Come fare il decapaggio di un mobile

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

A causa della crisi, molte persone si procurano da sé diversi oggetti e modificano i propri mobili a piacimento utilizzando prodotti economici e le guide presenti online. Per decapare un mobile (decapare deriva dal francese décaper e significa "togliere la copertura") e farlo diventare dello stile shabby-chic, basta semplicemente invecchiarlo tramite delle semplici ma delicate operazioni che possono migliorare il mobile o renderlo inutilizzabile se fatto male e senza rispettare l'ordine dei passaggi. Nella guida che segue vi sarà spiegato proprio come per fare il decapaggio di un mobile in tutta tranquillità, magari utilizzando le prime volte un arredo di poca importanza ed utilità. Ecco come fare il decapaggio di un mobile.

25

Osservate la direzione delle venature del legno

Come prima cosa portate il mobile da decapare in uno spazio aperto o in una stanza ben arieggiata, così da evitare la respirazione di polveri ed elementi chimici vari. Indossate un paio di guanti e una mascherina, acquistabili in una qualsiasi ferramenta o negozio di fai-da-te. Osservate la direzione delle venature del legno (generalmente sono parallele ai lati lunghi del mobile) ed iniziate a spazzolare con una spazzola d'acciaio in modo da aprire i pori e le venature del materiale utilizzato.

35

Intingete la lana d'acciaio nella cera per legni

Intingete la lana d'acciaio nella pasta bianca fatta di cera e pigmento (la si può acquistare in tutti i negozi di fai-da-te e costa intorno ai 10 euro al barattolo) ed iniziate a cospargere il materiale lungo la superficie seguendo tutte le direzioni in modo da coprire tutti i pori e le eventuali striature. Finita l'operazione lasciate il mobile ad asciugare in un luogo perfettamente asciutto. Trascorso il tempo necessario (generalmente mezzora) intingete la lana d'acciaio nella cera per legni in pasta e strofinate accuratamente in maniera tale da eliminare la cera bianca precedentemente applicata.

Continua la lettura
45

Lucidate il mobile

Naturalmente non va eliminata totalmente, solo quanto basta a rendere il mobile shabby-chic. Non appena riterrete che andrà bene potrete terminare l'operazione. Ultima operazione da compiere è la lucidatura: la si può realizzare con una pezza di lana appositamente fatta (anche questa si trova nei negozi di fai-da-te) o con del lucido (liquido o spray). Anche per quanto riguarda quest'ultimo prodotto è possibile procedere fino a quando si desidera: si possono dare o meno più "mani", dipende dall'utilizzatore finale e dai suoi gusti. Non mi resta quindi che augurarvi buon lavoro.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ultima operazione da compiere è la lucidatura: la si può realizzare con una pezza di lana appositamente fatta (anche questa si trova nei negozi di fai-da-te) o con del lucido (liquido o spray).
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Realizzare Il Decapaggio

Molto spesso dobbiamo eliminare da una superficie degli strati, magari per poterla riverniciare o semplicemente per togliere uno strato di ruggine, qualora lavorassimo sul metallo. Questa operazione altro non è che il decapaggio. Ma prima di procedere...
Bricolage

Come Sverniciare Un Mobile Di Legno

Con il passare del tempo anche un mobile può invecchiare e deteriorarsi. Il legno è un materiale naturale, quindi un mobile di questo tipo risente maggiormente del trascorrere degli anni. Per prima cosa dovremo togliere lo strato superficiale deteriorato...
Bricolage

Come realizzare un mobile per lavabo

In questa guida andrete a vedere come realizzare un mobile per lavabo. Il mobile per lavabo in questione può rivelarsi un'ottima dispensa per tutto. Partendo dai vostri cosmetici fino ad arrivare a tutti i vostri medicinali. Questi potrete benissimo...
Bricolage

Come trasformare un mobile classico in moderno

Attraverso il restauro di un mobile, è possibile dare ad esso una nuova vita. La parte più complessa sta nella scelta dello stile che si vuole conferire al vecchio mobile sul quale vogliamo intervenire. Con il recupero di un mobile antico, che magari...
Bricolage

Come rivestire un mobile

Se in soffitta possedete un vecchio mobile che vorreste riutilizzare per rinnovare l'appartamento, oltre che a verniciarlo ed a lucidarlo, esistono vari metodi per donargli nuova vita e lucentezza. Una soluzione del tutto originale potrebbe essere quella...
Bricolage

Come fare piccoli restauri su un mobile

Restaurare un mobile è un lavoro che richiede un pizzico di pazienza ed un po' di tempo a disposizione, ma i risultati ripagano sicuramente. Naturalmente, in casa si possono compiere soltanto piccoli restauri, mentre i lavori più importanti devono essere...
Bricolage

Come laccare un mobile

Se avete un mobile un po' vecchiotto che volete far risplendere, leggete questa guida in cui vi mostrerò passo per passo come laccare un mobile in legno e farlo tornare in auge. Ci vorrà un po' di tempo, accuratezza nell'esecuzione e tanta pazienza,...
Bricolage

Come dipingere un mobile di legno

A volte nelle nostre soffitte, nelle cantine o nei ripostigli, può succedere che si accumuli un enorme quantitativo di oggetti di vario tipo, tra cui anche mobili. Di solito, si tratta di elementi d'arredo ancora in buono stato di conservazione, che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.