Come fare un costume da Biancaneve

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il mondo delle fiabe più famose dà sicuramente degli spunti se si vuole avere un costume da sfoggiare quando si partecipa ad una festa in maschera. Uno dei più famosi è quello di Biancaneve, la principessa che fu avvelenata da una strega con una mela incantata. Il costume si può acquistare in un negozio che si occupa di questo tipo di abbigliamento. In alternativa si può realizzare con il metodo fai da te utilizzando pochi materiali abbastanza economici. In questo tutorial vengono dati alcuni utili consigli su come fare un vero costume da Biancaneve, fedele al personaggio della fiaba ed al tempo stesso personalizzato.

26

Occorrente

  • stoffa gialla
  • stoffa blu
  • stoffa rossa
  • nastro rosso
  • ballerine nere
36

Anche se è un costume principesco non è difficile realizzarlo. All'inizio bisogna rimediare una gonna lunga oppure un vestito lungo di colore giallo. Se è complicato si può acquistare una stoffa di raso gialla senape e foderare una gonna o un vestito. A questo punto si deve coprire il torace con un corpetto blu. Si può utilizzare una maglia con le maniche corte e gonfie che già si possiede oppure realizzare con della stoffa blu un corpetto da mettere sopra il vestito giallo o la gonna. Le maniche si possono realizzare in raso blu, imbottendole con della gommapiuma per cuscini e cucirle lateralmente al corpetto. Su di esse vanno messi degli inserti rossi a forma di goccia.

46

Il vestito può essere completo solo dopo che sono state rimediate una mantella rossa (da realizzare con della semplice stoffa) da apporre sopra il vestito e delle classiche scarpe ballerine nere. I capelli di Biancaneve sono corti ed a caschetto; non è fondamentale avere questo taglio, ma è indispensabile essere bruna. Se si hanno capelli di colore diverso si può utilizzare una parrucca. Poi, è consigliabile mettere un nastro rosso nei capelli e legarlo sulla superficie della testa in modo da formare un fiocco.

Continua la lettura
56

Biancaneve è chiamata così in quanto ha una carnagione molto chiara. Per questo motivo si deve utilizzare un trucco abbastanza semplice e bisogna schiarire la pelle con la cipria. Dopo avere fatto ciò si devono mettere in evidenzia le guance con del phard rosso ed utilizzare un rossetto dello stesso colore. È importante però non truccare gli occhi, mentre è opportuno utilizzare del mascara per allungare le ciglia. A questo punto si può aggiungere il tocco finale con la mela. Bisogna prendere una mela rossa e lucida e portala con sé. In questo modo il costume diventa perfetto, fedele a quello della fiaba ed unico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usate la fantasia, rendetelo originale magari aggiungendo accessori

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare un costume di Carnevale da regina di cuori

Il Carnevale è quasi alle porte e come ogni anno i bambini sono in trepidazione per la scelta del vestito da indossare. Acquistare il costume più adatto per uscire e sfilare per le strade della propria città è un'emozione unica e divertente e, ancor...
Cucito

Come fare un costume da dama del Settecento

Per Carnevale o per qualsiasi altra manifestazione in costume, l'abito da dama del Settecento rappresenta una scelta di grande effetto. Laborioso ed impegnativo, richiede molta creatività nell'assemblaggio dei vari tessuti e colori. Si caratterizza principalmente...
Cucito

Come realizzare un costume da piratessa

Quando si riceve un invito per una festa in maschera, non è per forza necessario correre in un negozio di costumi e spendere cifre folli per fare bella figura. Con molta fantasia e un pizzico di praticità, si può realizzare un costume non solo molto...
Cucito

Come fare un costume da aristocratica del '600

Quando arriva Carnevale, andiamo alla ricerca di un travestimento particolare ed originale allo scopo di stupire i nostri amici. Le idee che ci frullano in testa sono tante ma sicuramente una più bella dell'altra. Se non riusciamo a trovare quello che...
Cucito

Come realizzare un costume tirolese

Realizzare un costume tipico tirolese rappresenta, sicuramente, un'impresa di indubbia difficoltà. È un compito difficile da portare ad esecuzione, anche se è realizzabile da chiunque si diletti nell'arte del taglio e del cucito, utilizzando come base...
Cucito

Come realizzare un costume sardo

La Sardegna è una regione ricca di tradizione, che che vanta una molteplicità di costumi maschili e femminili, che possono essere diversi dalle varie zone, ma che mantengono sempre una certa uniformità dovuta alle tradizioni sarde. Questi costumi sono...
Cucito

Come confezionare un costume da locandiera

La locandiera è una tipica figura del 700, che ha ispirato anche il Goldoni che ha scritto l'omonima opera. Di particolare effetto è tuttavia il suo costume, che ancora oggi viene apprezzato specie in occasione di feste o rappresentazioni teatrali....
Cucito

Come fare un costume da sirena

Il costume da sirena è senza ombra di dubbio una delle maschere femminile più amate e definibili seducenti. Per poter indossare questo costume è necessario avere un fisico abbastanza magro, in quanto è un abito molto attillato e avvolgendosi a fascia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.