Come facilitare la germinazione

Tramite: O2O 26/04/2021
Difficoltà: media
18

Introduzione

Gli amanti delle piante, devono cercare di fare di tutto per mantenerle sane e farle crescere belle e rigogliose. Tutte le cure che si danno a questi tesori della natura sono ripagate generosamente dalla loro fioritura ed il loro tripudio di profumi e colori. Nel caso in cui si voglia favorire la germinazione dei semi, si deve tenere presente che è possibile usare diversi metodi, tutti ugualmente efficaci. In questa guida, passo dopo passo, illustrerò alcuni semplici accorgimenti su come facilitare la germinazione dei semi. Così facendo, sarà possibile migliorare la qualità del proprio angolo verde, ottenendo dei risultati a dir poco eccellenti.

28

Occorrente

  • Calzino di cotone
  • Panno
  • Contenitore di polistirolo
  • Spruzzino
  • Acqua calda
  • Carta da cucina
  • Pellicola trasparente per alimenti
38

Utilizzare un calzino di cotone

Uno dei metodi più semplici ed efficaci per favorire la germinazione dei semi consiste nel metterli all'interno di un semplice calzino di cotone. Il calzino deve essere prima di tutto pulito e successivamente lavato. Dopo avere inserito i semi, si dovrà umidificarlo con uno spruzzino pieno di acqua distillata a temperatura ambiente. Attendere il tempo necessario e non appena ci si rende conto che i germogli dei semi sono spuntati e tendono ad uscire dalle maglie del calzino, toglierli con delicatezza e metterli immediatamente a dimora. Questo è uno dei metodi più veloci e soprattutto efficace per dare una mano ai semi in modo da farli germogliare più in fretta. Bisogna comunque sapere che, oltre all'utilizzo del calzino di cotone, ci sono altri metodi altrettanto validi che verranno spiegati nei passaggi successivi.

48

Utilizzare una vaschetta di polistirolo

Un altro metodo molto valido per favorire la germinazione è il seguente. Si deve prendere una vaschetta di polistirolo (eventualmente è possibile riciclare quella del gelato dopo averla lavata) e foderarla con della carta da cucina. Bagnare la carta con un po' di acqua di rubinetto non troppo fredda e quindi depositare in maniera omogenea i semi sul fondo della vaschetta. Successivamente, si dovrà coprire il tutto con la pellicola trasparente per alimenti ed appoggiare la vaschetta sopra una qualunque fonte di calore come il termosifone od un elettrodomestico. Attendere il tempo necessario affinché i semi possano germogliare.

Continua la lettura
58

Inumidire il terreno con acqua calda

In alternativa è anche possibile usare un altro metodo che funziona molto bene. Il tutto consiste nell'inumidire il terreno con acqua abbastanza calda per poi drenare il terreno in modo che i semi abbiano modo di respirare. Essi non devono mai restare nell'acqua stagnante, perché altrimenti potrebbero marcire. Fare sempre molta attenzione alla temperatura dell'acqua, in quanto le temperature troppo basse sono piuttosto dannose per i semi. Se non si ha intenzione lasciare i semi nel terreno per troppo tempo, è possibile toglierli dopo qualche giorno e deporli in uno straccetto umido, fino all'avvenuta germinazione.

68

Applicare il sistema della scarnificazione

Per agevolare la germinazione dei semi, si può tranquillamente applicare il cosiddetto sistema della scarnificazione. Quest'ultimo non è altro che l'insieme di tutti quei trattamenti in grado di incrinare, rompere alterare o semplicemente rendere permeabile all'acqua gli involucri del seme per fare in modo che sia ancora più germinabile. La scarnificazione può essere effettuata per via meccanica, per via chimica oppure utilizzando acqua calda ad una temperatura variabile fra i 75 e i 100 gradi, ricorrendo se necessario a temperature ancora più alte attraverso il fuoco diretto.

78

Applicare la tecnica della stratificazione

La germinazione dei semi inoltre, può essere favorita anche tramite la tecnica della stratificazione. Si tratta di un procedimento che ha lo scopo di ottenere un buon risultato per quel che riguarda la dormienza del seme, ricorrendo a temperature piuttosto basse. La stratificazione generalmente viene applicata alternando agli strati del seme il terreno umido per un periodo che va da minimo un mese ad un massimo di quattro mesi. Inoltre, la stratificazione stessa, si può fare all'aperto, avvalendosi dell'utilizzo di fosse profonde alcuni metri o, in alternativa, dei letti rialzati, il tutto per far sì che il seme possa essere protetto dai rischi di essiccamento, congelamento o dagli attacchi dei roditori. Nel caso della stratificazione al chiuso, si prendono degli appositi contenitori e si immergono in acqua i semi, mescolandoli con il terreno che sia in grado di trattenere l'umidità per il tempo strettamente necessario.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non innaffiare mai i semi in modo eccessivo per evitare che si sfaldino.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come scarificare i semi

Chiunque possegga un giardino o un piccolo cortile in cui seminare, per coltivare frutta, verdura, ortaggi, si sarà sicuramente interessato al tema della germinazione, cercando di renderla più veloce e naturale possibile. Questa guida, infatti, fornirà...
Giardinaggio

Come Coltivare Le Ipomee

Le piante rappresentano il modo migliore per abbellire la propria casa, ma non solo. Molte persone ne sono appassionate, e vorrebbero poter coltivare le specie più rare e belle. Tra queste possiamo trovare le Ipogee. Appartenenti alla famiglia delle...
Giardinaggio

Come piantare un albero partendo dal seme

Piantare e coltivare gli alberi da seme può essere una delle attività di giardinaggio più gratificanti, anche se i semi di un albero spesso richiedono un po' più di preparazione in più rispetto a quelli dei fiori e delle piante più comuni. Nella...
Giardinaggio

Come combattere l'antracnosi

Se avete deciso di coltivare delle piante, dovete mettere in preventivo che sono soggette all'attacco di svariati tipi di parassiti e che spesso le danneggiano irrimediabilmente. L'antracnosi è infatti, una malattia causata da svariati funghi e se si...
Giardinaggio

Come coltivare la luffa o spugna vegetale

La luffa è una pianta molto particolare che produce un frutto dal quale si ricava una spugna. Basterà piantare il seme di un tipo di zucchina per ottenere spugne vegetali, del tutto naturali. La pianta appartiene alla famiglia delle cucurbitacee, proviene...
Giardinaggio

Come seminare e preparare i semi delle piante

Le piante vengono impiegate principalmente per arredare con gusto, eleganza e raffinatezza un qualsiasi ambiente abitabile. Foglie e fiori conferiscono all'insieme vivacità e colore. Alcune specie ornamentali richiedono particolari attenzioni tra innaffiature,...
Giardinaggio

Errori da evitare nella semina a spaglio

Se nella lista delle nostre cose da fare troviamo la voce orto, in questo caso prima di cominciare i lavori dobbiamo aver ben chiaro il procedimento in maniera tale da non incorrere poi in gravi errori. Per quanto riguarda la tipologia di semina ad esempio,...
Giardinaggio

Come coltivare il fiore di Loto

Il fiore del Loto è una bellissima pianta, simbolo delle culture orientali dove viene coltivato sin dall'antichità. Per l'Induismo e e il Buddhismo rappresenta un vero e proprio fiore sacro, infatti è proprio nei templi che troviamo grandi vasche colme...