Come fare dei sacchettini naturali anti-tarme

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Conservare i propri vestiti e le proprie coperte in modo adeguato è uno degli obiettivi maggiormente ambiti da tutti. Pur sembrando un processo piuttosto semplice da eseguire, nella realtà dei fatti, si nasconde un pericolo molto insidioso, ovvero, le tarme. Le tarme sono una specie di lepidotteri le cui larve si nutrono di tessuti come il cotone, la lana e la seta. Queste sono attratte specialmente da posti e luoghi umidi poiché, non potendo bere autonomamente, le larve delle tarme devono nutrirsi di cibi ricchi di acqua. Quindi, soprattutto nei periodi invernali, quando piove spesso, i nostri indumenti potrebbero essere seriamente a rischio di un loro attacco. Per fortuna, esistono dei metodi che permettono di eliminare questo fastidioso parassita; inoltre, per risparmiare sui prodotti industriali e per evitare di sprigionare delle sostanze chimiche in casa, esistono dei metodi naturali fai-da-te che si possono applicare con successo. Nei passi successivi verrà spiegato come fare dei sacchettini naturali anti-tarme, con semplicità ed efficienza.

26

Occorrente

  • Tessuto
  • Nastro o spago
  • Limoni, arance, pompelmi
  • Salvia
  • Chiodi di garofano
  • Sapone di marsiglia
36

Innanzitutto, procuratevi dei pezzi di stoffa quadrangolare di medie dimensioni che vi serviranno per creare l'involucro del sacchettino. Poi, prendete delle bucce di limoni, arance e pompelmi e tagliatele in strisce sottili, riponendo il tutto in una ciotola. Aggiungete a questo miscuglio delle scaglie di sapone di Marsiglia solido e mescolate con vigore. Infine, lasciate riposare per una decina di minuti.

46

Appena il miscuglio si sarà stabilizzato del tutto, prendete il sacchettino di stoffa e inseritevi all'interno un paio di cucchiaini di questa miscela. Aggiungetevi, inoltre, dei chiodi di garofano e alcune foglie di salvia sminuzzate. Dopodiché, richiudete il sacchettino, aiutandovi con uno spago o con un nastro, stringendo molto bene.

Continua la lettura
56

Avete appena creato il vostro sacchettino anti-tarme! Grazie alle proprietà degli elementi contenuti all'interno e al forte aroma sprigionato dagli agrumi e dal sapone di Marsiglia, le tarme rimarranno ben lontane dai vostri vestiti! Se preferite, o se lo avete a disposizione, potete utilizzare, al posto delle bucce dei limoni, arance e pompelmi, delle scorze di cedro. Grazie alle proprietà del suo olio volatile, il cedro ha la potenzialità di uccidere le tarme efficacemente. Ciononostante, sarà necessario cambiare i sacchetti dopo alcuni mesi poiché il loro potere anti-tarme svanisce con il tempo. Siamo giunti ormai a questo terzo ed ultimo passo della guida.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare sacchettini antitarme con girasoli

Attraverso i passaggi successivi di questo tutorial ci occuperemo di illustrarvi che modo è possibile realizzare, direttamente con le nostre mani, dei simpatici e molto utili sacchettini antitarme, decorati con dei bellissimi girasoli. Faremo il tutto...
Bricolage

Come realizzare sacchettini porta-oggetti

Realizzare dei sacchettini porta-oggetti fai da te può rivelarsi un'attività davvero divertente e sopratutto utile. Potrete dare libero sfogo alle vostre idee più originali sfruttando anche il riciclo creativo, che può essere un ottimo alleato della...
Bricolage

Come installare le griglie anti allagamento

Purtroppo, durante le stagioni più fredde e piovose, alcune tipologie di abitazioni rischiano, più di altre, di subire un allagamento, in una zona aperta, come un balcone o un terrazzo, oppure all'interno della casa, per via di un sistema scomodo di...
Bricolage

Come realizzare dei folletti inseriti in sacchettini

Piccoli, buffi e talvolta dispettosi, sono i folletti i magici abitanti del sottobosco! Queste creature fantastiche che animano le fiabe più antiche, sono il frutto del folklore popolare più remoto. In alcune leggende, i folletti sono infaticabili aiutanti...
Bricolage

Come fare una pallina anti stress fai da te

Al giorno d'oggi, sempre più persone soffrono molto lo stress, per motivazioni chiaramente di origini differenti. Difatti, lo stress può essere la causa di diversi fattori, quali il lavoro per chi ovviamente è un lavoratore, o lo studio per gli studenti,...
Bricolage

Come Eseguire Una Finitura Crackle Su Carta Naturali Con Inserti Di Fiori Essiccati O Fibre Naturali

La tecnica di pittura del crackle (o craquelé) è una tecnica molto utilizzata nel decoupage e permette di trasformare un qualsiasi oggetto in un pezzo d'antiquariato, creando una sottile ragnatela di crepe sulla superficie a cui volete conferire un...
Bricolage

Come applicare le pitture a base di resine naturali

Quando ci ritroviamo a tinteggiare le pareti della nostra abitazione, possiamo utilizzare diverse tipologie di pittura. In particolar modo le vernici a base di resine naturali sono perfette per coprire in maniera ottimale le superfici. Inoltre esse ci...
Bricolage

Come tingere mobili di legno con metodi naturali

In questa guida, che stiamo per proporre ai nostri lettori, si è pensato di discutere di un argomento sempre molto bello ed interessante. Stiamo parlando della pulizia ed anche della verniciatura di alcuni mobili che abbiamo in casa e che magari con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.