Come fare la colla di riso

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Tra le colle naturali, la colla di riso, rappresenta quella più semplice da realizzare, in termini di materiali e di tempo, oltre ad essere una valida alternativa alla colla vinilica. La colla di riso, infatti, garantisce ottime prestazioni e permette di incollare anche i più comuni oggetti. Inoltre la colla di riso non è nociva e può essere impiegata anche dai più piccini ed è lavabile, pertanto facilmente staccabile qualora si attacchi alle mani.
Vediamo dunque, con questa guida, come fare la colla di riso.

26

Occorrente

  • Farina di riso
  • Acqua
  • Pentolino
  • Frusta
  • Eventualmente, colluttorio o addittivo antibatterico
36

Preparazione della colla di riso

Le colle naturali agiscono sfruttando l’amido contenuto negli alimenti. Nel caso della colla di riso, l’amido è il liquido viscoso che viene scolato via dai chicchi di riso bolliti, una volta cotti. La farina di riso è l'ingrediente l’ideale per ottenere un collante naturale, economico e amico dell’ambiente, poiché produce l’amido precedentemente descritto e ha la capacità di funzionare da addensante. Per fare la colla di riso, prendete un pentolino di dimensioni ridotte e versate al suo interno 125mL di acqua, poco più che mezzo bicchiere. Con una bilancia, pesate 50g di farina di riso, mettete l’acqua sul fuoco e portate ad ebollizione.

46

Preparazione del composto della colla di riso

Con un colino, setacciate la farina direttamente nel pentolino, mescolando continuamente il composto con una frusta. Questo passaggio è fondamentale per evitare che si formino dei grumi nella colla di riso. Infatti, se questo dovesse accadere, non si potrebbe recuperare la preparazione e bisognerebbe ricominciare da capo. Quando il composto risulterà omogeneo, continuando a mescolare, portate ad ebollizione e continuate finché non avrà assunto una densità simile a quella del miele. A questo punto sarete pronti per utilizzare la vostra colla di riso.

Continua la lettura
56

Conservazione della colla di riso

Non vi spaventate se, apparentemente, la colla di riso non sembra funzionare: richiede dei tempi di essiccazione più lunghi di una tradizionale colla vinilica, ma il risultato sarà perfettamente equivalente. Terminato il progetto, lavate i pennelli con semplice acqua e sapone. Se avete avanzato della colla di riso potete riporla in una recipiente sigillato e conservarla per 3 giorni in frigorifero. Per una migliore conservazione, potete aggiungere qualche goccia di igienizzante durante la cottura: collutorio o comune additivo antibatterico per lavatrice andranno benissimo. Non vi resta quindi che applicare quanto appena imparato per realizzare la colla ogni volta che ne avrete bisogno: oltre a divertirvi risparmierete anche denaro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La guida è a solo scopo informativo.
  • Per una perfetta riuscita seguire attentamente tutti i passi della guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come Scegliere La Colla Per Découpage

Il découpage è un'arte creativa molto fantasiosa. Con il découpage puoi realizzare oggetti davvero unici nel loro genere. Puoi rinnovare vecchi oggetti in legno. Oppure decorare album di cartoncino, scatole di latta. Puoi decorare anche mobili vecchio...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere la colla a caldo

La scelta della colla a caldo può essere molto difficile ma nello stesso tempo una banalità. La colla a caldo è un tipo di colla che viene usata soprattutto in moltissimi lavori e si utilizza principalmente quando devono essere attaccati due o più...
Materiali e Attrezzi

Come usare la colla spray per tessuti

I tessuti si possono trattare in vari modi. Confezionandoli in maniera tradizionale, oppure con dei prodotti che velocizzano alcuni passaggi. La colla spray per tessuti è una valida alternativa. Oltretutto, risulta utile per realizzare parecchi lavoretti...
Materiali e Attrezzi

Colla a caldo: cos'è e come si usa

La colla a caldo è un tipo di colla siliconica che può essere usata da da chiunque. Si conserva facilmente sotto forma di bacchette solide e la si può sciogliere in pochi secondi attraverso l'apposita pistola che si collega all'elettricità. Si tratta...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la colla a caldo

La colla a caldo è un particolare tipo di collante che possiede una certa efficacia, e per tale motivo viene utilizzata in moltissimi lavori. È consigliabile il suo uso quando si devono unire due o più materiali di differente composizione, in maniera...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere e usare la colla giusta

La colla, chiamata anche adesivo, è una sostanza utilizzata per attaccare insieme due oggetti composti anche di materiali diversi. In commercio esistono molti tipi di colle che possono soddisfare qualsiasi esigenza. Quando adoperiamo la colla dobbiamo...
Materiali e Attrezzi

Come preparare la colla per le piastrelle

Quante volte vi è successo di vedere una piastrella danneggiata nel bagno, in cucina e magari lasciarla in questo stato per mesi perché siete sicuri che il piastrellista costerebbe tanto? Avete mai pensato di provare a sostituirla da voi stessi? Sappiate...
Materiali e Attrezzi

Come creare portachiavi con colla a caldo

Per chi ama i lavori creativi e il "fai da te", non c'è niente di più appassionante e divertente di dar vita ai propri progetti. Spesso la nostra fantasia assume la forma delle cose e ci fa desiderare di poterle creare da soli. Tra tutti i materiali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.