Come fare le talee per le piante grasse

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La riproduzione vegetativa è un tipo di riproduzione che permette di ottenere da una pianta originaria, detta pianta madre, altre piante "figlie", in tutto e per tutto uguali a quella di partenza: ciò presenta un indubbio vantaggio quando, per esempio, si è riusciti ad ottenere una pianta che ha subito delle mutazioni, divenendo unica nella sua specie. La talea è il tipo di riproduzione vegetativa più usato soprattutto per le piante grasse, poiché queste sono solite perdere da sè alcune foglie che in poco tempo mettono radici dando vita ad una nuova pianta. Per sapere come fare per ottenere delle buone talee senza danneggiare la pianta madre, bisogna seguire pochi, ma estremamente utili consigli.

25

La prima decisione da prendere, riguarda il tipo di talea che vogliamo ottenere: ne esistono infatti di due tipi, da foglia o da ramo. Per le piante grasse si procede nella maggior parte dei casi scegliendo una foglia in buona salute badando al fatto che, se rimossa, non rovini la pianta madre sia dal punto di vista estetico che per quanto riguarda la salute della pianta stessa: è sbagliato asportare foglie eccessivamente grandi, che paradossalmente hanno più difficoltà a radicare rispetto alle piccole e inoltre minano di molto la stabilità della pianta madre.

35

Se invece non vi sono foglie già cadute disponibili, è necessario procedere alla rimozione di una o più dalla pianta madre: in genere, questa operazione viene effettuata a mano, proteggendosi con un paio di guanti spessi da giardinaggio. Tuttavia, per foglie di maggiori dimensioni, potrebbe essere necessario l'utilizzo di un coltello: da bandire assolutamente sono le forbici, perché comportano un taglio irregolare di difficile cicatrizzazione. Dopo aver effettuato il taglio, è consigliabile riporre per un giorno la talea in un luogo ben ventilato, e solo dopo sistemarla nel suo ambiente definitivo, che come ogni pianta deve essere caldo e umido.

Continua la lettura
45

La talea ottenuta, che in breve darà vita ad una nuova pianta grassa, non ha bisogno di essere innaffiata: nella foglia, a differenza del seme, vi sono già infatti tutta l'acqua ed i nutrienti di cui la nuova pianta ha bisogno per crescere. Bisogna sempre ricordarsi inoltre che la talea, a differenza del seme, deve essere soltanto adagiata sul terriccio, e non posta sotto di esso: infatti una volta che avrà messo le prime radici queste raggiungeranno autonomamente la profondità necessaria, ed inizieranno a prendere dal terreno il nutrimento necessario.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come moltiplicare le piante grasse per talea

Le piante grasse, che prendono realmente il nome di Succulente sono piante cheAssorbono acqua nei loro tessuti durante le stagioni piovose per utilizzarla in quelle di siccità, e si possono dividere sostanzialmente in 2 tipi: quelle che accumulano acqua...
Giardinaggio

Come riprodurre le piante grasse

Le piante grasse sono note per la possibilità di conservare l'acqua che assorbono per poi usarla nei periodi di siccità, e per questo motivo sono amate da chi non ha molto tempo da dedicare alle innaffiature. Inoltre si tratta di esemplari molto resistenti...
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante da talee di fusto

Molte piante possono essere moltiplicate per talee di fusto, il periodo più indicato è quello estivo in quanto le alte temperature favoriscono la radicazione delle talee. Se in casa si possiedono delle piante da appartamento verdi, come la Euonymus...
Giardinaggio

Cura delle piante grasse: 5 consigli utili

Le piante grasse, note anche come "piante succulente" sono famose per la loro capacità di adattamento ad ogni tipo di habitat, anche agli appartamenti, dove possono crescere rigogliose e dare soddisfazioni anche alla più scettica padrona di casa, grazie...
Giardinaggio

Come allestire un giardino con piante grasse

La bellezza suggestiva di un giardino curato e in fiore è sempre uno spettacolo capace di sbalordire. Romantici e delicati, i fiori rendono gli open space piacevoli da vivere in ogni periodo dell'anno. Per rendere però il nostro giardino davvero particolare...
Giardinaggio

5 regole essenziali per curare le piante grasse

Le piante grasse sono le piante d'appartamento più diffuse. Non solo per le loro forme un po' particolari, ma anche per i colori vivaci e, soprattutto, riescono a sopravvivere anche in ambienti molto caldi. Inoltre, per curare le piante grasse non è...
Giardinaggio

Come proteggere le piante grasse in inverno

Esistono piante che in inverno esigono di una protezione adeguata. Tra le più a rischio troviamo le piante grasse. Una buona disposizione, quindi favorisce un'adeguata protezione per tutta la stagione fredda. Se amiamo coltivare le piante e soprattutto...
Giardinaggio

Come comporre un vaso di piante grasse

Le piante grasse sono amate dai più soprattutto per la loro facilita di coltivazione. Infatti hanno bisogno di poca acqua e, grazie alla loro crescita abbastanza lenta, durano veramente tantissimi anni, addirittura decenni. Ne esistono varie tipologie...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.