Come fare un bavaglino con il macramè

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'arte del macramè consiste nell'annodare dei filati creando quindi dei merletti, per realizzare poi degli oggetti di vario genere. Si tratta inoltre di una tecnica di ricamo antica, ed ancora oggi molto diffusa; infatti, con il macramè è possibile abbellire degli asciugamani in lino o di cotone, le tovaglie, oppure creare dei centrini, degli orecchini e tanto altro ancora. In riferimento a ciò, ecco una guida su come fare un bavaglino con il macramè.

25

Occorrente

  • Filati
  • Ferri per la lana
  • Ago e filo dello stesso colore del tessuto
  • Fettuccia
35

Acquistare i filati

Come prima cosa, dovete procurarvi i filati che vi serviranno per realizzare il vostro bavaglino. La scelta può ricadere su filati di cotone, lino, seta o altro, ma l'importante è che acquistate un filato resistente e ritorto. Detto ciò, avrete bisogno di un piano piatto, e di un cuscino su cui andrete a fissare con degli spilli il vostro macramè. Una volta procurato tutto il materiale, sarete pronte per iniziare a realizzare il vostro raffinato bavaglino. Per lavorare con il macramè, si possono creare due punti base; infatti, esistono il nodo a cordoncino e quello definito piatto. Partendo da questi due, se ne possono poi ottenere tanti altri, oppure inventarne dei nuovi in base alla personale creatività.

45

Disegnare la sagoma del bavaglino

Per iniziare il lavoro, i fili si annoderanno su di un tessuto che abbiamo ritagliato sulla base della sagoma disegnata del bavaglino, oppure si partirà da un filo teso in modo orizzontale tra due spilli, se preferiamo che risulti solo il ricamo. La lunghezza dei fili, dovrà inoltre essere circa sette volte la misura del merletto che si desidera raggiungere alla fine. Sopra il bastoncino orizzontale di supporto o il filo teso orizzontalmente, si inserisce la cordicella piegata in due in modo che faccia un anello. Questo si piega poi all'indietro, e si fanno passare i due fili penzolanti dentro. Il filo va fissato poi a circa 30 centimetri, e si incrocia la corda attorno alla mano ed in particolare sul dito mignolo, ripetendo l'azione finché il filo sarà esaurito. In questo modo sarà più facile proseguire il lavoro.

Continua la lettura
55

Completare il lavoro

A questo punto si può completare il lavoro, procedendo con un nodo e piegando l'estremità sinistra sopra quella destra del filo, poi in sequenza si passa quella destra in alto, sopra ed attraverso l'anello formato dall'estremità sinistra, e poi si tende il tutto. L'operazione si ripete ad oltranza, fino al raggiungimento della lunghezza desiderata. Il lavoro adesso può considerarsi ultimato, non prima di aver cucito alle due estremità alte del bavaglino due sottili fettucce, che serviranno poi per ancorarlo al collo del vostro bebè.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come fare un bavaglino natalizio

Volete fare un piccolo pensiero per il bebè di una vostra amica o per il vostro bimbo appena nato? Ogni anno ci sono delle ricorrenze davvero piacevoli da festeggiare, in particolari con i piccoli di casa: una di questa è sicuramente il Natale. Perché...
Altri Hobby

Idee per il bavaglino del bambino all'uncinetto

Se per il nostro bambino o per quello di una persona cara, intendiamo realizzare un bavaglino all'uncinetto, abbiamo la possibilità di sfruttare numerose idee e crearlo in base all'età con diverse figure riportate e sagome particolari, oppure abbinarlo...
Altri Hobby

Come realizzare orecchini macramè

Il macramè è un'arte che mediante l'annodamento di fibre, offre la possibilità di realizzare varie tipologie di creazioni. Esse si presentano con un aspetto palpabile, intricato, una texture che rende gli oggetti inconfondibili ed esteticamente gradevoli....
Altri Hobby

Come fare un bracciale con filo metallico a macramè

Il macramè è un tipo di stoffa che, opportunamente intrecciata, permette di realizzare diversi oggetti decorativi; infatti, oltre a centrini, finiture per cuscini e lenzuola, è anche possibile creare dei bracciali. In questa guida, nello specifico,...
Altri Hobby

Macramè: tecniche di lavorazione base

I tessuti sui quali è più semplice effettuare la lavorazione a macramè sono quelli realizzati in lino. Il macramè rappresenta un'arte molto antica, che veniva praticata fin dal XII secolo dagli Arabi. Per chi non ha una base di ricamo e non possiede...
Altri Hobby

Come fare un fiocco in macramè

Le celebrazioni hanno bisogno di una decorazione adeguata. Nel periodo natalizio ad esempio si cerca di abbellire ogni angolo della casa con fiocchi, angioletti e merletti. Ma accade anche in feste diverse, anche personali, come compleanni o feste per...
Altri Hobby

Come realizzare un ciondolo in macramé

Il macramé è una tecnica che si basa sull'intrecciare diversi fili. Questa tecnica è impiegata per realizzare molti oggetti e permette di mettere in atto molte combinazioni di colori per creazioni uniche e d'effetto. Tra le realizzazioni più di successo...
Altri Hobby

Come realizzare un gufo in macramè

Molto spesso quando abbiamo bisogno di qualche orecchini, collane, ecc. Preferiamo recarci presso appositi negozi per acquistare questi oggetti già confezionati ed essere sicuri di fare sempre una bella figura, ma spendendo la maggior parte delle volte...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.