Come estrarre dei chiodi da tavole di legno o dal muro

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Gli amanti del bricolage sapranno quanto è facile piantare un chiodo in modo errato dentro una tavola di legno. Gli errori sono sicuramente di varia natura: l'oggetto di metallo potrebbe infatti piegarsi e dunque essere impossibilitato a continuare la penetrazione nel materiale in maniera completa, o ancor più semplicemente si può solo aver sbagliato il punto. Seguendo i consigli presenti nella guida che segue sarete non solo in grado di estrarre i chiodi dalle tavole o dal muro questione, ma avrete anche la possibilità di rimetterlo nuovamente nel caso in cui questo sia stato danneggiato. Vediamo insieme come procedere.

26

Occorrente

  • Tenaglia, martello, superficie di legno.
36

Nell'estrazione del chiodo l'attrezzo più indicato è sicuramente la tenaglia comune che funge da leva una volta impugnata nella parte inferiore delle braccia. Durante l'estrazione del chiodo la tenaglia non va mossa lateralmente in su ed in giù, fate dunque attenzione e poggiatela sulla parte incurvata di una delle guance, facendola roteare verso la superficie di lavoro. La forza utilizzata per estrarre il chiodo dipende da quanto in profondità la tenaglia afferra lo stesso: la forza sarà minore se riuscirete ad afferrarlo più in fondo. Ripetete l'operazione e il movimento rotatorio più volte. Non cercate di rimuovere il chiodo una sola volta soltanto o non otterrete i risultati desiderati.

46

Nel caso in cui il chiodo fosse inserito molto in profondità conviene usare il tirachiodi, che ha un maggiore effetto di leva. Non è consigliato riutilizzare chiodi piegati, questi infatti hanno ormai perso la loro forma e sono molto facili da danneggiare nuovamente, in caso di necessità è però possibile cercare di raddrizzarli. Dovrete poggiare il chiodo in questione su di una superficie piana. La parte piegata va posta in modo tale che risulti alzata. Iniziate a colpire la stessa tenendo ben ferma la testa, finché non sarà del tutto sistemato il chiodo.

Continua la lettura
56

Per poter sistemare la testa del chiodo poggiatela su di un supporto in legno e tenete saldamente il chiodo, in modo tale da non danneggiare il piano di lavoro e non farvi male alle dita con la pressione esercitata durante i colpi. Per infiggere chiodi parecchio piccoli, difficili da tenere in mano, potete aiutarvi con una striscia di cartone appositamente sagomata. La tenaglia a braccia allungate è molto più indicata per l'estrazione dei chiodi: le braccia hanno infatti un migliore effetto di leva. Usare un supporto è consigliato per evitare danni sulla superficie del pezzo. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non cercate di rimuovere il chiodo una sola volta soltanto o non otterrete i risultati desiderati.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come Estrarre I Fisher Dal Muro

La manutenzione della casa è fondamentale se si desidera mantenerla sempre perfettamente efficiente e pulita. I lavoretti da fare sono sempre tantissimi, sia piccoli e semplici che gravosi e complicati. Nella seguente guida vi sarà spiegato come estrarre...
Casa

Come estrarre un termosifone dal muro

Se siete in procinto di ristrutturare la vostra casa e avete la necessità di rifare anche l'impianto del riscaldamento, sarà sicuramente necessario smontare i vecchi termosifoni in modo tale da poter installare quelli nuovi. L'operazione che bisogna...
Casa

Come fissare il battiscopa al muro

Fissare un battiscopa al muro non è un procedimento complesso ed è importante per funzioni protettive ed estetiche della parete. Vi sono principalmente due modi per farlo: tramite viti o colla. In genere il battiscopa è fatto in legno, ma lo si può...
Casa

Come appendere senza bucare il muro

Appendere qualcosa al muro senza necessariamente doverlo bucare non è così difficile come si potrebbe pensare, ne impossibile. In ogni casa è presente almeno un quadro, un attaccapanni, delle mensole, o qualsiasi altra cosa richieda di essere appesa...
Casa

Come eliminare una cassaforte a muro

Le casseforti sono utili per mettere a sicuro oggetti preziosi (come l'oro) oppure soldi. È proprio per questo motivo che sono tra gli oggetti che la maggior parte delle persone desidera. Tuttavia ci sono anche persone che se ne vogliono disfare per...
Casa

Come e dove fissare chiodi sulle pareti

La maggior parte dei lavori, sia che siano dei lavori di casa, di falegnameria, di costruzione in generale, prevedono il fissaggio di vari elementi tra loro tramite l'utilizzo di collanti, e altri materiali innovativi che garantiscono un ottima tenuta...
Casa

Come applicare una cornice al muro

Ogni cornice è costituita da una diverse strutture: si ha uno scheletro, solitamente rettangolare e in legno, che racchiude al suo interno un quadro, e degli elementi decorativi realizzati in gesso, oppure in materiali più moderni come il poliuretano,...
Casa

Come appendere un quadro senza fare buchi al muro

Appendere un quadro ad un muro è un’operazione relativamente semplice, basta infatti un chiodo ed un martello ed il gioco è fatto. Ma se non è possibile fare buchi alle pareti, perché realizzati in materiali troppo duri o la superficie non permette...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.