Come essiccare la camomilla

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La camomilla è una pianta officinale con fiori simili a margherite. È molto conosciuta per le sue proprietà rilassanti ed antinfiammatorie. Si tratta di un infuso delicato e lenitivo adatto anche ai bambini e ottimo per alleggerire le tensioni addominali causate da stress o da ciclo mestruale. È molto facile ottenere la camomilla, basta entrare in un qualunque supermercato per trovarne bustine da infusione o liofilizzate. Le bustine che comperiamo sono sicuramente buone e conservano senza dubbio le proprietà del fiore ma, la camomilla che le nostre nonne raccoglievano nei campi e lasciavano ad essiccare, sono cosa ben diversa. Questo vecchio metodo conserva intatti il profumo intenso e tutto il sapore del fiore. Vediamo in questa breve guida come essiccarla.

24

Ovviamente la prima cosa da fare è una bella passeggiata nei campi alla ricerca di un bel po' di camomilla. Raccogliamola lasciando lo stelo ad una lunghezza media, raccogliere soltanto il fiore ci renderà le cose più difficile nelle fasi successive. Tornate a casa prepariamo una base di legno sulla quale stendere un vecchio lenzuolo. La stoffa assorbirà l'umidità rilasciata dalla camomilla favorendo l'essiccazione. Posizioniamo la base in un punto del nostro giardino o su un terrazzo, l'importante è che sia uno spazio molto assolato.

34

Torniamo alla camomilla che abbiamo raccolto. Puliamo gli steli eliminando le foglioline e facciamo particolare attenzione all'eventuale presenza di insetti. Si tratta della fase più faticosa in quanto la pulizia dei fiori richiede un bel po' di tempo ma, una volta completata questa operazione sarà tutto in discesa. Stendiamo la camomilla pulita sulla base di legno stando accorte a non creare mucchietti. Il sole deve poter fare il suo lavoro su ognuno dei nostri preziosi rametti. Molto molto importante è ricordare di mettere la camomilla in casa appena il sole tramonta. Nelle ore serali la temperatura diminuisce e si forma l'umidità che, posandosi sulla camomilla, potrebbe inficiare il lavoro fatto dal sole durante il giorno. Potete facilitarvi il compito semplicemente unendo i quattro angoli del lenzuolo ed annodandoli a formare un sacchetto, il mattino seguente non dovrete fare altro che sciogliere il nodo e stendere il lenzuolo e la camomilla. L'esposizione dovrà andare avanti per almeno due o tre giorni.

Continua la lettura
44

Ad essiccazione completata formate dei piccoli mazzetti ripiegando gli steli su loro stessi per un paio di volte. Con uno degli steli effettuiamo un paio di giri intorno al mazzetto ottenuto e fissiamolo con un piccolo nodo. Se preferite dare una nota di sapore in più, potete annodare una fogliolina di alloro (che avrete precedentemente essiccato) insieme alla camomilla. Il vostro lavoro è finito ora non vi resta che mettere a bollire un po' di acqua ed immergervi uno dei mazzetti per qualche minuto. Vi gusterete una delle camomille più buone che avete mai assaggiato. Vi consiglio di conservare i mazzetti in un sacchetto di carta, questo eviterà il formarsi di umidità e manterrà la freschezza e l'aroma della vostra camomilla.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Camomilla: coltivazione in vaso

Sempre più italiani adorano decorare il loro terrazzo con delle erbe aromatiche, grazie alla facilità di coltivazione e all'opportunità di utilizzarle in cucina o come soluzioni naturali. Generalmente le erbe aromatiche si adattano bene alle diverse...
Giardinaggio

Come coltivare la camomilla

Se siamo degli amanti del verde e vogliamo coltivare alcune particolari piante sul nostro balcone o nel giardino della nostra casa, ma non sappiamo come fare, non dovremo assolutamente preoccuparci perché su internet sono presenti numerosissime guida...
Giardinaggio

Come essiccare fiori recisi per composizioni

In questo articolo, vogliamo parlarvi di un argomento molto bello ed anche del tutto profumato. Stiamo parlando di come poter essiccare nella maniera corretta e veloce, i fiori recisi, per creare delle bellissime composizioni. Sono veramente in tanti,...
Giardinaggio

Come far essiccare le fragole

Eccoci qui, pronti per proporre una nuova guida, veramente molto utile ed anche interessante. Nello specifico vogliamo imparare come e cosa occorre far, per essiccare al meglio la frutta, che siamo soliti consumare in casa. In particolare, siamo veramente...
Giardinaggio

Come essiccare le ortensie

Le ortensie sono tra i fiori più amati e presenti nei nostri giardini e balconi. Se desideriamo essiccarle per creare un grazioso elemento d'arredo per la nostra casa il procedimento non è difficile. Una volta essiccate, le ortensie potranno essere...
Giardinaggio

Come essiccare i funghi

Il fungo viene considerato un perfetto alimento che, qualora venisse cucinato in maniera corretta, arricchirebbe le ricette fornendogli un tocco di originalità e sapore in più: esistono vari generi di funghi in natura e, secondo la propria variante,...
Giardinaggio

Come essiccare e conservare le cipolle

Le cipolle sono piante biennali. Inizialmente concentrano la loro forza nel far crescere le foglie, poi in tarda primavera, quando si raggiunge una certa lunghezza del giorno, danno inizio al processo di formazione del bulbo, che è la porzione della...
Giardinaggio

Come essiccare la menta

Quando arrivano le stagioni fredde le erbe aromatiche, come la menta, deperiscono e si rovinano per cui ogni estate bisogna comprarle e piantarle in un posto assolato. Queste erbe sono utilizzate per rendere i piatti colorati, freschi e saporiti. La menta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.