Come fare il vino in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il vino è senza dubbio una delle bevanda più antiche che esistano. Originariamente, pare che avesse un grado alcolico talmente elevato che persino i robusti guerrieri dell'antichità classica lo bevessero allungato con dell'acqua, onde evitare di incorrere in spiacevoli controindicazioni. Come tutte le antiche ricette, anche quella del vino prevede la possibilità di una facile realizzazione casalinga. Ecco allora fare il vino in casa.

27

Occorrente

  • Uva
  • Recipienti in acciaio inox con rubinetto
  • Olio enologico
  • Tappi
  • Bottiglie in vetro e turaccioli in sughero
37

Procurarsi dell'uva eccellente

Ovviamente, alla base della riuscita di un buon prodotto sta un'ottima materia prima. Innanzitutto, bisogna assicurarsi di coltivare o acquistare dell'uva eccellente. Ci si informerà, in caso di acquisto, sui tempi di raccolta, sulla composizione chimica del terreno, sul luogo di provenienza e sulla condizione climatica dello stesso. È importante tenere presente che se in fase di pigiatura non si utilizzano strumenti quali il torchio, la dose di uva di cui si disporrà sarà lievemente inferiore in rapporto alla maggiore o minore corposità ricercata.

47

Eseguire la pigiatura

Una volta procuratasi la materia prima bisognerà immediatamente procedere con la pigiatura, pestandola mediante i piedi o gli appositi macchinari. Successivamente, si passerà alla cosiddetta diraspatura, ossia il processo mediante il quale si scindono definitivamente gli acini dal materiale di scarto. Terminate queste operazioni la bevanda, non ancora pronta, dovrà essere riposta in grandi contenitori muniti di rubinetti realizzati in acciaio inossidabile. I contenitori verranno chiusi con il mosto e le bucce degli acini da immergere al loro interno per un paio di volte al giorno. Si consideri che la fermentazione non avverrà se la temperatura interna del recipiente supererà i 36 gradi. Il mosto andrà lasciato invecchiare per poco meno di un mese in scaffali che non siano a stretto contatto con il suolo.

Continua la lettura
57

Effettuare un primo travaso

Trascorso questo periodo, si effettuerà un primo travaso. In questo caso, si effettueranno una serie di travasi durante i quali la quantità di liquido presente si ridurrà in piccole percentuali. Il contenitore dovrà essere comunque riempito completamente. Ecco perché bisognerà procurarsi recipienti perfettamente adeguati alle quantità di cui si dispone. Durante uno di questi, verranno aggiunte le sostanze che l'enologo considererà mancanti nel prodotto e che si preoccuperà di fornire personalmente a ciascun cliente. Una volta finiti i travasi, si lascerà maturare il prodotto almeno fino a Natale.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come confezionare una bottiglia di vino per bomboniera

Quando ci si prepara per una cerimonia particolare, come può essere un matrimonio, o un anniversario di compleanno, è sempre carino regalare una bomboniera. Questa tipologia di bomboniera, chiaramente è indirizzata ad una tipologia di persona, a cui...
Altri Hobby

Come costruire una rastrelliera per il vino

Se intendiamo produrre del vino oppure acquistarne in un'enoteca un buon quantitativo, è importante conservarlo in modo corretto ossia in una rastrelliera. Le bottiglie devono essere posizionate inclinate, oltre che in un luogo non eccessivamente luminoso....
Altri Hobby

Come fare una scarpiera con le cassette del vino

Quando si acquista del vino spesso le bottiglie vengono contenute nelle cassette. Queste possono essere di legno o di cartone. Ma una volta consumato, la cassetta viene subito gettata. Il motivo è dovuto sempre a un disfarsi delle cose che possono portare...
Altri Hobby

Come collezionare vini

L'Italia è un paese caratterizzato dal clima mediterraneo il quale favorisce la produzione di diverse qualità di uva sia da tavolo che da vino; grazie a quest'ultima si producono numerose qualità di vino più o meno note di cui alcune molto pregiate....
Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come rivestire un bancone con i tappi di sughero

Se abbiamo un negozio di alimentari, oppure vendiamo del vino, o ancora possediamo un ristorante rustico, non c'è niente di meglio che personalizzare alcuni suppellettili sfruttando un metodo di decorazione inusuale, ma molto simpatico ed allegorico....
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
Altri Hobby

Come fare una ghirlanda di sughero

Quando sta per arrivare il Natale, si dà sfogo a tutta la propria fantasia e creatività per realizzare oggetti e decorazioni simbolo di questa importantissima ricorrenza religiosa. Uno di questi è sicuramente la classica ghirlanda, che può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.