Come Fare Un Divanetto Per Il Gatto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi possiede un gatto sa bene che questi amici a quattro zampe amano i posti comodi e caldi. Se è vero che coccolare il proprio micio, comodamente seduti sul divano, può essere piacevole, è anche vero che certe volte il micio non vuol proprio saperne di scendere dalla propria poltrona preferita. Ecco, allora, che diventa necessario preparargli un luogo comodo dove poter riposare e che sia solamente suo. Vediamo quindi insieme come fare un divanetto per il gatto con poche e semplici mosse.

26

Occorrente

  • Tavole di abete
  • 4 piedi a cipolla
  • cuscino da letto
  • 2 paraspifferi
  • tela di cotone
  • seghetto alternativo
  • viti
  • macchina da cucire
36

Come prima cosa assicuratevi di avere tutto il necessario a portata di mano. Iniziate il lavoro tagliando con l'aiuto di un seghetto una tavola della dimensione del cuscino che avete a disposizione. Levigatela con carta abrasiva fine. Con un trapano eseguite quattro piccoli fori sulla parte inferiore e, usando le viti, fissate i quattro piedini a cipolla. Una volta assemblata la base, trattatela con il mordente. Aspettate un paio d'ore e successivamente verniciate con una mano di trasparente inodore. Questo primo pezzo sarà la base del divanetto. Mentre la vernice si asciuga, tagliate dalla tavola di abete lo schienale e i laterali, da trattare e verniciare allo stesso modo.

46

Nel frattempo iniziate a preparare l'imbottitura. Prendete un cuscino con imbottitura sintetica. È importante scegliere un cuscino sintetico per poterlo lavare e disinfettare frequentemente in lavatrice. Avvolgetelo con la stoffa che avete scelto al rovescio e con degli spilli fermatela seguendo i lati. Aggiungete un paio di centimetri di stoffa per lato, in modo da poter chiudere la stoffa. Cucite a macchina, lasciando un lato aperto, proprio come nelle fodere da letto. Rifinite poi questo lato con un orlo e aggiungete tre bottoni automatici. Infilate il cuscino e chiudete il tutto.

Continua la lettura
56

Prendete i para spifferi che vi sarete procurati e tagliateli della lunghezza necessaria per imbottire schienale e braccioli. Cucite l'apertura procurata col taglio e poi rivestite anche questi con la stoffa di cotone al dritto. Chiudete, senza lasciare lati aperti, in quanto potrete mettere tutto in lavatrice senza rovinarli. Infine, unite i bracciolo, la schiena e il secondo bracciolo con cuciture fatte a mano, in modo che risulti un unico pezzo. Se lo desiderate potete anche aumentare l'altezza di queste imbottiture, raddoppiando e cucendo uno sopra l'altro i para spifferi che avete scelto per creare lo schienale e i braccioli, rendendo ancora più confortevole il divanetto. Adesso, assemblate le parti in legno con viti e colla da falegname, poi completatelo con le imbottiture e posizionalo accanto al tuo divano. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se aggiungerete anche una calda copertina di pile il vostro micio, ne sarà felicissimo e potrà rifugiarsi qui quando vorrà.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come foderare la gommapiuma

La gommapiuma è un materiale abbastanza diffuso, specialmente nel campo della tappezzeria. Infatti, in casa oppure in ufficio si ha sicuramente qualche pezzo d’arredamento in gommapiuma che è stato rivestito. Prima di cominciare a foderare qualcosa...
Casa

Come rivestire una poltrona di vimini

Siete alle prese con rinnovi e variazioni per quanto riguarda il vostro arredamento di casa? Se è così, oppure desiderate semplicemente creare dei rivestimenti per i vostri divanetti e poltrone, per salvaguardarli dalla polvere e dall'usura del tempo,...
Altri Hobby

Come realizzare federe con canovacci

Chi l'avrebbe mai detto che si possono realizzare federe per cuscini utilizzando dei semplici canovacci? Eppure il fai da te ha una semplice regola: creare cose utilizzando oggetti impensabili. Tutti possediamo degli strofinacci in cucina, e molti rimangono...
Bricolage

Come riparare un bracciolo di poltrona

Se si possiede nella propria abitazione una sedia vecchia oppure uno scranno antico, potrebbe capitare di dover riparare un bracciolo claudicante o definitivamente rotto. Se siamo di fronte ad un mobile di un certo pregio, ci si può sempre rivolgersi...
Casa

Come creare un salottino con i pallet

Arredare la casa con materiali di riciclo è diventato sempre più diffuso, specie se si tratta del legno. A tale proposito, un materiale del genere che si presta per particolari elaborazioni, è quello con cui vengono realizzati i pallet. Queste strutture,...
Bricolage

Come trasformare dei bancali in mobili da giardino

I bancali in legno meglio conosciuti come pallet, oggi vengono utilizzati sia in casa che all'aperto per creare delle eleganti strutture che in taluni casi possono diventare anche dei funzionali mobiletti. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni...
Altri Hobby

Come riutilizzare un materassino

Senza dubbio il miglior modo di riutilizzare un vecchio materasso è riciclarlo. Oggi con la crisi che incombe incessante sulle nostre tasche, non si butta via niente, anzi ci si pone il problema di come potere riutilizzare qualsiasi oggetto che per tanti...
Casa

Come fare un rotolo antispifferi per porte e finestre

Uno dei motivi per cui si disperde il calore delle nostre case, causando conseguentemente un consumo di energia suppletivo, è l'esistenza degli spifferi nelle nostre porte e nelle nostre finestre. Pur non potendo eliminarli, possiamo tuttavia ovviare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.