Come fare la saldatura a stagno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Molti oggetti di uso quotidiano presentano la particolarità di essere uniti tramite delle giunture, che però tendono a staccarsi di continuo nonostante siano saldati. In riferimento a questo tipo di fissaggio, è importante sottolineare che ci sono anche le saldature a stagno che per essere resistenti vanno effettuate in modo perfetto per evitare che abbiano una scarsa tenuta. A tale proposito, nei passi successivi ci sono una serie di consigli utili su come fare un'efficace saldatura a stagno.

25

Occorrente

  • Saldatore a stagno eletrico
  • Stagno e pasta salda
  • Lime
  • Cannello a gas
35

Preparare il saldatore elettrico

La saldatura a stagno non è complessa da realizzare ma richiede una certa manualità e delicatezza, soprattutto se riguarda zone relative a dispositivi di elettronica di largo consumo. Un saldatore a stagno è alimentato a corrente e deve essere preparato in modo corretto prima di poterlo utilizzare. Prima di tutto bisogna preparare la punta di rame. Questa va limata e resa dritta con l’aiuto di una spatola di metallo. Sarà inoltre di fondamentale importanza rimuovere tutti i residui delle lavorazioni precedenti per evitare di non ottenere un risultato ottimale.

45

Appoggiare la punta sullo stagno

Se le punte sono realizzate in leghe metalliche la manutenzione sarà più semplice. Per pulirle dovrete solo sottoporle ad un’operazione di stagnazione ovvero dovrete pulire con una spugna imbevuta di acqua la punta dell’attrezzo una volta che questo avrà raggiunto la giusta temperatura. In base al tipo di saldatura da realizzare dovete scegliere la punta più opportuna. Ciascuna di queste infatti presenta singolari capacità di saldatura e potenza di calore. Se la punta risulta essere di dimensioni troppo ridotte si potrebbe verificare un eccessivo surriscaldamento. Al contrario una punta troppo grande potrebbe danneggiare le parti vicine alla zona da saldare. La punta calda deve essere appoggiata al filo di stagno in modo da raccoglierlo su di essa per essere trasferito nel punto da saldare. Tenete presente che per ottenere un'ottimale saldatura, lo stagno dovrà scivolare fluidamente.

Continua la lettura
55

Usare un cannello a gas

Una tecnica alternativa è quella di appoggiare il filo di stagno sulla zona da saldare e di avvicinare ad esso il saldatore senza però toccarlo. Una volta che lo stagno si sarà raffreddato fungerà da legante tra le parti. Se invece la saldatura a stagno serve per tenere insieme oggetti di grandi dimensioni come ad esempio unire due tubi di rame allora il consiglio è di limare i punti di giuntura e poi applicare un primo quantitativo di stagno con il saldatore elettrico, e poi per rinforzare la giuntura conviene usare un cannello a gas che consente di aggiungerne dell'altro ed in modo abbondante affinché si sciolga perfettamente formando un manicotto molto più resistente e a prova di distacco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come effettuare una saldatura a stagno

Che siate appassionati o meno di bricolage, a volte in casa vi è la necessità di intervenire facendo dei piccoli lavoretti di aggiusto oppure di restauro. Vista la numerosa presenza di oggetti, che oggigiorno vi capitano tra le mani, che hanno parti...
Bricolage

Come saldare a stagno

La saldatura è un'operazione che consiste nell'unire fra di loro due giunti o pezzi mediante fusione o degli stessi o di un terzo elemento che funga da collante. Esistono moltissime tipologie di saldatura, più o meno complesse; una delle tipologie senza...
Bricolage

Come effettuare una saldatura a rame

Per saldare oggetti in rame occorrerà disporre di certi particolari utensili. Si dovrà avere ad esempio un cannello a gas se avete degli oggetti grandi, oppure un saldatore a stagno per fare delle saldature piccole. Tutte e due prevedono però delle...
Bricolage

Come saldare con lo stagno

In molti oggetti di uso comune, come ad esempio gli apparecchi elettrici, possono esserci delle parti saldate con lo stagno. In alcuni casi, si rivela necessario andare a riparare un oggetto poiché le parti si possono dissaldare e, per fare ciò, si...
Bricolage

Come eseguire la saldatura di tubi in rame

I tubi di rame sono largamente utilizzati in ogni abitazione, per questo è facile che capiti di doverli sostituire o riparare. I problemi che nascono durate la manutenzione di questi tubi, sono dovuti soprattutto al metodo di saldatura, che spesso spinge...
Bricolage

Come effettuare una saldatura elettrica

Il fai da te è sicuramente una la moda del momento, ma ovviamente occorre pratica. Una delle cose più difficili e unire due pezzi metallici tra di loro, Lo scopo di questa guida è proprio quella di semplificare l'utilizzo di questa procedura. È...
Bricolage

Come misurare una saldatura ad angolo

Nella presente guida ci occuperemo di saldature, avventurandoci ad argomentare su come poter riuscire a misurare una saldatura ad angolo. La guida che seguirà sarà sintetica e di facile comprensione, divisa in tre diversi passi, escludendo il passo...
Bricolage

Come fare una saldatura a gas

Spesso per i piccoli lavori di casa si chiamano dei professionisti, ma se sei patito del fai da te, se ti piacciono i lavori di ristrutturazione o se più semplicemente ti si è rotto qualcosa e vuoi risparmiare un bel po' di denaro è possibile imparare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.