Come fare la treccia aperta e la doppia treccia

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Con l'inizio della calura estiva, noi ragazze non abbiamo tanta voglia di lasciare liberi i capelli sulle spalle. Per questo motivo, sarebbe davvero utile imparare a fare diverse acconciature, in modo tale da non stressare troppo il nostro capello con piastre e simili. Le trecce ad esempio, sono molto di tendenza in questo periodo. Quindi, senza ulteriori indugi, vi spiegherò in questi brevi passi come fare la treccia aperta e la doppia treccia.

27

Occorrente

  • pettine, forcine, elastico, lacca (opzionale)
37

Innanzitutto, per fare queste due tipologie di trecce bisogna avere un capello medio-lungo. Dopodiché, dovremo pettinare molto bene i nostri capelli, andando ad eliminare nodi fastidiosi che non faranno altro che ostacolare il nostro processo. La treccia aperta non è così difficile da realizzare come si pensa, bisogna che leghiamo dapprima i capelli in una coda alta. Dopo aver fatto ciò, dobbiamo coprire l'elastico con una ciocca di capelli e successivamente, prendere una ciocca superiore e non molto grande dalla sommità della testa. Da questa ciocca poi, dovremo ricavare una classica treccia. Arrivate a tre o quattro intrecci, prendiamo altri capelli dalla coda e uniamoli alla treccia che stiamo creando. Proseguiamo in questo modo per tutta la testa.

47

Quando arriveremo al fondo della treccia, dobbiamo chiudere quest'ultima con un elastico. Dopodiché andremo ad "aprire" la nostra treccia, dall'alto verso il basso, prendendo la prima ciocca da cui abbiamo iniziato a fare la nostra treccia e tirandola lentamente. Controlliamo se è allineata perfettamente al capo e sistemarla con delle forcine. Quando saremo soddisfatte del nostro risultato, solleviamo la treccia e fermiamo la base sulla nuca, in modo da creare un rigonfiamento. Inoltre, saremo noi a decidere quanto vorremo "gonfia" la nostra treccia aperta. A seconda dei gusti.
La doppia treccia invece, è un'operazione abbastanza semplice, ma non per questo facile da realizzare.

Continua la lettura
57

Come per la prima treccia, bisogna che pettiniamo bene i nostri capelli. Successivamente, dobbiamo dividere i nostri capelli a metà, creando in questo modo una scriminatura dritta. Fermiamo metà dei nostri capelli con una molletta e procedere, creando una treccia sul lato dei capelli che non abbiamo fermato. Attenzione però, poiché non dobbiamo prendere tutti i capelli ma solo una piccola parte. Infatti, i capelli che resteranno fuori verranno aggiunti in seguito, ovvero durante la realizzazione della treccia. Continuare ad intrecciare fino alla fine e utilizzare un elastico per chiudere la treccia. Seguire lo stesso procedimento anche dall'altro lato fino a che non avremo ben due trecce identiche. Ed è così, che avremo ottenuto la nostra treccia doppia.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usare un pò di lacca per domare i ciuffi ribelli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare la treccia semplice con i ferri

Imposteremo questa guida con il preciso obbiettivo di spiegarvi, in soli tre passi, come riuscire a realizzare la treccia semplice con i ferri. Possiamo immediatamente incominciare le nostre argomentazioni su questa tematica particolarmente interessante.Hai...
Cucito

Come fare la treccia a tre fasce ai ferri

Da qualche anno a questa parte, sono tornate di moda le antiche arti, come il lavoro a maglia a uncinetto. Ad esempio la treccia a tre fasce realizzata ai ferri, se ben fatta, è davvero bellissima, soprattutto se creata per un maglioncino, oppure per...
Cucito

Come cucire una doppia tenda

Le tende sono degli accessori immancabli in ogni casa: esse non solo si utilizzano per ripararsi dal sole, ma danno anche un tocco di eleganza e stile ad ogni camera. A seconda delle stagioni le tende possono essere di tessuto più leggero o più pesante,...
Cucito

Come realizzare una tenda voile a doppia caduta

Il voile è uno dei tessuti più utilizzati quando lo scopo è la realizzazione di tendaggi. Quest'ultimo viene usato soprattutto per le tende dei soggiorni, oppure, in alternativa per le camere da letto. L'uso viene dettato dalla sua eleganza e dalla...
Cucito

Come realizzare un maglione da uomo ai ferri

Ecco una bella ed interessante guida, mediante il cui aiuto poter essere finalmente in grado di imparare come e cosa fare per imparare come realizzare un maglione da uomo ai ferri, evitando errori e sbagli, che finirebbero con il compromettere la realizzazione...
Cucito

Come Cucire Correttamente Le Passamanerie A Seconda Dei Tipi Di Vestito

Volete cucire correttamente le passamanerie a seconda dei tipi di vestito e non sapete come fare? Grazie a questa guida vi spiegherò come poter procedere, sono dei passi molto semplici, ma che richiedono attenzione e precisione nel loro coretto svolgimento....
Cucito

Come realizzare un tappeto di lana

Se per la vostra camera da letto avete bisogno di realizzare un tappeto di lana, potete farlo seguendo quanto vi viene consigliato nei passi successivi di questa guida. Nello specifico si tratta di procurarvi tutto l'occorrente che potete anche riciclare...
Cucito

Come Realizzare I Plantari Con Le Lenzuola Riciclate

Salve a tutti eccoci ancora una volta con una nuova guida composta da quattro passi semplici ma molto importanti. Una delle sorti più banali di un vecchio lenzuolo, è di ricavarne una serie di pezzuole per spolverare. Ma in realtà, le lenzuola vecchie,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.