Come fare la colata di calcestruzzo all'interno di una cassaforma

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Al momento di costruire qualcosa vi sono diversi elementi che bisogna prendere in considerazione e tra questi vi sono le parti strutturali. Queste possono essere le fondazioni, i pilastri, le travi, i setti murari e tanto altro ancora, che se vengono fatti in calcestruzzo richiedono determinati calcoli e modalità di realizzazione. Il calcestruzzo non è altro che un legante che solidifica e rafforza la parte intelaiata, cioè i ferri, che rappresentano la vera e propria struttura dell'edificio. Per far si che le operazioni di lavoro siano completamente corrette è necessario prima realizzare le casseformi, le parti di carpenteria che formano una scatola attorno alla struttura e che contengono la colata di calcestruzzo. Nella guida vedremo come fare la gettata di calcestruzzo all'interno di una cassaforma.

27

Occorrente

  • Calcestruzzo
  • Pale
  • Aghi per costipare il calcestruzzo
37

Diciamo che prima di gettare il calcestruzzo i lavori vanno seguiti dal Direttore dei Lavori, il quale sa cosa deve o non deve esser fatto e quali siano le modalità di sicurezza e le prestazioni migliori. Quindi prima di fare una gettata bisogna fare le casseforme che sono sicuramente più larghe della struttura in ferro: queste devono essere chiuse su tre lati tranne che sulla parte superiore.

47

Per quanto riguarda la gettata prima è necessario versare il cemento all'interno di cubi, i provini, che dopo 28 giorni (i tempi regolari di asciugatura) devono essere testati in laboratorio per verificare se resistono a sforzi di trazione e tensione. Questo è un altro aspetto che se ne occuperà il tecnico. Una volta versato il cemento nei due provini si può procedere alla gettata: questa può avvenire in due modi a seconda delle dimensioni della struttura. Se si tratta di piccole gettate si può procedere mediante carriola mentre per gettate di grosse dimensioni bisogna chiamare una betoniera che si occuperà di impastare e disporre la gettata.

Continua la lettura
57

La gettata non va eseguita tutta in una volta ma va suddivisa in porzioni: è importante questa fase per garantirne una distribuzione costante all'interno della casseforme. Ad ogni porzione bisogna infatti smuovere il calcestruzzo già gettato, o meglio ancora farlo vibrare o costipare: in pratica con questa tecnica il calcestruzzo fresco viene fatto vibrare su più punti in modo tale che vi sia omogeneità e uniformità della gettata su tutta la superficie. Per far ciò si può procedere mediante vibrazione interna con aghi che affondano su ogni punto del calcestruzzo, e vibrazione esterna dove viene fatto vibrare direttamente sulla casseforme. Tra i due è preferibile la vibrazione interna in quanto garantisce un risultato migliore. Fatto ciò si può procedere con le altre porzioni eseguendo sempre le stesse modalità.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguire la gettata poco per volta per assicurarsi che ogni punto sia ben riempito
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come eseguire la gettata del calcestruzzo per la costruzione di una scala

Per la costruzione di una scala in calcestruzzo, sia che si tratti una scala interna o esterna, è necessario prima prendere visione di alcuni elementi base per il calcolo della dimensione e della quantità degli scalini. È un passaggio importante poiché...
Materiali e Attrezzi

Come Spianare Il Calcestruzzo Dopo Averlo Gettato

Il calcestruzzo è un materiale indurente che serve per varie costruzioni in muratura ed è costituito da varie componenti ovvero cemento, sabbia, ghiaia e acqua. Se quindi avete appena effettuato un lavoro fai da te con questo materiale, nei passi successivi...
Materiali e Attrezzi

Come aggiungere il calcestruzzo per costruire un'aiuola rialzata

Le aiuole rialzate hanno fini sia ornamentali che funzionali. Esse rappresentano una soluzione molto semplice, sia per migliorare la qualità del terreno che per cambiare le condizioni di crescita di quelle piante che possono aver bisogno di vari aiuti...
Materiali e Attrezzi

Come fare il calcestruzzo

Il calcestruzzo è uno dei materiali da costruzione più utilizzato sia per parti strutturali che per elementi decorativi. La sua particolare composizione, che analizzeremo successivamente, conferisce al calcestruzzo una elevata resistenza a compressione...
Materiali e Attrezzi

Come impastare il calcestruzzo

Il calcestruzzo è un aggregato di sabbia, ciottoli, ghiaia uniti al cemento reso morbido dall'aggiunta di acqua. Si presta a diversi tipi di lavorazione, dalle rifiniture edili alle fondazioni. Come impastare il calcestruzzo? Per impastare il calcestruzzo...
Materiali e Attrezzi

Come migliorare la resa del calcestruzzo

In edilizia, il calcestruzzo è un materiale di cui si fa largo uso. Si tratta di una miscela di più materiali che, in base alle proporzioni, può essere più o meno robusto. Ciò lo rende certamente un prodotto versatile, adatto a diversi contesti e...
Materiali e Attrezzi

Consigli per migliorare la resa del calcestruzzo

Effettuare alcuni lavori di casa senza l'aiuto pratico e la consulenza teorica di un esperto del settore può rivelarsi, certamente, un'impresa particolarmente complessa, difficile e rischiosa: costruire pareti o muretti utilizzando il calcestruzzo, ad...
Materiali e Attrezzi

Consigli d'uso del calcestruzzo

Il calcestruzzo è uno dei materiali più utilizzati nella moderna edilizia. Tecnicamente esso è un cosiddetto "conglomerato", composto da acqua, legante (di solito il cemento), ghiaia, sabbia e ulteriori, eventuali, aggiunte, che ne modificano le caratteristiche...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.