Come essiccare il peperoncino

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il peperoncino, conosciuto con il nome scientifico di Capsicum, è una pianta originaria delle Americhe giunta fino in Europa grazie a Cristoforo Colombo, nel 1493. Il peperoncino, vanta ad oggi moltissime varietà, dal gustoso e dolce peperone, alle varianti più piccanti e decorative. Il peperoncino deve il suo gusto inconfondibile e deciso ad una sostanza di cui è composto, ovvero la capsaicina. Inoltre, il peperoncino può vantare moltissime proprietà benefiche per l'organismo: è infatti, un potente antibatterico ed antiossidante, quindi oltre a rendere le pietanze ancora più gustose, senza dubbio sarà un valido aiuto anche per il proprio benessere. Per non rimanere mai senza, in questa guida, vi mostrerò come essiccare il peperoncino.

27

Occorrente

  • Peperoncini
  • Forno e teglia
  • Filo da pesca e ago
37

Innanzitutto, per realizzare un'essiccatura perfetta, bisogna tenere conto di alcuni fattori importantissimi: il clima gioca, infatti, un ruolo fondamentale nella sua corretta riuscita, così come il tasso di umidità, una buona ventilazione degli ambienti e le condizioni atmosferiche, tutti elementi determinanti. Procedete scegliendo accuratamente i peperoncini da essiccare. Tuttavia, vi ricordo di coglierli solo quando sono nel pieno della loro maturazione, ovvero quando il loro colore è brillante e compatto. Evitate quindi di utilizzare peperoncini che risultano danneggiati o con parti annerite.

47

Successivamente, scegliete invece il metodo più giusto, che in questo caso consiste nell'essiccare i peperoncini nel vostro forno di casa. Preriscaldate il forno a circa 80°C e nel caso sia ventilato 50°C andranno benissimo. Lavate e asciugate accuratamente i peperoncini, dopodiché tagliamoli per lungo in due parti, quindi poneteli su una teglia con la parte tagliata rivolta verso il basso. Lasciateli cuocere per circa 6-8 ore ricordando di lasciare il forno leggermente aperto. In questo modo, lascerete fuoriuscire tutta l'umidità in eccesso. Quando i vostri peperoncini si saranno scuriti, la cottura sarà ultimata.

Continua la lettura
57

Se l'ambiente dove risiedete è, invece, caldo e secco, allora potete procedere all'essiccatura all'aria aperta. Procuratevi un filo da pesca, in alternativa uno spago resistente andrà benissimo, ed un ago, quindi realizzate un cappio ad una delle due estremità; in questo modo, eviterete che i peperoncini scivolino via e una volta terminato il procedimento saranno subito pronti per essere appesi. Procedete cucendo letteralmente i peperoncini: cercate di far passare l'ago ed il filo nel centro di ogni peperoncino. A questo punto, non vi resta che appendere il vostro mazzetto di peperoncini in una zona ben ventilata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate sempre di indossare dei guanti a protezione delle mani, se maneggiate peperoncini particolarmente piccanti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come essiccare la ricotta

Se abbiamo acquistato un bel po di ricotta fresca ed intendiamo conservarla a lungo, l'unico rimedio è di essiccarla. La ricotta, come ben sappiamo, è un alimento leggero, molto digeribile e con poche calorie, infatti è consigliata a tutte quelle persone...
Casa

Come fare uno spray repellente al pepe di caienna

Lo spray al peperoncino ormai è diventato un famoso strumento per l'autodifesa.Non provoca danni irreparabili, ma solo un bruciore momentaneo agli occhi che passa in un tempo limitato.In commercio è abbastanza facile trovarlo, sopratutto nei grandi...
Casa

5 modi per utilizzare i fiori di lavanda freschi e secchi

Molti fiori ed elementi naturali vengono spesso usati per creare profumi e fragranze, sfruttando le proprietà dei fiori. Tra questi la lavanda è uno di quelli più usati, sia per prodotti naturali che per detersivi industriali, ma soprattutto nella...
Casa

Come conservare i petali di rose

I petali di rosa sono i componenti più belli ed ambiti della pianta. Tipicamente rotondi o ovali, i petali di rosa sono di tessitura setosa, spesso anche commestibili, e sono disponibili in un assortimento di colori (rosa, rosso, bianco, giallo ed arancio)....
Casa

Come realizzare un deodorante per l'auto con fiori secchi

L'automobile, per molti guidatori, è un piccolo tempio personale. Un luogo dove sentirsi al sicuro, a proprio agio, in cui isolarsi dal mondo esterno. L'auto è un mezzo di trasporto ma anche un posto personale. In auto possiamo rilassarci, mentre viaggiamo...
Casa

Come costruire una lampada di legno

Oggi tutte le case che seguono un design innovativo si arredano di pezzi d'arredamento speciali e una lampada in legno costituisce proprio un pezzo davvero interessante, soprattutto se realizzata interamente da un vero legno di quercia. Vediamo come costruire...
Casa

Idee a basso costo per decorare la casa

A tutti di noi piacerebbe avere una casa di aspetto gradevole ma, spesso, siamo costretti a fare i conti con le innumerevoli spese che riducono il nostro budget e, alla fine dei conti, ci rimane troppo poco da poter dedicare alle decorazioni. Se questa...
Casa

Come fare un insetticida in casa

Chi ha il pollice verde o semplicemente chi ama la natura conosce bene il fastidio e il pericolo degli insetti, che possono danneggiare le piante, portandole anche alla morte. Per risolvere questo problema, in commercio esistono vari tipi di insetticida...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.