Come Estirpare Un Ceppo

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Se già un bel giardino non prescinde dalla presenza di alberi e/o alberature, figuriamoci un orto che si rispetti. Tuttavia, per queste un tempo rigogliose e produttive creature, a prescindere dalla specie utilizzata e dai fini dell'impianto, arriverà comunque il momento della rimozione; vuoi per motivi fitopatologici, vuoi per motivi fisiologici (età) o semplicemente organizzativi. Ma dopo il taglio di un tronco come si possono estirpare facilmente il ceppo?

27

Occorrente

  • Badile, accetta, sega, motosega
37

Scava attorno alle radici. Usa una pala per eliminare la terra ed esporre le radici sottostanti. Lavora intorno alla circonferenza del ceppo ed elimina anche il terreno sotto il sistema radicale per esporle il più possibile. Una volta messe a nudo le radici, tagliale, a seconda della dimensione, con una cesoia, un seghetto, una accetta o una motosega. Procedi sino a liberare l'intero ceppo, estrai le radici e, facendo leva con la pala, scalza finalmente il ceppo. Procedi infine a ricoprire la buca così creatasi.

47

Brucia il ceppo. Un'altro metodo consiste nell'accendere un falò sul ceppo stesso attorniandolo di stocchi cui poi darete fuoco. Le fiamme andranno alimentate per diverse ore sino a quando l'intero ceppo, fin sotto il terreno, non sarà consumato. Elimina la cenere e riempi la buca con terreno nuovo.

Continua la lettura
57

Brucia il ceppo con sostanze chimiche. Per non dover aspettare ore si possono usare prodotti a base di nitrato di potassio. Questi, iniettandoli nel ceppo e lasciandoli agire per un paio di settimane, decompongono ne il legno. È importante seguire scrupolosamente le istruzioni contenute in etichetta sul prodotto. Terminato il periodo d'azione si passa a spaccare in stocchi il ceppo ed a bruciarne i resti sopra affinché anche le radici vengano bruciate. In seguito si elimina la cenere e si ricopre la buca con terreno fresco.

67

Eradica il ceppo. Se il ceppo è molto grande bisogna scavare tutt'attorno per scoprire il più possibile le radici e utilizzare un veicolo a motore, possibilmente un trattore. Avvolgi una catena sufficientemente grossa e lunga attorno al ceppo e assicurala al gancio del trattore, inserendo la marcia più bassa incomincia a tirare lentamente. Presta attenzione acché la catena in tensione non si trasformi in una pericolosa frusta scivolando via dal ceppo.

77

Chiedi aiuto a madre natura. Se non hai fretta un altro metodo è quello di far disgregare il legno dall'edera. Col trapano fai dei grossi buchi nel tronco, inserisci dei rametti di edera provvisti di radici e rincalza i buchi con terriccio. L'edera ricoprirà il tronco e lo disgregherà gradualmente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come rimuovere i ceppi degli alberi

Eliminare i ceppi degli alberi è un tema molto sentito dopo aver potato un albero, riordinato un giardino ma anche dopo le giornate ventose. Le possibili soluzioni sono diverse e a secondo dell’entità dei ceppi da eliminare si possono rilevare impegnative...
Giardinaggio

Come eliminare i rovi definitivamente

Per voi lettori appassionati di giardinaggio, la cura del giardino, piante e affini è sicuramente un piacere. Un piacevole passatempo che necessita di alcune attenzioni, di tempo, e che talvolta può rivelarsi un hobby tutt'altro che semplice. Vi capiterà...
Giardinaggio

Come eliminare le infestanti dal prato

Tutti i possessori di un giardino, prima o poi, si ritrovano a dover affrontare il problema delle piante infestanti, che oltre a minare l'estetica del prato, ostacolano la crescita delle altre piante. Nei seguenti passaggi, vi fornirò alcuni consigli...
Giardinaggio

Come Liberare Il Giardino Dalla Gramigna

La gramigna è un'erba infestante provvista di un lungo stelo strisciante, sottile e robusto, che propagandosi si radica dando così luogo a nuovi individui. La gramigna è comune nei terreni incolti ma lo è anche nei giardini, dove può rovinare ortaggi...
Giardinaggio

Come eliminare le erbacce e foglie secche dal vostro giardino

Nel nostro giardino troviamo, quasi sempre, delle erbacce stagionali e molte foglie secche che cadono abbondantemente dagli alberi, specialmente durante il periodo autunnale, ricoprendo prati e pavimentazioni e rendendo in questo modo l'estetica dell'ambiente...
Giardinaggio

Come mantenere il giardino sempre pulito

In questo articolo vogliamo dar una mano a capire ed imparare come poter mantenere del tutto e sempre ben pulito, il proprio giardino, affinché sia unico ed anche speciale, nel suo genere! Il giardino è una parte della casa che ha bisogno di cure frequenti,...
Giardinaggio

Gli errori più comuni nella potatura del pompelmo

Gli alberi di pompelmo (Citrus paradisi) molto raramente necessitano di potatura, specie quando sono piantati nel contesto domestico. Si pensi che più sono le foglie che questi alberi sempreverdi detengono, più sarà elevata la produzione di frutti,...
Giardinaggio

Come togliere le erbacce con il diserbante termico

Il giardinaggio è un hobby che richiede parecchia competenza e soprattutto parecchia dedizione. Infatti quando ci prende cura del verde non bisogna mai trascurare le proprie piante. Questo potrebbe compromettere in maniera più o meno grave la salute...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.