Come Far Sopravvivere Le Roselline In Casa

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La rosa, della famiglia delle rosaceae, è un genere che comprende circa 150 specie, suddivise in numerose varietà con infiniti ibridi e cultivar, originarie dell'Europa e dell'Asia, di altezza variabile da 20 cm a diversi metri, comprende specie cespugliose, sarmentose, rampicanti, striscianti, arbusti e alberelli a fiore grande o piccolo, a mazzetti, pannocchie o solitari, semplici o doppi, frutti ad achenio contenuti in un falso frutto (cinorrodo); le specie spontanee in Italia sono oltre 30, di cui ricordiamo la rosa canina (la più comune), la rosa gallica (poco comune nelle brughiere e luoghi sassosi), la rosa glauca (frequente sulle Alpi), la rosa pendulina (comune sulle Alpi e l'Appennino settentrionale) e la rosa sempervirens. Il nome generico deriva dal latino rosa, con tradizione dotta o semidotta (assenza di dittongo ascendente -uo- e pronuncia sonora della -s- anche nella parlata toscana), forse perché la tradizione della coltivazione di rose si era interrotta nell'Alto Medioevo ed era iniziata di nuovo in età carolingia. Nei passi della guida a seguire sarà illustrato come far sopravvivere le roselline in casa.

24

Coltivare le rose

La rosellina è impiegata come pianta ornamentale nei giardini, per macchie di colore, bordure, alberelli, le sarmentose o rampicanti per ricoprire pergolati, tralicci o recinzioni, le specie nane dalle tinte brillanti e con fioriture prolungate per la coltivazione in vaso sui terrazzi o nei giardini rocciosi. Industrialmente si coltivano le varietà a fusti eretti e fiori grandi, per la produzione del fiore reciso, che occupa in Italia circa 800 ettari, localizzati per oltre la metà in Liguria, il resto in Toscana, Campania e Puglia.

34

Potare e annaffiare costantemente

Quando la pianta perde tutti i fiori e le foglie, taglia i rami fino ad un centimetro appena dalla terra e lasciala a riposo in un posto che non sia troppo luminoso e caldo; annaffia le roselline costantemente ma più di rado rispetto alla frequenza quotidiana. Ricorda che è importantissimo che la terra sia sempre umida e non si secchi troppo: in questo modo a primavera potrai vedere le foglie tornare e la tua pianta tornerà a fiorire.

Continua la lettura
44

Esporre la piantina alla luce diretta

La cosa migliore per una pianta di roselline è di essere espiantata e messa in un'aiuola di giardino, perché si tratta di una pianta da esterno. Se però fa piacere tenerla in casa, è necessario innanzitutto che sia in un ambiente fresco, non in una delle stanze più calde. Deve essere anche un posto luminoso; la piantina non deve essere esposta alla luce diretta perché la farebbe appassire anzitempo. Annaffia la pianta ogni giorno, badando ad usare un filino di acqua diretta dal rubinetto a bassa pressione. Rimuovi costantemente dalle foglie in eccesso che si sono essiccate ed elimina anche le corolle morte, in quanto in questo modo la pianta può respirare e non disperdere energie per far sopravvivere le parti morte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come identificare le piante succulente

Le Piante succulente fanno parte della categoria di vegetali che crescono nelle zone aride. Esse vengono dette anche piante grasse e ne esistono un'infinità di specie. Questo genere di piante sono capaci di raccogliere tanta acqua per tanto tempo. Per...
Giardinaggio

Come coltivare la crassula rupestris

La crassula rupestris è una piccola pianta grassa, ottima per cesti appesi in quanto può crescere in altezza fino ad un massimo di 25 cm. Le foglie sono opposte, ovali e misurano appena mezzo centimetro di lunghezza e sono disposti ordinatamente lungo...
Giardinaggio

Come Far Trascorrere L'Inverno Ai Bulbi Da Fiore

Con l'approssimarsi dell'inverno sorge spontaneo chiedersi in che modo far sopravvivere i bulbi da fiore, visto le temperature rigide Generalmente, dopo la fioritura e la raccolta di tulipani, dalie e gladioli, i bulbi e i tuberi da fiore vanno lasciati...
Giardinaggio

Come coltivare la dieffenbachia

La Dieffenbachia è una pianta che adorna molto spesso gli appartamenti perché apprezzata per bellezza, eleganza e per facilità di coltivazione. La pianta è in grado di sopravvivere anche in condizioni non ideali ed è per tale motivo che è spesso...
Giardinaggio

Come preparare il terriccio per gli agrumi

Avere il pollice verde non è cosa da tutti, ma per chi ha la fortuna di sapersi occupare di una pianta, si tratta di un piacevole hobby. Tra le tante tipologie di piante che potreste scegliere di coltivare ci sono le piante da agrumi: tipiche del periodo...
Giardinaggio

Come fare aprire le rose

Le rose sono i più bei fiori che la natura possa offrire. Di esse esistono moltissimi esemplari differenti e presentano tantissime colorazioni. Quante volte ci è capitato di ricevere o regalare delle rose e in base al tipo di rosa e della sua colorazione,...
Giardinaggio

Come costruire una serra per bonsai

Se amate l'Oriente, con tutte le sue sfumature e sfaccettature, sicuramente ammirerete anche i bonsai, i piccoli alberi in miniatura la cui coltivazione ebbe origine in Cina, anche se oggi si associano prevalentemente al Giappone. Questi piccoli alberi,...
Giardinaggio

Come coltivare la viola

La viola, è una delle bellissime piante con fiori colorati, romantici ed estremamente profumati. Tra le sue varietà, c'è quella molto colorata, cosiddetta"viola del pensiero," perché è un tipo di fiore che ci collega alla nostalgia del passato. Le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.