Come fare la glicerina in casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Molto spesso, quando abbiamo bisogno di qualche prodotto, ci rechiamo nei negozi specializzati per acquistarne una preconfezionato e quindi già pronto per essere utilizzato. Tuttavia il costo di questi prodotti non è sempre alla portata di tutti, per cui in alternativa potremo provare a produrli da soli seguendo le moltissime guide presenti su internet. In questo modo, utilizzando solo prodotti facilmente reperibili e a basso costo, riuscire ad ottenere quello che desideravamo. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a produrre la glicerina in casa. In virtù delle sue capacità idratanti, lubrificanti ed emollienti, nei confronti della cute, la glicerina viene utilizzata in numerose formulazioni ad uso dermo-cosmetico.

25

Occorrente

  • Olio di cocco
  • Olio d'oliva
  • Candeggina
  • Sale fino
  • Guanti in gomma
  • Cucchiaio di legno
  • Occhiali
  • Mascherina
35

Esistono due metodi per ricavare la glicerina a casa propria: il primo consiste nell'ottenerla sciogliendo saponi che a loro volta la contengono, ma questo purtroppo è un procedimento molto lungo e laborioso. Il secondo metodo, molto più veloce, consiste nel ricavarla direttamente dai grassi animali o vegetali con l'aggiunta di idrossido di sodio. Purtroppo questa procedura è molto pericolosa, quindi se decidessimo di volerla effettuare ugualmente, dovremo farla in un locale ben areato. Iniziamo perciò munendoci di occhiali, guanti e mascherina.

45

Cominciamo la procedura versando, in una grande casseruola, una tazza di olio di cocco e una di olio d'oliva. Mettiamo la casseruola sul fornello e accendiamolo regolando la fiamma in modo che sia alta. Aggiungiamo adesso una tazza di acqua fredda e due cucchiai di candeggina. Facciamo salire la temperatura a 52 °C circa e procediamo così mescolando con un cucchiaio di legno, fino a quando tutti gli ingredienti si saranno amalgamati. Per misurare correttamente la temperatura, aiutiamoci con un termometro. Riduciamo ora la fiamma, in modo che la temperatura scenda a 38 °C., continuiamo a rimescolare per almeno 15 minuti, lasciamo riposare per 5 minuti e se il composto ancora non si fosse addensato riaccendiamo il fuoco per altri 15.

Continua la lettura
55

Arrivati a questo punto, aggiungiamo mezza tazza di sale fino, mescoliamo e lasciamo raffreddare il tutto. Quando il composto sarà completamente raffreddato, noteremo che il sapone sarà localizzato in alto e la glicerina in basso. Rimuoviamo il sapone, raccogliamo la glicerina in un barattolo di vetro sterilizzato con chiusura ermetica. Conserviamo in frigo il composto per tre quattro o settimane.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come fare il sapone al patchouli

Chi non ha mai sentito la propria nonna o una qualche anziana signora di quando ai loro tempi l' unico sapone disponibile era quello che si produceva direttamente a casa. Sono passati molti anni, ed ormai di quei tempi dove ogni cosa veniva prodotta nella...
Altri Hobby

Come fare delle saponette a casa

In commercio esistono moltissimi tipi di saponette, il problema però è che essendo prodotti industriali non si sa mai con cosa sono fatte. Alle volte potrebbero dare qualche problema o allergie. Per questo in alternativa è possibile produrne alcune...
Altri Hobby

Preparare i liquidi della sigaretta elettronica a partire da basi e aromi

La sigaretta elettronica è un ottimo rimedio contro il fumo da tabacco, questo perché non avendo le stesse sostanze tossiche e non basandosi sulla combustione, riduce moltissimo i danni legati al fumo. Per questo sempre più persone stanno scegliendo...
Altri Hobby

Bolle di sapone: la ricetta fatta in casa

Nell'immaginario collettivo le bolle di sapone evocano la magia. Le bolle ondeggiano sinuosamente. Rivelano i colori dell'arcobaleno. Giocano allegramente tra loro. Sfuggono alle mani tese per prenderle e...puf.. Svaniscono nel nulla. Chi di noi da bambino...
Altri Hobby

Come realizzare un barattolo magico

Se c'è un oggetto capace d'affascinare sia i grandi che i bambini e che non smette mai di stupire, quello è certamente la sfera di cristallo avente all'interno la neve che scende abbondantemente. Questo oggetto può essere reperito durante il periodo...
Altri Hobby

Come ottenere il grigio ghiaccio con gli acquerelli

La pittura ad acquerello è una tecnica molto antica, sviluppatasi in particolar modo nell'Inghilterra (settecento), in Francia e in Italia (ottocento). Si tratta di un tipo di pittura caratterizzata da colori diluiti con acqua, con l'aggiunta di altre...
Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.