Come fare un fermaporta a forma di cagnolino cn il feltro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In commercio certamente esistono molte tipologie di fermaporta, ovviamente tutte molto utili ed affidabili. Tuttavia, se si dispone di particolare fantasia e si è appassionati di lavoretti fai da te, costruire un fermaporta con le proprie mani può davvero rappresentare un'idea simpatica ed originale. Riguardo alle forme da far assumere al vostro fermaporta, l'imbarazzo della scelta è davvero molto ampio. In questa guida, ad esempio, vogliamo spiegarvi come fare un fermaporta a forma di cagnolino con il feltro. Un'idea originale che piacerà molto anche ai vostri bimbi.

26

Occorrente

  • Stoffa in pelo animale (feltro), pennarello, forbici, ago e filo, ovatta, ghiaia da giardino
36

Per prima cosa procuratevi questa particolare stoffa (feltro) che è in vendita in molti negozi di casalinghi o nei negozi specializzati in tessuti. Il feltro ha un prezzo molto abbordabile e rappresenta la soluzione migliore per fare un bel cagnolino fermaporta. Prendete poi un pennarello dal tratto fine e disegnate sul feltro la sagoma di un simpatico cagnolino, scegliendo ovviamente la razza che più vi piace. Ogni razza avrà infatti la sua caratteristica sagoma, con la misura delle orecchie, del muso e della coda che potrà variare anche di molto. Ritagliate con delle forbici la sagoma appena disegnata e cucite il tutto, lasciando scucita solamente la parte che parte dal collo e arriva in prossimità della coda, nonchè quella delle zampe.

46

Ora viene il difficile, perché dovrete costruire le zampe in modo che possano rimanere sempre in piedi. Ma niente paura, per far ciò esiste una buona soluzione. Vi basterà infatti ritagliare una parte di tessuto piuttosto alto e cucirlo sulle zampe, in modo da rendere "pesanti" le zampe stesse. Ora sarà necessario "riempire" il cagnolino. Qui potrete usare la sostanza che più vi piace, avendo tuttavia l'accortezza di optare per quella che garantisca al cagnolino di feltro la maggiore solidità possibile. A tal proposito vi consigliamo dell'ovatta da sistemare dentro al cagnolino assieme a dei piccoli sassolini, oppure della semplice ghiaia da giardino.

Continua la lettura
56

Dopo aver imbottito completamente l'interno del cagnolino in feltro, chiudete con le opportune cuciture le parti lasciate aperte in precedenza, aiutandovi se necessario con alcuni spilli. Non vi rimarrà altro che rendere ancora più grazioso il vostro animaletto fermaporta colorando il feltro (per disegnare muso e coda, ad esempio) o apponendo al collo del cagnolino un collare fatto con un filo di lana colorata. Davvero un lavoretto ben fatto che vi sarà di sicuro molto utile e che non consentirà alla vostra porta di chiudersi in modo fastidioso, pericoloso e indesiderato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dopo aver costruito il fermaporta a forma di cagnolino, coloratelo e applicate attorno al collo del cane un filo di lana come simpatico collare

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come fare un fermaporta con il feltro

Quante volte a casa vostra sbattono le porte sia per colpa del vento e sia perché i vostri figli lo fanno apposta quando sono arrabbiati? Crederete che prima o poi la porta si rompa e che sia solo questione di tempo. Effettivamente è così, è per questo...
Cucito

Come realizzare uno gnomo fermaporta in feltro

Le giornate soleggiate mettono sempre tanta allegria e buonumore. Istintivamente, si aprono porte e finestre per lasciare entrare l'aria pura e frizzantina del mattino. Tuttavia, giorni particolarmente ventosi, compromettono la longevità degli infissi...
Cucito

Come fare un fermaporta a forma di pinguino

Quante volte a casa vostra sbattono le porte sia per colpa del vento e sia perché i vostri figli lo fanno apposta quando sono arrabbiati? Crederete che prima o poi la porta si rompa e che sia solo questione di tempo. Effettivamente è così, è per questo...
Cucito

Come fare un fermaporta a forma di casetta

Quante volte a casa vostra sbattono le porte sia per colpa del vento e sia perché i vostri figli lo fanno apposta quando sono arrabbiati? Probabilmente prima o poi si romperanno, ma di sicuro non avrete intenzione di acquistare una nuova porta dato il...
Cucito

Come fare un fermaporta a forma di gnomo

Se siete amanti delle cose fatte a mano, allora questa è la guida che fa per voi. Oggi, infatti scoprirete come fare un fermaporta a forma di gnomo. Questo fermaporta è utile sopratutto per evitare che le porte sbattino per la corrente d'aria che si...
Cucito

Come fare un fermaporta a forma di fungo

Il fermaporta è un oggetto molto comune nelle abitazioni, molto apprezzato per la sua semplicità ed utilità, viene utilizzato sia per la sua principale funzione, sia per dare un tocco di stile all'abitazione nella quale viene utilizzato.Il classico...
Cucito

Come cucire un fermaporta a forma di maiale

Con l'arrivo delle giornate ventose è sempre bene tenere d'occhio la propria casa, in particolar modo perché potrebbe rivelarsi un'idea poco intelligente lasciare entrare troppo vento: pensate a quanta polvere e quanta umidità lascereste all'interno...
Cucito

Come fare un fermaporta a forma di albero di Natale

Il fermaporta è divenuto oramai un oggetto molto utile quando si tratta di proteggere le porte di casa dall'azione dannosa di giochi di corrente e spifferi provenienti dall'esterno. Ecco perché può diventare davvero utile e simpatico realizzare dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.