Come eseguire correttamente la pinzatura di una pianta

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La pinzatura consiste nell'accorciamento dei germogli che si sviluppano in maniera eccessiva ed anomala. Questa metodologia si applica per infoltire la chioma del bonsai e si effettua durante la stagione vegetativa utilizzando la forbice lunga, oppure lo speciale defogliatore. Ciascuna specie di pianta necessita di una pinzatura diversa, come possiamo immaginare. Pertanto non è possibile, in questo contesto e con una sola guida, riuscire a dare delle indicazioni specifiche. Esiste un altro metodo di intervento che fa parte della potatura. Annoveriamo, ad esempio, la pinzatura oppure la pizzicatura, che viene effettuata mediante l'ausilio delle dita e serve a stimolare una vegetazione più compatta e piccola. Infatti questa tecnica stimola le gemme latenti presenti all'ascella delle foglie a germogliare, raddoppiando facilmente il fogliame della chioma. Questa maggiore produzione di foglie diminuisce, di fatto, la quantità di nutrimento a disposizione, con il risultato che i germogli secondari saranno ovviamente più piccoli. La pinzatura serve anche a mantenere la silhouette della vegetazione entro certi limiti del disegno, senza che i contorni della pianta divengono irregolari, e la si effettua sulle piante mature già impostate, ramificate e con un loro disegno definitivo. In questa semplice ed esauriente guida vi spiegheremo nella maniera più chiara e comprensibile possibile, come si può eseguire correttamente la miniatura di una pianta senza rivolgersi ad un esperto del settore.

26

Occorrente

  • Forbice lunga
  • Defogliatore
36

Generalmente la pinzatura deve essere effettuata durante il periodo di crescita vegetativa della pianta, e pertanto in un lasso di tempo che, per la maggior parte delle piante, è compresa tra la stagione primaverile e l'autunno. Sarà fondamentale che venga effettuata la pinzatura nel giusto periodo, con la finalità di impedire dei pericolosi indebolimenti a carico della pianta stessa. La tecnica per eseguire una corretta pinzatura è estremamente semplice e non necessita di particolari attrezzi. Vedremo, a seguire, come occorrerà procedere in tutta autonomia.

46

È tranquillamente possibile utilizzare delle forbici, ma anche avvalersi dell'ausilio delle proprie mani. Attraverso una leggera pressione delle dita, è necessario procedere con la rimozione dei germogli più giovani, nati nel periodo vegetativo, lasciando al massimo due o tre foglioline. Per staccare le foglie, occorre compiere un movimento secco, in grado di far staccare i germogli in maniera netta e decisa.

Continua la lettura
56

A seconda della grandezza della pianta e della densità della chioma, sarà possibile avvalersi di piccole forbici per arrivare nei punti più ostici. Dopo aver effettuato la pinzatura, non sarà affatto necessario alcun genere di trattamento concimante sulla pianta, se non quelli regolarmente previsti durante la stagione in cui ci si trova. Sarà opportuno, per concludere, che venga messo in pratica un'ulteriore accorgimento. Stiamo parlando di far passare, tra una pinzatura e l'altra, almeno un paio di mesi per impedire di provocare una fonte di stress troppo eccessiva alla pianta sulla quale si va ad agire. Per approfondire i concetti basilari ma fondamentali che abbiamo riportato in questa breve guida, vi invitiamo a consultare il sito internet allegato alla stessa.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come potare una pianta malata

Se siamo degli amanti del verde e possediamo un giardino o un bel balcone, possiamo adornarlo con bellissime piante che però dovremo curare costantemente. Ogni pianta ha bisogno di cure particolari e diverse dalle altre e per capire quali operazioni...
Giardinaggio

Come prevenire la morte di una pianta

Le cause di morte di una pianta sono originate da malattie di natura ambientale, da virus, insetti, funghi, da errate o inadeguate tecniche di coltivazione. Tutti questi "fattori di morte" sono spesso tra loro interconnessi. Non ne basta uno solo, cioè,...
Giardinaggio

Come tagliare il basilico dalla pianta

Il basilico è una pianta molto usata per condire diversi tipi di piatti, per dare più sapore ed arricchire la pietanza che si va a cucinare. Molto spesso usata per sughi e anche per la pizza, il basilico è una pianta che si trova piuttosto facilmente...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di ananas

L'Ananas è tra i frutti tropicali più mangiati ed apprezzati di sempre, è possibile trovarlo negli scaffali e nei banchi frutta di moltissimi supermercati, anche se molto spesso è meglio scegliere qualcosa di più fresco e genuino. L'Ananas è un...
Giardinaggio

Come travasare una pianta

Quando ci si dedica all'hobby del giardinaggio si devono possedere necessariamente tutte conoscenze che ci permettono di ottenere dei risultati davvero sorprendenti e inimmaginabili. Eseguire delle procedure senza le dovute conoscenza può comportare...
Giardinaggio

Come ottenere un buon rinvaso di una pianta

Se siamo degli amanti della natura e ci piacerebbe riprodurre un piccolo spazio di verde su un balcone o nel giardino della nostra abitazione, ma non conosciamo tutte le tecniche necessarie per curare correttamente i vari tipi di piante, non dovremo assolutamente...
Giardinaggio

Come fare la talea di una pianta

Quante volte hai pensato di clonare una pianta che ami particolarmente, ma non sapendo da dove iniziare, hai rinunciato subito? Questo tutorial ti permette di apprendere una tecnica denominata talea. Il termine indica un frammento di pianta, opportunamente...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta del limone

La pianta del limone, specialmente in primavera ed in estate, dona al cortile di casa oppure al terrazzo un profumo inebriante. Essa inoltre produce dei frutti ricchi di vitamine che vengono utilizzati in tantissime ricette di cucina oppure per tisane...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.