come è noto, a differenza delle api, le vespe sono molto comuni nelle grandi città ed hanno l'abitudine di nidificare nei posti più impensati. Sono anche molto aggressive soprattutto se disturbate e questo è per noi sicuramente un problema se abbiamo...
Casa

Come allontanare api e vespe

Con l'arrivo dell'estate, tornano anche gli insetti. Alcuni sono fastidiosi, ma piuttosto innocui. Altri invece possono anche far male (o essere proprio pericolosi) come le api e le vespe. Vediamo in questa guida alcuni semplici metodi per allontanare...
Bricolage

Come realizzare un nido con la fascella di ricotta

Il nido è un luogo di rifugio costruito da molti animali per proteggere le proprie uova dai predatori. In genere è costituito da erba, ramoscelli o foglie. È possibile trovare nidi in diversi habitat, prevalentemente costruiti dagli uccelli. Esistono...
Giardinaggio

Antiparassitari naturali: come sceglierli

Gli antiparassitari naturali, utili per la salvaguardia delle piante, non presentano alcun tipo di sostanze chimiche e tossiche; pertanto, il loro utilizzo non reca alcuno danno né al fogliame né alle radici dei vegetali. Gli antiparassitari possono...
Giardinaggio

Come curare le piante affette da galle

Le galle delle piante sono escrescenze anomale provocate da insetti o da altri organismi come batteri, funghi e acari. Si tratta di formazioni tumorali che colpiscono le piante a vari livelli, radici, fusto, rami, foglie e fiori; in definitiva, tutte...
Giardinaggio

Come controllare la cocciniglia sulle piante all'aperto

Quando si parla di cocciniglia, si fa riferimento ad un insetto in grado di infettare le piante all'aperto e di diffondere l'infestazione alle piante circostanti. Si tratta di insetti che si nutrono del nettare delle piante o della linfa, uccidendolo....
Bricolage

Come realizzare un nido con uova come decorazione di pasqua

Alcune volte ci capita di perdere molto tempo girando per i vari negozi alla ricerca di un regalo unico e particolare per i nostri amici o parenti e spesso dopo tanta fatica per la ricerca il suo costo risulta anche molto elevato. Potremo quindi provare...
Cucito

Come realizzare una tovaglia con il nido d'ape

Motivo e bordatura ornamentale molto conosciuta fra gli amanti del cucito, è il punto a nido d’ape. Questo viene realizzato spesso in sartoria per creare movimenti ondulatori dall’effetto arricciato. Riducendo il tessuto, increspandolo e movimentandolo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.