Come fare coltivazioni in acqua

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La “coltura idroponica” (chiamata anche “idrocoltura”) è un particolare tipo di coltivazione eseguita “fuori dal suolo” e quindi senza l’utilizzo di terra o terriccio. Grazie a questo modo di procedere, è possibile eseguire delle vere e proprie coltivazioni in acqua. Questa tecnica è in grado di offrire moltissimi vantaggi a chi la pratica, in quanto non è necessario curare costantemente l'innaffiatura ed il risultato che si ottiene da essa è normalmente splendido, con la creazione fiori di vario genere bellissimi e colorati. Questo è un hobby che chiunque può intraprendere, dalla semplice casalinga ai migliori professionisti in materia di botanica. Vediamo quindi come fare coltivazioni in acqua.

27

Occorrente

  • Acqua
  • 2-3 bulbi o semi vari
  • coppetta o vaso in terracotta
  • Materiale inerte per la coltura
37

Come prima cosa, tutte le piante che vengono coltivate in casa oppure in serra, appartengono a specie fiorifere di primavera. Grazie però a questa speciale tecnica di “forzatura”, si è in grado di produrre fiori anche in pieno inverno, da fine dicembre a tutto febbraio. Il primo passo da compiere, è quello di riempire un contenitore trasparente di acqua purissima (meglio ancora se piovana). Per evitare che le radici marciscano o che l'acqua diventi putrida, si consiglia di posizionare sul fondo del contenitore qualche pezzetto di carbone di legna, acquistabile presso qualunque fiorista o negozio di giardinaggio.

47

A questo punto, si prenderà un bulbo (o i semi) di un fiore o di un ortaggio e lo si sistemerà in una coppetta o in un vaso di terracotta, riempito precedentemente di argilla. È necessario fare molta attenzione che il vaso non vada mai a toccare direttamente l'acqua sottostante (nel caso in cui il bulbo rimanga immerso in acqua per troppo tempo, purtroppo marcirà). Dovrà quindi essere lasciato uno strato di aria di qualche millimetro tra il livello dell'acqua e la base del bulbo. La naturale umidità emanata dall'acqua sarà sufficiente per stimolare la nascita e la crescita delle radici.

Continua la lettura
57

Il contenitore dovrà essere posizionato in un luogo fresco ed arieggiato, non riscaldato ma riparato dal gelo. I luoghi più adatti all'interno della casa sono solitamente la cantina, il sottoscala oppure un semplice scaffale, posto però in luogo sempre fresco. Durante il primo periodo di crescita, la coltura dovrà rimanere completamente al buio. Si consiglia di controllare, almeno un paio di volte alla settimana, che l'acqua sia sempre allo stesso livello (se dovesse scendere troppo, sarà necessario aggiungerne altra). Seguendo le indicazioni riportate, si avrà un rapido rigonfiamento del bulbo (o dei semi) e la nascita delle radici.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Coltivazioni indoor: consigli utili per i novizi

Coltivare delle piante a foglie verdi e da fiori è possibile anche in ambienti indoor, ma tuttavia è importante sapere che occorrono alcuni accorgimenti, affinché il tutto avvenga nel migliore dei modi. Nei passi successivi di questa lista, troviamo...
Giardinaggio

Come bagnare l’orto risparmiando acqua

Ormai da decenni, puntuali all'inizio dell'estate, sui giornali e in televisione, arrivano le esortazioni a consumare meno acqua, in quanto le riserve disponibili si stanno riducendo di anno in anno a causa della siccità e dello scioglimento dei ghiacci....
Giardinaggio

Come utilizzare le sfere d'acqua per piante

Le sfere d'acqua per piante rappresentano delle piccole palline decorative a base di acqua, le quali possiedono un aspetto veramente piacevole (grazie alle varianti di colore esistenti in commercio) e hanno la funzione di mantenere sia freschi che intatti...
Giardinaggio

Come raccogliere ed utilizzare l'acqua piovana

L'acqua è un bene prezioso e rappresenta un elemento imprescindibile per la società di oggi. Ai giorni nostri, troppe quantità di acqua vengono sprecate o vanno disperse. Occorre invece una cultura idrica differente, che valorizzi questo bene prezioso...
Giardinaggio

Come Utilizzare Le Perle D'Acqua

Le perle d'acqua sono delle palline composte da un materiale idrofilo gli conferisce la capacità di accumulare una grande quantità d'acqua. Questi polimeri, infatti, riescono ad ingrandirsi da un diametro di un paio di mm fino a qualche centimetro e...
Giardinaggio

Risparmiare acqua in giardino: 5 consigli utili

Avere un giardino in casa è un aspetto importante: il verde deve essere un qualcosa da salvaguardare per il nostro pianeta ma allo stesso tempo deve essere in grado di non creare degli sprechi per il suo mantenimento. È chiaro che avere un giardino...
Giardinaggio

Come evitare i ristagni di acqua nei vasi

Tra le minacce piú diffuse nei giardini e nelle terrazze, ci sono i ristagni di acqua nei vasi. Questo fenomeno può causare diverse malattie alle piante e, in alcuni casi, può farle morire precocemente. Esistono tuttavia dei piccoli accorgimenti per...
Giardinaggio

Come coltivare il giacinto d'acqua

Il giacinto d'acqua è una pianta acquatica galleggiante che cresce sulla superficie di fiumi, laghi e canali. La pianta è costituita da cespi fogliosi non radicati al suolo, ma che si mantengono in superficie con l'ausilio dei piccioli delle foglie....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.