Come fare un abito stile impero

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se andate a guardare un quadro dell'epoca napoleonica, vi accorgerete che le donne indossavano degli abiti molto semplici ma che cadevano davvero bene anche su corporature non esattamente gracili. Gli abiti cosiddetti "stile impero", videro la loro apoteosi durante l'impero napoleonico ma si ispiravano all'epoca bizantina e soprattutto all'impero romano. La caratteristica di questi abiti era la vita molto alta, praticamente sotto il seno, e la grande semplicità al confronto con i sontuosi abiti del '700. Nella seguente guida vedremo proprio come fare un abito stile impero.

26

Prendere le misure

Fare un abito stile impero comporta poca fatica e poca stoffa, perché è lungo ma piuttosto stretto, anche se non aderente. Il colore ideale è il bianco e, proprio per questo dettaglio, lo stile si presta bene per realizzare abiti da sposa. Per fare questo tipo di abito a meno che non siate delle sarte provette, avete bisogno di un cartamodello ma prima ancora dovete prendere le misure della persona che deve indossarlo. Prendete le misure del girovita, del bacino, del torace, la distanza e l'altezza del seno, la larghezza delle spalle e infine la lunghezza dell'abito.

36

Tagliare il cartamodello

Scegliete il tipo di stoffa a vostra scelta ed iniziate a fare l'abito stile impero. Innanzitutto, ritagliate il cartamodello seguendo perfettamente le linee ed i punti della vostra taglia. Prestate molta attenzione che a volte potrebbe non corrispondere del tutto: meglio avere una taglia in più che togliere parti che potrebbero rivelarsi necessarie. Quando sarà il momento di tagliare la stoffa, dovete essere certi delle misure e lasciare tre centimetri per le cuciture. Mettete insieme le parti dell'abito stile impero con gli spilli e poi imbastite.

Continua la lettura
46

Cucire e personalizzare l'abito

Provate il vestito stile impero per capire se vi sta bene prima di cucire e rifinire. Se vi sta a pennello, cucite insieme le parti del vestito e rifinire con il punto zig-zag. Inserite una cerniera, meglio se quella invisibile, e passate alle decorazioni. Questi abiti, solitamente, hanno dei fiocchetti annodati sotto il seno e le maniche a sbuffo. Eventualmente, potreste aggiungere anche un bordo in pizzo per rifinire e per dare un tocco delicato. Se volete dare un effetto ancora migliore, pettinate i capelli stile romano con riccioli sulla fronte e con un nastro legato intorno alla testa. Divertitevi a personalizzare il vostro abito con stoffe e dettagli da voi scelti, tenendo sempre presente lo stile degli abiti stile impero.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come fare un elmo romano

Che sia per Carnevale o per una festa in maschera, ogni tipo di costume rappresenta motivo di allegria e spesso non è neppure necessario spendere grandi somme di denaro per crearne uno, anzi, in molti casi è possibile realizzare qualcosa di originale...
Giardinaggio

Come coltivare l'asparago selvatico

L' asparago selvatico contiene una grande quantità di vitamina C, acido folico, caroteni e vitamina B2; inoltre, questa pianta ha degli effetti positivi sulla fluidità del sangue, sulla diuresi e sulla stitichezza: le seguenti caratteristiche lo rendono...
Bricolage

Come realizzare una maschera da robot

Un'antica tradizione, che affonda le sue radici nella notte dei tempi, vuole che a Carnevale ci si travesta in maschera e manufatti. Questi ultimi sono utilizzati, sin dalla preistoria, per finalità religiose, rituali o per effettuare delle rappresentazioni...
Altri Hobby

Come riconoscere le monete imperiali romane

Quando si parla dell'antica Roma e della sua storia il pensiero va diretto alla Roma imperiale, in quanto periodo post-classico di maggiore sviluppo culturale, sociale, politico ed economico. Una delle testimonianze più preziose di tale periodo, che...
Bricolage

Come rimediare a uno strappo del bracciolo divano o poltrona

Il divano, anche detto sofà, ottomana o, meno propriamente, canapè, è un sedile imbottito e dotato di braccioli come una poltrona, ma di forma allungata in modo da poter accogliere più persone contemporaneamente. È un elemento piuttosto comune dell'arredamento...
Altri Hobby

Come creare oggetti in vetrofusione

L’utilizzo del vetro risale a tempi antichissimi, troviamo, infatti, testimonianze del suo utilizzo nell’antico Egitto, in India, in Cina o ancora durante l’Impero Romano, popolazioni che se ne servivano per realizzare monili, utensili, vasi, stoviglie...
Bricolage

Come eseguire disegni con l'intarsio

Eseguire dei disegni con l'intarsio è una tecnica molto particolare. Questa ha origini antichissimi e la usavano perfino i Egizi. Infatti, gli intarsi in avorio venivano fatti anche nei cofanetti eseguendo dei motivi geometrici. Questi con il passare...
Giardinaggio

Le migliori piante per un giardino in cui non batte il sole

Il giardino rappresenta da sempre una delle tradizioni più antiche, con la quale l'uomo si è divertito a modellare il paesaggio intorno a sé, impiegando stili diversi di architettura e di arte, per dare una forma alla creatività e alla ricchezza,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.