Come fare il ricamo d'arazzo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questo articolo che seguirà, vi diamo spiegazioni relativamente a come fare il ricamo d'arazzo. Il ricamo d'arazzo è una forma di arte tessile. Veniva creato tradizionalmente su un telaio in posizione verticale. Oggigiorno viene realizzato invece anche su telai in posizione piana. Tale è formato da due gruppi di fili intrecciati, che sono paralleli alla lunghezza della tela e vengono chiamati "ordito". Finisce con fili paralleli alla larghezza della stoffa, che sono chiamati "trama". I fili di ordito vengono impostati in tensione sul telaio. Il filo della trama invece, viene passato avanti e indietro, mediante una parte o per l'intero ordito. Il ricamo d'Arazzo è anche noto come il punto Gobelin. L'aspetto degli antichi arazzi infatti, si ottiene usando un filo sottile. Nel ricamo d'arazzo tutti i fili dell'ordito vengono nascosti a lavoro finito, a differenza della semplice tessitura dove sia l'ordito, che i fili della trama si possono vedere ad occhio nudo. La maggior parte dei tessitori utilizzano un filo di ordito a base naturale come il cotone o lino, i fili della trama sono di solito di cotone o lana, però potranno essere anche di oro, seta o d'argento. A tal proposito verranno realizzate delle colonne l'una vicina all'altra. Buona lettura e buon lavoro!

26

Occorrente

  • Stoffa
  • Ago da ricamo
  • Filo
36

Procuratevi tutto quello che vi serve per fare il ricamo

Lavorate in file orizzontali, cioè da destra verso sinistra. Per ottenere inoltre un arazzo sollevato, sarà bene inserire uno strato sottile di imbottitura tra il filo e la tela. Prima di cominciare questo tipo di ricamo, vi dovrete procurare tutto quanto quel che vi servirà. Dovrete essere perciò sicuri di avere tutto quanto vicino a voi, quindi prendete ago, tela e filo. Il ricamo verrà creato sulla tela. Esso andrà fatto ricamando dall'alto verso il basso. A tal proposito lavorando due fili in lunghezza, per la larghezza della stoffa, sopra la trama del tessuto.

46

Fate il ricamo d'arazzo simile ad una catenella

Il ricamo d'arazzo lo dovrete fare simile ad una catenella. Prima di tutto, dovrete passare l'ago da ricamo sotto il tessuto, poi lo dovrete inserire in modo diagonale sopra due righe, realzzando una colonna nella parte destra della tela. Per il punto seguente, dovrete riportare l'ago nella stessa colonna del punto iniziare, però nella riga superiore.

Continua la lettura
56

Vi spieghiamo la procedura da svolgere

A questo punto dovrete far scendere l'ago nella tela, poi cominciate la seconda riga, stando sempre nella colonna di destra. Quando avrete raggiunto la sommità della colonna, anzichè portare l'ago nella stessa colonna, lo dovrete mettere infilandolo nella colonna di sinistra, però sempre sulla stessa riga, esso farà un loop sul rovescio del tessuto. Infine dovrete inserire l'ago nelle due righe verso il basso, più precisamente quindi nella colonna di sinistra. A questo punto infilate l'ago nella colonna di sinistra, e cioè nella fila più in basso.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguire i punti con precisone
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come ricamare a punto fiamma

Il ricamo è un'antichissima arte che si tramanda da secoli. Eseguirlo permette di realizzare lavori di grande creatività. Uno dei metodi più adoperati è il ricamo su canovaccio. Questo metodo viene eseguito a fili contanti, seguendo uno schema quadrettato....
Cucito

Come creare uno schema per punto croce

Ricamare e lavorare a maglia è un'arte che le donne tramandano di generazione in generazione. Attraverso questo lavoro certosino sono in grado di tirare fuori capi d'abbigliamento di altissimo valore e pregio. Per lavorare a maglia esistono inoltre diverse...
Cucito

Punto croce: da dove cominciare

Il punto croce è un tipo di ricamo tradizionale adatto sia a disegni semplici che complicati. I disegni a punto croce si eseguono generalmente con il punto croce semplice. Anche se possiamo usare delle piccole varianti. Quelli a trama regolare sono particolarmente...
Cucito

Come fare il punto a giorno annodato

Il punto a giorno è uno dei più classici punti da ricamo, tradizionalmente usato per la decorazione di tovaglie, lenzuola e asciugamani. La tradizione, come accade per molti punti, ne propone diverse varianti, tutte di grande effetto. Conoscere come...
Cucito

Come eseguire il punto croce

Il punto croce è una tecnica di ricamo su tela aida molto nota tra le ricamatrici, sopratutto per via della facilità con cui si esegue. Se oggi trova larga diffusione, non possiamo dire altrettanto del passato: anticamente, infatti, il punto croce non...
Cucito

Ricamo: punto antico

Il ricamo è un'arte antichissima, presente già nell'antico Egitto, della quale però non abbiamo testimonianze tangibili data la scarsa resistenza al tempo, ma presenti solo sui geroglifici. Dopo questi brevi ma doverosi cenni storici possiamo passare...
Cucito

Come realizzare il punto croce

Imparare a ricamare a punto croce è davvero molto facile, anche se è necessaria un po' di manualità, tanta passione e pazienza. È un'attività rilassante, perché schematica e sempre uguale, non richiede particolare sforzo mentale e fisico. Serve...
Cucito

Come Si Realizza Il Punto Broccatello

Il punto broccatello è un tipo di ricamo particolare. Questo si distingue per la sua leggerezza di fondo. Il lavoro finito è molto leggero e va fatto, preferendo tinte pastello. Si può eseguire utilizzando il cotone mouliné, che alla fine risulta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.