Come Fare La Manutenzione Dello Scaldabagno

Tramite: O2O 25/07/2016
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Qualche volta può succedere che lo scaldabagno fa i capricci; questa situazione si può verificare anche mentre si è sotto la doccia. Questo elettrodomestico bisogna tenerlo costantemente sotto controllo sia per la sua utilità che per il suo costo. Una manutenzione fai da te può garantire un buon funzionamento dello scaldabagno, ma è preferibile farlo controllare da un tecnico specializzato almeno ogni 2 anni. In questo modo si evita uno spreco di energia e l'elettrodomestico è più efficiente. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli su come fare la manutenzione.

26

Se quando si apre l'acqua calda si sente che scorre rumorosamente vuol dire che la sua temperatura è troppo alta e che nei tubi si è formato il vapore acqueo. In questo caso è fondamentale abbassare la temperatura, regolando il termostato. Se lo scaldabagno è elettrico e non scorre l'acqua bisogna controllare sia se la spina è stata messa correttamente nella presa e sia che il dispositivo di sicurezza del circuito non sia aperto.

36

Se dopo aver effettuato questi controlli non emerge nessun problema si deve provare a spostare temporaneamente il termostato ad una temperatura più alta. Mentre se l'acqua che esce è di colore giallastro ed impiega molto tempo a raggiungere la temperatura prestabilita, dopo il riempimento del serbatoio, significa che è arrivato il momento di far pulire e decalcificare la serpentina o il resistore. Bisogna dunque chiamare con urgenza un tecnico specializzato per risolvere il problema.

Continua la lettura
46

Se l'acqua che viene riscaldata finisce in breve tempo vuol dire che se ne utilizza troppo e spesso; così facendo si impedisce di raggiungere all'acqua la temperatura prestabilita. Per poter evitare un alto dispendio energetico è opportuno controllare sulla targhetta del proprio elettrodomestico quanta acqua calda è capace di riscaldare in 1 ora e quindi regolarsi di conseguenza.

56

Se lo scaldabagno è a gas e quando entra in funzione si sente puzza di combustibile si sono intasati il tubo di scarico e l'esalatore. In questo caso va richiesto urgentemente l'intervento di un tecnico competente. Mentre se lo stesso odore si sente in bagno bisogna verificare se lo scaldabagno è spento. Prima di riprovare ad accenderlo è importante fare arieggiare l'ambiente. Può darsi che si è bloccato o si è guastato l'ugello; un esperto è sicuramente in grado di ripararlo. Intanto bisogna tenere spento lo scaldino e chiudere anche il rubinetto del tubo che alimenta il gas.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • prestare attenzione al blocco o al guasto dell'ugello
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come pulire lo scaldabagno

Non tutti utilizzano la caldaia elettrica in casa, c'è chi ancora preferisce lo scaldagagno, che però molto spesso richiede una manutenzione più attenta ed accurata. Difatti non è infrequente la formazione di calcare, che spesso incide sul buon funzionamento...
Casa

Come installare uno scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno è quell'elettrodomestico che ha la funzione di riscaldare l'acqua dell'impianto idrico domestico. Ne esistono di due tipi: a gas oppure elettrico. In questa guida ci occuperemo di quello elettrico, il cui funzionamento avviene appunto...
Casa

Come regolare la temperatura dello scaldabagno

Ogni abitazione affinché si avvicini alle aspettative di ognuno di noi, deve completarsi con tutti quei complementi d'arredo ed elettrodomestici necessari al nostro fabbisogno giornaliero. Dobbiamo dunque acquistare i mobili adatti ed istallare sistemi...
Casa

Come testare uno scaldabagno

Se abbiamo appena acquistato uno scaldabagno nuovo ed intendiamo testarlo, ci sono alcune semplici regole da seguire molto importanti sia per garantirne la funzionalità a lungo termine che, per ottimizzare i consumi energetici. La guida che segue sicuramente...
Casa

Come installare un timer per scaldabagno elettrico

Avere a che fare con ogni particolare della nostra casa, è importantissimo per poter valutare e risparmiare per ogni particolare. In particolar modo, avere uno scaldabagno elettrico, equivale a consumare maggiormente il consumo domestico di energia elettrica....
Casa

Come sostituire un flessibile dello scaldabagno

Capita spesso che il flessibile che allaccia lo scaldabagno elettrico all'impianto idraulico di casa si buchi e quindi occorre sostituirlo. Certo chiamare un idraulico comporta una spesa anche se non eccessiva. Se vi siete precedentemente cimentati in...
Casa

Come scolare l'acqua da uno scaldabagno elettrico

Gli scaldabagni elettrici hanno due elementi riscaldanti, uno nella parte superiore del serbatoio e uno in prossimità del fondo. Il serbatoio deve essere drenato se si presenta la necessità di sostituire questi elementi o di ripulire l'interno del serbatoio....
Casa

Come isolare esternamente uno scaldabagno elettrico

Lo scaldabagno elettrico è una delle principali cause di un elevato consumo di elettricità. È molto pratico e può essere installato ovunque esiste una presa elettrica. Inoltre, non costo moltissimo e non richiede manutenzioni complicate, ma impiega...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.