Come fare un buon massaggio ai piedi

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I piedi sono una parte fondamentale del nostro corpo, poiché ci consentono di muoverci e di svolgere le abituali attività quotidiane. Per questo motivo, è importante curarli e trattarli con prodotti specifici, e tecniche adeguate di massaggio. Proprio in riferimento a queste ultime, ecco dunque una guida su come fare un buon massaggio rilassante ai piedi.

25

Occorrente

  • Bacinella
  • Acqua calda
  • Olio essenziale di lavanda
  • Asciugamano di spugna
35

Immergere i piedi in acqua calda

Innanzitutto, è importante sottolineare che fare un buon massaggio ai piedi, può aiutare ad eliminare lo stress, a combattere gli stati d'ansia, la pesantezza e il gonfiore alle gambe. Il massaggio ai piedi veniva praticato fin dai tempi antichi, poiché i suoi benefici erano ben conosciuti fin da allora. La prima operazione da effettuare consiste nell'immergere i piedi in una bacinella di acqua calda per almeno 15 minuti. Per ottimizzare il risultato inteso come eliminazione preliminare di pesantezza e stanchezza, possiamo anche aggiungere qualche goccia di olio essenziale, magari alla lavanda, visto che si tratta di un ottimo antisettico naturale.

45

Massaggiare i piedi con dell'olio

Una volta terminato il lavaggio rilassante, bisogna asciugare accuratamente i piedi con un piccolo e morbido telo di spugna. A questo punto, la gamba va distesa e leggermente rialzata, dopodiché prendiamo il piede e lo massaggiamo con dell'olio opportunamente fatto riscaldare tra le mani. Inoltre lo stesso piede deve essere ben fermo e possibilmente sorreggendolo sul tallone. Adesso si può iniziare ad eseguire delle pressioni. Si può quindi partire dall'alluce fino ad arrivare al dito mignolo passare per il tallone, e poi chiudere il cerchio raggiungendo di nuovo l'alluce e nel caso si può ripetere l'operazione aggiungendo altro olio. Il massaggio tra l'altro per sortire un buon effetto, deve essere effettuato anche sul dorso del piede.

Continua la lettura
55

Massaggiare la pianta dei piedi

A questo punto avendo completato il laterale e il dorso, non ci resta che ultimare il lavoro, massaggiando la pianta ovvero la parte più delicata e sensibile del piede. In questo caso il massaggio va fatto con il pugno chiuso utilizzando le nocche. Il movimento deve inoltre essere costante e dall'alto verso il basso. Successivamente si procede tenendo premuta la pianta del piede con il palmo della mano facendolo ruotare. Infine per completare questo funzionale e professionale massaggio, si procede con altri piccoli movimenti rotatori sul tallone, aggiungendo in questo caso dell'altro olio, visto che si tratta della parte più dura del piede e che va quindi ben ammorbidita.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come identificare le monete antiche cinesi

Se siete degli appassionati di storia antica o se semplicemente avete ritrovato una vecchia moneta e volete sapere a che periodo appartiene allora siete capitati sulla guida giusta. Oggi infatti vi parleremo delle antiche monete cinesi. In particolare...
Altri Hobby

5 idee per fermalibri creativi

I libri non stanno mai in piedi da soli ed è molto difficile trovare dei fermalibri originali e creativi in commercio. Nonostante la tendenza a leggere i libri su un e-book reader, chi ha la passione per i libri non può fare a meno della versione cartacea....
Altri Hobby

Come realizzare delle lanterne volanti

Le lanterne volanti sono degli oggetti che possono creare giochi di luce davvero molto interessanti. Realizzarle non è cosi complicato come si può pensare, poiché basterà un po' di manualità e di passione per il bricolage, senza però creare troppi...
Altri Hobby

Noccioli di ciliegia: idee per l'utilizzo

Quando in estate fate una scorpacciata di ciliegie, non gettate assolutamente via i noccioli, ma conservateli tutti perché vi possono essere utili per vari scopi. In questa guida vi illustro quali possono essere 5 idee per l'utilizzo dei noccioli di...
Altri Hobby

Tavola da snowboard: consigli per la laminatura

Se amate la neve e le lunghe settimane bianche sugli sci, allora sicuramente prima o poi entrerete in contatto anche con il fantastico mondo dello snowboard. Lo snowboard è un'attività che permette di solcare le piste con una tavola legata ai piedi,...
Altri Hobby

Come svuotare le capsule del caffè

Possedere una macchinetta per il caffè può essere un grande vantaggio per chi va spesso di fretta ma non vuole rinunciare ad una buona tazzina di caffè caldo. Le capsule del caffè assicurano un ottimo caffè ogni giorno, ma non sempre la comodità...
Altri Hobby

Come fare delle babbucce in feltro

Con l'arrivo del grande freddo occorre iniziare ad organizzarci per tenere ben caldi i nostri piedi. Cosa c'è di meglio allora di due splendide babbucce fatte a mano? Se intendiamo realizzare delle babbucce, il feltro è il materiale più idoneo in quanto...
Altri Hobby

Come rendere le tue scarpe impermeabili

Siamo ben felici di aiutarti a capire ed imparare come e cosa fare per rendere le tue scarpe del tutto impermeabili, in maniera tale da poterle utilizzare anche durante quelle giornate piovose, che sono tipiche dell'inverno o della stagione autunnale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.