Come Far Essiccare L'Argilla

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Quando si parla di argilla, si fa riferimento ad una tipologia di sedimento che si trova in natura sotto forma di granuli finissimi. I minerali che si trovano in questa polvere dal colore biancastro fanno parte della categoria dei fillosilicati. Si tratta fondamentalmente di silicati che hanno una struttura cristallina tetraedrica regolare. Questo materiale si utilizza in diversi modi, specialmente come materiale scultoreo o in qualità di cosmetico naturale.
L'argilla, al momento dell'essiccazione, deve subire un particolare trattamento che non tutti conoscono. Nei passi a seguire, vedremo come far essiccare l'argilla in modo corretto, cercando di apprendere un metodo efficace e non troppo complesso.

27

Occorrente

  • Argilla
  • Telo
  • Aria calda
  • Rispetto dei tempi di asciugatura
37

Attendere con pazienza

Per far essiccare l'argilla, bisogna tener conto di due fasi. Inizialmente, il grado di umidità e contrazione della terra sono piuttosto bassi. Per questo motivo, la prima fase di essiccazione deve essere piuttosto lenta.
Se avete realizzato una scultura o un vaso in argilla, copritelo con un telo o con un sottile foglio di plastica per favorirne l'asciugatura. Il corpo centrale di un qualunque oggetto che avrete creato, si essiccherà in modo graduale, a partire dai punti più esterni.
Fate caso alla colorazione dell'argilla quando ancora deve iniziare ad asciugarsi. Da qui potrete individuare il grado di umidità che risiede nel manufatto.

47

Coprire l'oggetto

Le giunture e le estremità di un prodotto in argilla, come ad esempio i manici e i beccucci, tendono a seccarsi molto più velocemente rispetto al corpo principale dell'oggetto stesso. Anche le parti più sottili si asciugano rapidamente.
Per favorire un'essiccazione omogenea, è opportuno coprire l'oggetto in ogni sua parte. In questo modo anche le parti più spesse potranno seccarsi completamente.
Mentre attendete la totale asciugatura del vostro lavoro a base di argilla, controllate l'uniformità della superficie e la consistenza dell'oggetto in toto.
In fase di essiccazione, cercate di non esercitare pressioni sull'oggetto, altrimenti rischierete di creare piccole crepe o addirittura di deformare la superficie.

Continua la lettura
57

Verificare il colore

Se l'argilla che compone il vostro manufatto ha perso quasi del tutto la sua plasticità, allora vi trovate nella seconda fase relativa all'asciugatura. Ora dovrete scoprire l'oggetto ed esporlo ad una fonte di aria calda per portare a compimento il processo di essiccazione dell'argilla.
Un prodotto perfettamente asciutto avrà un colore più chiaro rispetto a quello che aveva all'inizio e sarà molto più solido e resistente.
Se volete assicurarvi di aver fatto essiccare l'argilla in modo corretto, potrete anche collocare il vostro oggetto nel forno. L'aria calda che sprigionerà l'elettrodomestico andrà a completare l'asciugatura, eliminando ogni traccia residua di umidità.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non anticipate mai i passaggi di lavorazione ma consentite all'argilla di seccarsi completamente prima di dipingere il vaso o la scultura.
  • Per ultimare l'essiccazione, collocate l'oggetto in argilla nel forno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come dipingere i vasi di argilla

L'argilla è una terra che viene estratta dalle cave e viene messa a stagionare per un anno. Trascorso l'anno di stagionatura, viene filtrata per essere lavorata. Una volta creati gli oggetti con questo materiale, si lasciano essiccare, per poi passare...
Bricolage

Come realizzare un bassorilievo con l'argilla

Il bassorilievo è una particolare tecnica scultorea caratterizzata dal fatto che le figure che lo compongono sono sopraelevate rispetto allo sfondo, ma non ne sono staccate. Storicamente questa tecnica sia stato principalmente utilizzata per il bronzo...
Bricolage

Come riciclare la creta e l'argilla

Quando capita di avere in casa dei materiali che andrebbero gettati via, possiamo prendere in considerazione l'idea di poter dare una nuova vita a quest'ultimi. La tecnica del riciclo infatti ci consente di poter ottenere e realizzare qualcosa di veramente...
Bricolage

Come realizzare l'argilla refrattaria

L'Argilla è un sedimento ottenuto dall'alterazione di rocce. L'Argilla è composta principalmente da allumino-silicati. È un materiale altamente malleabile se idratata e adatta ad essere lavorata. Dopo un intenso riscaldamento diventa permanentemente...
Bricolage

Come lavorare l'argilla

L'argilla è un materiale assolutamente versatile. Sin dall'antichità i suoi utilizzi sono stati tra i più vari, dalla cosmetica alla produzione di ceramiche. Questo perché l'argilla è un composto minerale che nel momento in cui viene idratato diventa...
Bricolage

Come realizzare un vaso con l'argilla

L'argilla è un sedimento fine costituito da silicati ed alluminio. Ma complessivamente tutti i minerali che la compongono sono definiti minerali argillosi. Grazie a questi, l'argilla ha la capacità di assorbire l'acqua e di fissare cationi. Tutto ciò...
Bricolage

Come essiccare fiori e foglie in vaso e su graticci

Senza dubbio il modo più veloce per essiccare i vegetali in generale è sicuramente quello di metterli all'aria. È possibile infatti effettuare l'operazione in vaso o su graticci. Questo è un metodo davvero molto semplice e abbastanza veloce, che dà...
Bricolage

Come Realizzare Lavori In Rilievo Sull'Argilla

La modellazione è un'attività artistica incentrata sull'uso delle mani. Esistono moltissimi utensili per lavorare l'argilla: taglierini, spugne, pennelli, fili d'acciaio, stecche di legno e così via. Insieme a questi si possono usare anche alcuni oggetti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.