Come fare l'innesto a spacco

Tramite: O2O 28/07/2017
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il giardinaggio è un hobby molto salutare, esso infatti allevia stress e ansia e permette di rilassarsi. Se anche voi siete degli amanti del pollice verde avrete senza dubbio sentito parlare di innesto. L'innesto è senza dubbio la tecnica maggiormente adoperata per permettere alle piante di riprodursi. Esistono anche altre tecniche, coma la talea, la margotta o la propaggine, tuttavia la facilità dell'innesto ha reso possibile il suo utilizzo in svariati casi. L'innesto a sua volta ha diverse tecniche, una di queste è l'innesto a spacco. Se quindi avete un frutteto e volete provare questo tipo di innesto, non vi resta che continuare nella lettura delle guida per capire come fare.

27

Occorrente

  • Cesoie
  • Coltellino a punta
  • Spago fine o rafia
37

Creare la fessura

L'innesto si ottiene unendo 2 piante che appartengono a specie diverse, ma che botanicamente sono affini. Esso è utile per: propagare specie vecchie, regolare lo sviluppo, favorire l'ambientamento al terreno ed al clima ed inoltre per migliorare l'impollinazione. Se si decide di fare l'innesto agli alberi da frutto o da ornamento (faggio, frassino, castagno) è consigliabile eseguire quello detto a fessura oppure a spacco. In primavera l'innesto si può fare tranquillamente, basta scegliere un ramo da innestare che ha un diametro che varia da 2 a 5 cm. Successivamente si deve prendere la cesoia e tagliare il ramo per poter effettuare l'innesto. A questo punto si deve aprire una fenditura orizzontale di pochi centimetri; in essa bisogna inserire l'altra pianta che è detta "marza". Se il legno è abbastanza duro è opportuno mantenere la fessura aperta con un cuneo all'interno.

47

Preparare la marza

La lunghezza della marza deve essere di circa una decina di centimetri e deve possedere almeno due gemme. Per facilitare l'ingresso della marza nel ramo è necessario fare due tagli obliqui, così facendo la marza scivolerà all'interno con maggiore facilità. Adesso dovrete inserire la marza, durante questa fase dovrete spingere la marza facendo attenzione a farla penetrare per bene all'interno del ramo.

Continua la lettura
57

Inserire la marza

Le parti vitali devono coincidere in quanto sono fondamentali per la ripresa dell'innesto. Bisogna posizionare il pollice lungo l'incisione; in questo modo si può guidare l'inserimento della marza. Quando il diametro del porta-innesto supera i 3 cm bisogna posizionare i 2 innesti da ambo le parti dell'incisione ed in fessura doppia. A questo punto si deve legare saldamente con della rafia umida oppure con dello spago fine. Per evitare la batteriosi è consigliabile ricoprire lo spacco con del mastice specifico per gli innesti.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a doppio spacco inglese

L'innesto a doppio spacco è una tecnica nata in viticoltura e poi diffusa anche in altri ambiti come la frutticoltura. Sebbene questa tecnica sia la più difficile e complicata fra gli innesti, ne esistono molte altre. Le tecniche di innesto sono tutte...
Giardinaggio

Come effettuare un innesto a spacco

L'innesto è uno dei metodi colturali più utilizzati su piante e alberi da frutto. Può succedere che i frutti dati da una pianta non siano di buona qualità. Allo stesso modo alcuni alberi possono non essere di seme originale, quindi crescere come selvatici....
Giardinaggio

Come praticare un innesto su un albero di mandarini

Eccoci qui, pronti per proporvi un articolo, veramente utile e veloce, per imparare come poter praticare, con le nostre mani e grazie alla nostra voglia di fare, un semplice innesto su un albero di mandarini, in modo da poterlo praticare nel modo corretto....
Giardinaggio

Come eseguire l'innesto a cuneo apicale del Glicine

Generalmente si ricorre all'innesto per poter dar vita ad una nuova e più forte pianta dalla pianta che già esiste. Per rendere più solido e dunque efficace ogni innesto generalmente dci si avvale dell'uso della rafia che consente di legare le due...
Giardinaggio

Giardinaggio: i vari tipi di innesto

Se siete patiti di giardinaggio e volete cimentarvi nell'innesto delle piante, sappiate che ne esistono di vari tipi e che seguendo questa semplice guida sarete in grado di apprendere le tecniche più idonee per realizzarli. Scopo dell'innesto è quello...
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sulla vite selvatica

In questa semplice ed esauriente guida vedremo come effettuare l'innesto sulla vite selvatica. La vite selvatica può dare enormi soddisfazioni. Infatti, a seconda del tipo, questa può produrre uva da vino oppure uva da tavola. È pertanto evidente che,...
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sul fico

La coltivazione dell'albero di fico è conosciuta fin dai tempi antichi. I primi cenni storici risalgono addirittura alle primissime civiltà agricole di Egitto e Palestina. Ben presto però il fico si diffuse in tutta l'area mediterranea, per poi essere...
Giardinaggio

Come fare l'innesto a triangolo

Nel campo del giardinaggio esistono diverse pratiche da sfruttare per le nostre piante. Oltre alle comuni cure per il loro mantenimento possiamo praticare delle modifiche. Un albero da frutto, da fiore e piante di vario tipo possono subire un innesto....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.