Come eseguire una Propaggine semplice

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se avete una pianta a cui siete particolarmente legati perché tramandata da generazioni nel vostro giardino, ed intendete quindi fare la stessa cosa in proiezione futura, è importante sapere che è possibile adottare la tecnica cosiddetta della propaggine. Si tratta come si evince dal nome stesso, di un'estensione del suo ciclo di vita. In riferimento a ciò, ecco una guida in cui spieghiamo come eseguire una propaggine semplice.

25

Occorrente

  • Pianta madre
  • Cesoie
  • Coltello
  • Terreno
  • Annaffiatoio
  • Ghiaino e materiale organico
35

Prima di tutto è importante sottolineare che durante il periodo invernale bisogna potare alcuni rami bassi appartenenti alla pianta madre, in modo che possano ben radicare e praticare la tecnica delle propaggine. In attesa che ciò avvenga, preparate il terreno intorno alla pianta preferibilmente nel periodo che va da fine inverno a primavera. Se necessario aggiungete anche del materiale organico, per far si che arieggi il terreno. Inoltre eliminate le foglie e le ricrescite laterali da un ramo giovane e vigoroso, e per una lunghezza di alcuni centimetri al di sotto della crescita apicale.

45

Portate il rametto a livello del terreno e segnate la sua posizione, possibilmente a circa 25 cm dalla punta. Adesso scavate un piccolo solco nel punto segnato, in modo che abbia un lato verticale all'estremità e profondo pochi centimetri, dopodiché risalite in pendenza verso la pianta madre. A questo punto, piegate il rametto ad angolo a una certa distanza dall'apice, e se necessario unite il fusto per favorire la radicazione. Fissatelo poi nel solco precisamente alla parte verticale, usando un gancio abbastanza robusto. Fatto ciò ricoprite il solco interrando il rametto, e lasciando solo la punta scoperta dopodichè assicuratevi di compattare ben il terreno circostante. Il rametto deve inoltre essere privato di luce sin dall'inizio, in quanto la condizione è ideale per favorire lo sviluppo delle radici che andranno poi ad ancorarsi nel periodo estivo.

Continua la lettura
55

A questo punto separate il fusto della propaggine dalla pianta madre utilizzando delle cesoie pulite e sterilizzate, e lasciate il rametto interrato in modo che diventi indipendente il prima possibile. Dopo circa 3 settimane tagliate la punta della nuova pianta, al fine di convogliare le risorse direttamente alle radici. Quando ciò avviene allora potete eseguire il trapianto, e far crescere la vostra amata pianta coltivandola con la stesso amore riservato a quella madre, e che grazie alla propaggine siete riusciti ad allungargli la vita vegetativa.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come riprodurre una pianta con il metodo della propaggine

Oggi esistono molte tecniche per far nascere delle piante. La tecnica della propaggine è una di queste (detta anche “margotta”) serve per la riproduzione di piante del tipo rampicante, oppure dei piccoli arbusti o piante da tenere in casa come il...
Giardinaggio

Come moltiplicare i garofani per talea e per propaggine

Ci sarà sicuramente capitato, se siamo degli amanti del verde, di voler provare a coltivare sul nostro balcone o nel nostro giardino tutte le piante che più ci piacciono. Tuttavia se non abbiamo mai coltivato nessuna pianta e non conosciamo tutte le...
Giardinaggio

Come eseguire le potature autunnali

La maggior parte delle piante richiede interventi di taglio e sfoltimento da eseguire proprio nei mesi autunnali. L'autunno è la stagione in cui gli alberi d'alto fusto, a foglia caduca e sempreverdi vengono sottoposti ad accurate potature. Nel seguente...
Giardinaggio

Come eseguire l'innesto a cuneo apicale del Glicine

Generalmente si ricorre all'innesto per poter dar vita ad una nuova e più forte pianta dalla pianta che già esiste. Per rendere più solido e dunque efficace ogni innesto generalmente dci si avvale dell'uso della rafia che consente di legare le due...
Giardinaggio

Come eseguire correttamente la pinzatura di una pianta

La pinzatura consiste nell'accorciamento dei germogli che si sviluppano in maniera eccessiva ed anomala. Questa metodologia si applica per infoltire la chioma del bonsai e si effettua durante la stagione vegetativa utilizzando la forbice lunga, oppure...
Giardinaggio

5 consigli per eseguire la pacciamatura

La pacciamatura di un terreno è una pratica diffusa sia nelle aziende agricole sia negli orti privati. Questa tecnica consiste nella copertura del terreno nel quale le piante crescono tramite materiali che mantengono la temperatura del suolo. Questa...
Giardinaggio

Come coltivare il gelsomino

Il gelsomino è una pianta molto diffusa in Italia. Basti pensare che nelle zone con clima temperato è usata anche per la realizzazione di siepi ornamentali. In effetti si fa notare sia per i suoi fiorellini bianchi a forma di stella, sia per il suo...
Giardinaggio

Come eseguire la pacciamatura

Cos'è la pacciamatura? In parole povere si può considerare come una coperta che tiene al caldo il terreno durante i periodi invernali, e lo protegge dal caldo durante quelli estivi. La pacciamatura per lo più viene usata per proteggere il terreno intorno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.