Come fare per riparare uno strappo nella finta pelle

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La finta pelle, comunemente detta ecopelle, è un materiale piuttosto delicato, utilizzato per realizzare diversi capi, tra i quali i giubbotti e anche divani. Malgrado la sua somiglianza con la vera pelle, si tratta di un tessuto di qualità decisamente inferiore, che può essere più facilmente soggetto all'usura. Spesso capita che sui giubbotti si causino dei graffi o che, ancora peggio, si strappi il tessuto accidentalmente o perché sfibrato. Come poter intervenire in questi casi e, come fare per riparare uno strappo nella finta pelle ce lo spiegheranno gli esaurienti passi della guida che segue.

27

Occorrente

  • Nastro adesivo per tessuti; colla universale trasparente; carta vetrata fine
37

Agire tempestivamente prima che lo strappo si allarghi notevolmente

Iniziamo col dire che la riparazione di uno strappo nell'ecopelle è un'operazione complessa, ed il risultato finale non è sempre apprezzabile. Anche dopo aver accuratamente eseguito delle riparazioni si noterà che nell'area dello strappo sono stati praticati dei lavori di rattoppo. Il procedimento di seguito illustrato è dunque raccomandabile per salvare delle giacche strappate in aree nascoste, in maniera tale da poter tranquillamente usare il capo come prima, senza che nessuno si accorga di nulla. Meglio agire tempestivamente prima che lo strappo continui ad allargarsi. Sarà utile avvicinare il più possibile i lembi di pelle in maniera tale da congiungerli; bisognerà poi fissarli perché restino in questa posizione. Procurarsi dunque delle strisce di nastro adesivo (facilmente acquistabili in una qualsiasi merceria) ed applicarle perpendicolarmente allo strappo a distanza di 2-3 cm tra loro, lasciando così scoperte delle aree.

47

Applicare della colla universale trasparente

Nelle aree scoperte applicare della colla universale di tipo trasparente. Nel caso in cui il prodotto si estenda oltre l'area d'interesse, asciugate immediatamente, perché si asciugherà subito e, una volta terminato il lavoro potrebbe risultare antiestetico. Si raccomanda di utilizzare questo tipo di colla: altre tipologie possono infatti risultare aggressive e bruciare il capo, rovinandolo ancor più. Una volta asciugata la colla applicata tra le strisce di nastro, togliete queste ultime ed applicate il prodotto anche nelle aree prima coperte.

Continua la lettura
57

Passare della carta vetrata a grana finissima

Terminato questo lavoro e trascorsa anche la fase di asciugatura della colla, applicatene un altro strato uniforme su tutta l'area dello strappo ed attendete l'essiccazione. Non resta che passare della carta vetrata dalla grana finissima sulla superficie nella quale sono stati praticati i lavori, in maniera tale da renderla uniforme e simile a quella originale. Darete così un aspetto opaco alla colla, ed il colore assumerà una tonalità simile a quella dell'ecopelle del vostro giubbotto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Agite tempestivamente prima che lo strappo si allarghi ulteriormente
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come cucire saldamente uno strappo

Molto spesso quando ci si trova a rammendare degli strappi, ci si accorge che nell'arco di breve tempo la riparazione appena eseguita ha già ceduto e quasi sempre questo accade nel momento meno opportuno. Il tempo della crisi, inoltre, ha creato la necessità...
Cucito

Come riparare un buco in una giacca di pelle

Ci sono degli oggetti a cui siamo legati e ai quali non vorremmo mai rinunciare, anche se sono di poco valore. Purtroppo però ogni cosa è soggetta al tempo che consuma e rovina, sicché è necessario prenderci cura dei beni che ci stanno più a cuore...
Cucito

Come nascondere uno strappo nel piumino

I piumini che in inverno ci riparano con tanta eleganza dal freddo, sono soggetti a lacerazioni e strappi dovuti all'uso quotidiano. Il tessuto stesso, infatti, è facilmente lacerabile. In questi casi è necessario intervenire il prima possibile, perché...
Cucito

Come ricucire uno strappo

Come provare a ricucire uno strappo che accidentalmente si è verificato su un capo di vestiario? Se vi è successo di lacerare abiti o pantaloni converrete che è uno spreco inutile, oltre che un dispiacere, gettare via tutto senza aver fatto almeno...
Cucito

Come riparare gli strappi dei jeans

Il jeans è senza dubbio il capo di abbigliamento per eccellenza. Amatissimo da grandi e piccoli, uomini e donne, ve ne sono davvero per tutti i gusti. Come, però, accade per qualsiasi cosa, anche questo gettonatissimo capo va incontro a usura ed è,...
Cucito

Come riparare un piumino strappato

Capita spesso di trovare i propri capi strappati, o perché sono in un tessuto delicato che tende facilmente a sfilacciarsi o, molto probabilmente, sono stati lavati in modo errato. Tra questi ci sono gli utilissimi piumini che si usano soprattutto in...
Cucito

Come Riparare Gli Spacchi Delle Gonne

Le nostre nonne erano tra le più brave sarte del mondo. Infatti in Italia era molto diffusa l'usanza che le donne imparassero a cucire sin da piccole. Queste sono delle tradizioni che stanno cadendo in disuso e le persone capaci di cucire e rammendare...
Cucito

Come ricondizionare il tessuto in pelle

La pelle, come sappiamo, è molto delicata e, per togliere lo sporco sono da evitare i prodotti troppo aggressivi. Usate prodotti specifici che non danneggino la pelle, lasciandola pulita come nuova. I sedili dell'auto, per esempio, sono quelle parti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.