Come fare la lana cotta

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La lana cotta viene ottenuta tramite follatura dalla lana cardata e filata, un processo che la farà restringere fino al 30%, utilizzando ancqua calda e sapone.
Ci sono due metodi che ti permetteranno di fare la lana cotta: il primo prevede l'utilizzo della lavatrice, il secondo invece no.
In questa guida voglio darti tutte le indicazioni necessarie che ti consentiranno di ottenere la lana cotta tramite questi due metodi, in entrambi i casi con buoni risultati.
Puoi utilizzare vecchi maglioni che non indossi più.

25

Occorrente

  • lana cardata e filata (oppure vecchi maglioni)
  • fornello
  • 2 pentoloni
  • cucchiai in legno
  • asciugamani
  • scolapasta con manico
  • lavatrice
35

Per il metodo che non prevede l'utilizzo della lavatrice, prendi due pentole molto grandi che siano in grado di contenere tutta la lana che vuoi follare. Prendi la prima pentola, rimpila solo per metà di acqua, e posizionala quindi sul fornello fino a che l'acqua non inizi a bollire. A questo punto immergi il capo in lana facendolo coprire completamente di acqua. Lascia bollire il capo muovendolo con il cucchiaio di legno fino a quando non avrà raggiunto lo spessore e la consistenza desiderata. Quando sarai soddisfatto del grado di follatura, dovrai togliere il capo dall'acqua bollente, e successivamente lo dovrai posizionare nella seconda pentola, nella quale avrai messo dell'acqua fredda.

45

Scola quindi il capo e cerca di togliere l'acqua in eccesso. Mi raccomando, non dovrai strizzarlo! Dovrai piuttosto metterlo su un asciugamano in cui dovrai arrotolare il capo, torcendolo con estrema delicatezza. Ripetere l'operazione più volte se necessario.
A questo punto metti il capo sopra un altro asciugamano asciutto, dagli la forma che desideri, e lascia asciugare.
Se non sei soddisfatto del risultato, non preoccuparti! Puoi ripetere nuovamente l'intero processo.

Continua la lettura
55

Il metodo che prevede l'utilizzo della lavatrice è molto simile a quello visto in precedenza con le due pentole: dovrai fare un primo lavaggio a 60°, e subito dopo un lavaggio a freddo. Le fibre della lana così si restringeranno proprio come abbiamo visto precedentemente. Anche in questo caso puoi ripetere i due lavaggi più volte, fino ad ottenere il risultato che preferisci. Per aumentare l'effetto di follatura, mettere in lavatrice un oggetto duro e voluminoso, come una scarpa.
Una volta finito, poni la lana cotta ad asciugare proprio come abbiamo già visto, ricordando sempre di fare molta attenzione e di torcere con delicatezza l'asciugamano su cui abbiamo posto la lana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la lana d'acciaio

La lana d'acciaio è uno strumento molto utile e versatile. I campi di applicazione sono tantissimi ma viene principalmente utilizzata nel fai da te per lucidare mobili o levigare superfici. La lana d'acciaio, comunemente detta retina o anche paglietta,...
Materiali e Attrezzi

Come infeltrire la lana

Si chiama "felting" o "fulling" il processo per infeltrire la lana, ed ottenere un materiale compatto e morbido, perfetto per la realizzazione di spille, borse, cappelli e pantofole. Tuttavia, in commercio è disponibile in pannelli pronti, già lavati...
Materiali e Attrezzi

Come costruire pupazzi con lana e polistirolo

Spesso prima delle feste di Natale si tende ad acquistare oggetti decorativi. Questi serviranno per decorare la casa. Ovviamente senza prendere in considerazione l'eventualità di realizzarli con il fai da te! Infatti, osservandoli ci si rende conto...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare la lana di roccia

La lana di roccia è un materiale di origini vulcaniche. Tra le sue peculiarità più importanti vanno annoverate in particolare le qualità fonoassorbenti e quelle isolanti, dovute alla sua singolare struttura a celle aperte. Oltre a ciò essa ha la...
Materiali e Attrezzi

Come fissare la lana di roccia al muro

La lana di roccia è un particolare silicato amorfo che si ricava dalla roccia; esso viene utilizzato in edilizia per coibentare le pareti. L’isolamento termico e acustico che si realizza con questo tipo di copertura prevede costi abbastanza contenuti....
Materiali e Attrezzi

Come tagliare i pannelli di lana di roccia

Combattere l'umidità nelle case è diventata sempre di più una priorità, e le operazioni non riguardano soltanto il fattore estetico; infatti, isolare una parete umida che genera macchie di verderame, significa anche salvaguardare la salute delle...
Materiali e Attrezzi

Come isolare con la lana di vetro

Chi abita in una casa molto antica, magari risalente a quaranta o anche cinquanta anni fa, può riscontrare il problema di un'umidità ed un freddo continuo, pur se la casa è riscaldata. Questo perché in passato per risparmiare, le abitazioni non venivano...
Materiali e Attrezzi

Come calibrare un termometro per la carne

Un termometro per la carne è uno dei cosiddetti termometri alimentari, ed è utilizzato appunto per misurare la temperatura della carne, così da poterla cuocere perfettamente. Uno strumento molto utile sopratutto per cotture e arrosti particolari che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.