Come fare manutenzione all'addolcitore

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli addolcitori sono degli strumenti utilizzati in ambito idraulico, per prevenire e contrastare la "durezza" dell'acqua. Per "Acqua Dura" si intende quella che presenta un'elevata concentrazione di sali minerali, tra cui il magnesio ed il calcio. Quando all'interno dell'acqua le concentrazioni di questi elementi chimici sono presenti in quantità eccessiva, il risultato prodotto è la formazione della cosiddetta "Acqua Dura". Questa può arrecare dei seri danni alle tubazioni dell'apparato idraulico, e può provocare la formazione e l'accumulo di diversi depositi, che possono ostruire le tubature stesse. Una delle conseguenze è la perdita di resa delle caldaie ed il danneggiamento di elettrodomestici, come la lavatrice. In questa semplice guida vi spiegheremo, dettagliatamente, come fare la manutenzione all'addolcitore della vostra abitazione.

26

Occorrente

  • Pellet di sale.
36

Il ruolo di un addolcitore è quello di favorire lo scambio di ioni specifici, che hanno la funzione di rimuoverne altri caricati con un segno positivo. In linea di massima, questi ioni rimuovono principalmente quelli catalogati come "ioni calcio" e "ioni magnesio". Vengono, anche, utilizzati per rimuovere il ferro dissolto. Le tipologie dei più comuni addolcitori sono tre: Automatici, Semi automatici e Manuali.

46

Gli addolcitori possono essere provvisti anche di scambiatori ionici, che sono organi con la funzione di effettuare lo scambio tra gli ioni indesiderati con quelli desiderati. Tra gli ioni desiderati annoveriamo, ad esempio, il potassio ed il sodio. Gli addolcitori sono forniti anche di un apposito contenitore di riserva di ioni, che viene riempito ciclicamente ed accuratamente, di compresse di sale oppure di sale grosso.

Continua la lettura
56

La durata degli addolcitori è strettamente correlata alla manutenzione a cui vengono sottoposti. Quindi, come qualsiasi strumentazione di questo genere, richiede una revisione periodica. Possiamo, comunque, affermare che la manutenzione che necessitano è davvero molto minima. Di norma presentano una vita molto elevata, pari a circa 20-25 anni. A tal proposito, è possibile vedere ancora in funzione moltissimi apparecchi degli anni ottanta. Una delle operazioni da effettuare ogni mese consiste nell'aggiunta di pellet di sale nel serbatoio. Il serbatoio, possibilmente, non dovrebbe mai avere meno della metà della capienza. È buona regola controllare, con buona frequenza, anche il serbatoio della brina, per verificare se si sono verificate perdite o particolari disfunzioni. Inoltre, è necessario tentare di verificare se la durezza dell'acqua, una volta effettuate le azioni dell'addolcitore, si è effettivamente ridotta. In caso contrario, è opportuno provare con altre marche di pellet di sale, oppure rivolgersi ad un esperto del settore per affidare il proprio impianto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Provate Varie Marche Di Pellet Di sale

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Guida alla manutenzione del ferro battuto

Il ferro battuto viene utilizzato spesso per arredare gli appartamenti, ad esempio per impreziosire il letto della camera da letto, per realizzare bellissimi balconi eccetera. Naturalmente, come ogni altro materiale, il ferro ha bisogno di un'accurata...
Materiali e Attrezzi

Piastrelle adesive: consigli di manutenzione

Le piastrelle adesive sono la soluzione ideale per chi ha la necessità di risparmiare oppure di sostituire spesso il rivestimento di casa, esterno e/o interno. Infatti le piastrelle adesive hanno un costo davvero basso e si applicano senza problemi a...
Materiali e Attrezzi

Come fare manutenzione a una motosega

La motosega è uno strumento molto utilizzato soprattutto dai taglialegna durante le loro opere di disboscamento delle foreste, ma può essere utilizzata anche dai meno esperti semplicemente per tagliare alberi troppo grandi per esempio nel giardino....
Materiali e Attrezzi

Legno lamellare: consigli di manutenzione

Il legno lamellare è oggigiorno utilizzato in tantissime applicazione. Utilizzato principalmente per la realizzazione di mobili, questo particolare profilato ligneo è usato anche per realizzare strutture più o meno mastodontiche come gazebo o anche...
Materiali e Attrezzi

Guida alla manutenzione di un estintore

L'estintore ogni giorno salva centinaia di vite umane. La sua presenza è obbligatoria in ogni ambiente pubblico e sopratutto in luoghi dove si maneggiano sostanze facilmente infiammabili. Proprio grazie al suo essenziale uso, è necessario elaborare...
Materiali e Attrezzi

La pietra refrattaria: utilizzo e manutenzione

In qualsiasi abitazione, tra i tanti utensili e materiali che si hanno a disposizione, non dovrebbe assolutamente mancare una pietra refrattaria, dal momento che si tratta di un importante elaborato che si ottiene dalla cottura dell'argilla, utilizzato...
Materiali e Attrezzi

Consigli di manutenzione di una capanna per attrezzi

Gli uomini sono spesso convinti che le donne amino soltanto i tipi palestrati e che sappiano riparare tutto quando l'occasione lo richiede, sfoggiando magicamente gli attrezzi custoditi gelosamente nella capanna accanto a casa, in genere situata nel giardino,...
Materiali e Attrezzi

come fare Manutenzione del tosaerba

Se come dice l'adagio popolare "l'erba del vicino è sempre più verde", in prossimità dell'arrivo della primavera, è necessario mettere in pratica e in tempo utile, tutte le necessarie cure affinché il manto erboso del vostro giardino, non tema confronti....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.