Come fare un fermaporta a forma di orso

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Se per le porte della vostra casa ovvero quella d'ingresso e le altre che dividono le varie stanze avete bisogno di un fermaporta, potete costruirne uno a forma di orso, usando alcuni materiali di facile reperibilità ed avendo un minimo di dimestichezza nell'utilizzare ago e filo. In riferimento a ciò, ecco una guida con le istruzioni su come fare per ottimizzare il risultato.

25

Occorrente

  • Cartamodello
  • Pannolenci marrone
  • Ago e filo
  • Bottoni
  • Stoffa colorata
  • Ovatta e ghiaia
  • Forbici
  • Spilli da sarta
  • Piombini
35

Disegnare l'orso su un cartamodello

Per iniziare il vostro lavoro che vi consentirà di ottenere un efficiente ed originale orso fermaporta, disegnate su un cartamodello la sagoma dell'animale, e poi subito dopo con delle forbici affilate ritagliatene i contorni fissando la figura (usando degli spilli da sarta) su un pannolenci di colore marrone, ovvero tipico proprio del manto dell'orso.

45

Creare dei sacchetti

Una volta che avete realizzata la sagoma del lato anteriore del vostro orso fermaporta, copiatene un'altra identica in modo da ottenere anche il posteriore. In entrambi i casi mantenetevi con le misure piuttosto larghe dei contorni, tenendo conto che la stoffa in eccesso (circa 3 centimetri), vi servirà per congiungere le due parti tra loro dopo aver inserito l'imbottitura prescelta. Prima di arrivare a questa fase di lavorazione, è però necessario creare dei sacchetti che devono corrispondere a braccia, corpo e testa dell'orso, per cui utilizzate ago e filo per cucire le parti interessate, lasciando aperta su ognuna una feritoia larga almeno due centimetri in modo da potervi poi inserire la suddetta imbottitura. In merito a quest'ultima nel passo successivo, vi indicheremo cosa usare per rendere il fermaporta in grado di resistere ad un peso eccessivo di una porta come quella dell'ingresso, quindi creando un orso abbastanza pesante. Se invece il fermaporta in oggetto vi serve per gli interni dell'abitazione, allora potete usare soltanto materiali leggeri.

Continua la lettura
55

Procedere con l'imbottitura

Se dunque il fermaporta a forma di orso vi serve per tenere ferma la porta d'ingresso (in genere di ferro e legno), allora potete procedere con l'imbottitura. A tale proposito oltre all'ovatta ideale per dare la giusta forma a braccia, testa e corpo dell'orso, vi conviene usare anche della ghiaia proprio in modo da ottenere un peso consistente. Se tuttavia la porta è molto alta e pesante, anche dei piombini sono ideali per massimizzare il risultato, e rendere il fermaporta robusto ed in grado di svolgere la sua funzione specifica. A lavoro ultimato con dei bottoni create occhi e bocca dell'orso, e come finitura aggiungete al corpo dei vestiti cucendo dei ritagli di stoffa colorata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come cucire un fermaporta a forma di casa

Se come hobby preferito avete quello del cucito, potete creare tantissimi oggetti di decoro e nel contempo sfruttarli in svariati modi. Per fare un esempio, se decidete di cucire un fermaporta a forma di casa, allora vi basta leggere le linee guida di...
Altri Hobby

Come fare un fermaporta a forma di gufo con il feltro

Se state arredando casa o semplicemente vi trovate in una fase di ristrutturazione sicuramente sarete alla ricerca di nuovi arredi e complementi di arredo per abbellire e rendere la vostra casa il più possibile accogliente. Ma cosa c'è di meglio che...
Cucito

Come cucire un fermaporta a forma di Babbo Natale

Se per la vostra casa avete bisogno di alcuni fermaporta leggeri o pesanti per le porte interne o per quella d'ingresso, ne potete approfittare e crearne uno a forma di Babbo Natale. Il lavoro non è difficile e richiede soltanto della stoffa, alcuni...
Cucito

Come realizzare uno gnomo fermaporta in feltro

Le giornate soleggiate mettono sempre tanta allegria e buonumore. Istintivamente, si aprono porte e finestre per lasciare entrare l'aria pura e frizzantina del mattino. Tuttavia, giorni particolarmente ventosi, compromettono la longevità degli infissi...
Bricolage

Come realizzare un fermaporta

Quando si decide di arredare una casa è bene sapere che anche gli accessori hanno la loro importanza. In questa guida vi saranno dati degli utili suggerimenti su come realizzare un fermaporta, la cui funzione principale sarà quella di tenere le porte...
Cucito

Come fare un fermaporta con il feltro

Quante volte a casa vostra sbattono le porte sia per colpa del vento e sia perché i vostri figli lo fanno apposta quando sono arrabbiati? Crederete che prima o poi la porta si rompa e che sia solo questione di tempo. Effettivamente è così, è per questo...
Cucito

Come cucire un fermaporta a forma di gallina

I fermaporta sono degli strumenti molto utili in casa per svariati motivi. Prima di tutto perché la proteggono dai vari spifferi e in secondo luogo perché donano un tocco di allegria all'ambiente delle vostre stanze. La loro funzione principale, però,...
Bricolage

Come creare dei fermaporta in legno

In quale appartamento non è mai capitato che le porte sbattono violentemente contro il telaio affisso al muro?! Ecco che vengono in aiuto i frrmaporte. Quando le finestre del nostro appartamento sono aperte, può capitare che si crei una corrente d'aria,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.