Come fare gli oli aromatizzati

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Fare un olio aromatizzato è davvero una cosa molto facile. Se amiamo i profumi e le spezie in cucina dobbiamo assolutamente provare a farlo. È preferibile partire da prodotti freschi, poiché danno sempre un qualcosa in più. Il massimo sarebbero spezie del nostro orto ed olio di ottima qualità. Quest'ultimo deve avere un certo grado di maturazione (se fresco) altrimenti prevarrebbe l'amaro dell'oliva e non il delicato aroma delle spezie. Gli oli aromatizzati trovano molti impieghi passano dalla cucina ai massaggi ed infine alla biancheria. Ebbene, due gocce di olio profumato in lavatrice darà un tocco di fresco ai nostri indumenti. Gli aromi che possiamo utilizzare sono infiniti ma dobbiamo avere un minimo di accortezza con le spezie fresche. Il risultato finale dipenderà dalla nostra accortezza. Ora vediamo con esattezza come fare gli oli aromatizzati.

26

Occorrente

  • 1 Lt di olio
  • Bottiglie sterilizzate
36

Partiamo dalla pulizia, essenziale sempre in cucina. L'olio è un alimento delicato e dev'essere trattato nella giusta maniera. Prepariamo i recipienti pulendoli accuratamente, l'ideale sarebbero delle bottigliette ma se non le abbiamo ripieghiamo su altro. I contenitori sono preferibili in vetro possibilmente scuro.

46

Seguiamo i nostri gusti, cosa ci piace? Carne, pesce, legumi, sì perché ci sono aromi che si sposano meglio con determinati alimenti ma la scelta finale, sarà sempre il nostro gusto personale. Quindi se abbiamo la fortuna di avere un giardino, o dei vasi con spezie abbiamo due metodi da seguire per i nostri oli aromatizzati. Il primo è il metodo a freddo. Sul fondo del barattolo sterile, metteremo i nostri aromi, poi copriremo il tutto con olio e chiuderemo ermeticamente. Questo procedimento è più lento e dobbiamo attendere che l'olio si insaporisca quindi, da una a tre settimane. Non c'è una ricetta precisa ma a titolo d'esempio, diciamo che per un olio aromatizzato all'aglio occorrono dieci spicchi e un litro d'olio.

Continua la lettura
56

L'altro metodo prevede più accortezza, ma l'olio aromatizzato è subito pronto ed è il metodo a caldo. L'attenzione sta nel non "cuocere" le spezie fresche nell'olio poiché l'olio essenziale in esse contenuto brucerebbe, dando un gusto amaro e sgradevole al preparato. Se adoperiamo come aromi le scorze (limoni, arance...) è assolutamente consigliabile che siano prodotti biologici e non trattati. Per le spezie essiccate, poniamo l'olio in un tegame con gli aromi e scaldiamolo non oltre i 70-80°. Per le erbe fresche devono solo appassire nell'olio senza cambiare colore. Dobbiamo tenere la fiamma molto bassa e dopo pochi minuti spegnere. Quando l'olio sarà freddo possiamo passarlo nel contenitore e sentiremo già i delicati aromi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le erbe fresche devono essere ben asciutte
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come profumare cassetti e armadi

Per profumare cassetti e armadi, o più semplicemente per creare un'ottima fragranza per la vostra auto e per piccoli ambienti, bastano davvero pochi minuti e alcuni semplici materiali. Infatti, potrete creare sia il classico pot-pourri con essenze assolutamente...
Casa

5 fragranze autunnali per candele

L'autunno è arrivato con i colori accesi, i profumi inebrianti, avvolgenti, molto intensi rispetto all'estate. L'impiego delle candele aromatizzate ha una lunga storia e una lunga tradizione, con l'arrivo della luce elettrica si passo ad un impiego decorativo....
Casa

Come fare il sapone al limone

Se desideriamo fare rapidamente il sapone al limone ma non sappiamo assolutamente come bisogna fare, vi consigliamo vivamente di leggere molto attentamente le istruzioni tecnico-operative illustrate nella seguente semplice e rapida guida esposta nei passaggi...
Casa

Come realizzare uno spray anti-zanzare in casa

Con l'estate alle porte e con l'arrivo del caldo, stanno ritornando molti insetti estivi, tra cui mosche, moscerini e soprattutto le tanto detestate zanzare. Molti stanno correndo ai ripari da questo fastidiosissimo insetto comprando una grande varietà...
Casa

5 metodi fai da te per tenere le zanzare alla larga

Il mondo degli insetti come ben sapete, è caratterizzato da molteplici specie, ma non tutte di natura sono cosi fastidiose e rendono l'individuo nervoso alla loro sola presenza. Se avete provato qualsiasi metodo senza trovare una soluzione giusta ed...
Casa

Come creare un profumo per la casa fai da te

Capita spesso che, in cucina, specialmente dopo aver cucinato, rimangano dei cattivi odori. Questa situazione può accadere anche nel nostro bagno. Oggi, però, andremo a vedere come creare un profumo per la casa fai da te. Con il fai da te, si possono...
Casa

Come rimediare ai cattivi odori del bidone della spazzatura

Come rimediare ai cattivi odori del bidone della spazzatura? Sappiamo tutti molto bene che, a lungo andare, il bidone in cui raccogliamo l'immondizia, soprattutto quella organica, comincia ad emanare odori sgradevoli e fastidiosi, senza sottovalutare...
Casa

Aromaterapia per la casa: i segreti

La casa non è solo un posto dove dormire o mangiare, ma è molto di più. È il porto sicuro dove approdare dopo una lunga giornata di lavoro e il nido dove crescere e amare la famiglia. La casa è dove risiede il cuore ed è uno scrigno pieno di ricordi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.