Come fare l'antitarme fai da te

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Può capitare che nei nostri armadi si nascondano le tarme, che sono uno dei peggiori nemici dei vestiti. Anche se magari tutto sembra in ordine, può capitare di trovare dei piccoli buchini sui nostri maglioni preferiti, il che è un campanello d'allarme che ci dice che sono presenti le tarme.
Continuando a leggere questo tutorial avrete dei consigli insieme a delle utili informazioni, su come è possibile fare l'antitarme fai da te.

26

Occorrente

  • foglie di alloro
  • stecche di cannella
  • spago
  • un ago grosso
36

È completamente normale che ci siate stancati dei soliti antitarme per armadi in quanto alla fine sono tutti simili tra di loro, con lo stesso odore e con una breve durata. Potete anche usare le bustine profumate, però c'è il rischio che essere cadano ogni volta che si apra l'armadio. Un modo con il quale potreste ovviare il problema sarebbe usare la lavanda. Però quest'ultima ha un odore molto intenso e non tutti riescono a sopportarlo, oltre al fatto che non è semplice da trovare.

46

Fortunatamente la natura per voi ha molti rimedi con il quale poter risolvere questo fastidioso problema. Il rimedio con più effetto, oltre alla lavanda, è certamente l'alloro. Usando un po' di fantasia potrete risolvere facilmente il problema realizzando da soli un antitarme con la tecnica del fai da te. Fare un antitarme è abbastanza semplice e non vi costa nulla. Per iniziare dovete procurarvi dei rami di alloro e delle stecche di cannella. Successivamente procedete staccando le foglie di alloro dai rami, e tagliate le stecche di cannella in pezzi da tre centimetri.

Continua la lettura
56

Arrivati a questo punto dovete prendere uno spago, e usando un ago grosso dovete infilare circa trenta foglie che poi andrete a legare a un pezzo di cannella. Continuate alternando le foglie di alloro e i pezzi di cannella finché non otterrete la lunghezza che desiderate. In seguito fermate le rispettive estremità con dei nodi e legate la collana appena ottenuta all'asta dell'armadio. Avete concluso il vostro antitarme risolvendo il problema. Se desiderate dare al vostro armadio una gradevole flagranza potete aggiungere delle fette di arancia essiccata alla collana antitarme.

66

Esistono inoltre tutta una serie di accorgimenti che vi consentiranno di mantenere intatti gli abiti e tutta la biancheria conservata nell'armadio. Prima del cambio di stagione, e prima di sistemare i capi nell'armadio, si consiglia sempre di lavarli. Le tarme infatti sono attratte dall'odore di sudore, perciò bisogna eliminarlo. L'ultimo consiglio è quello di pulire e disinfettare il vostro armadio almeno un paio di volte all'anno, per eliminate le eventuali larve di tarme.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come restaurare un'icona

Il legno è uno dei materiale che maggiormente veniva utilizzato per dipingere le cosiddette icone. Questa tipologia di pittura, ha conosciuto momenti di splendore nel Medioevo, e tra i suoi maggiori interpreti, non possiamo esimerci dal nominare Giotto...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.