Come fare un fiore di rafia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La rafia è una fibra naturale ricavata dall'albero di palma, che può essere tessuta come la paglia, legata come la seta o imballata come la schiuma. Modiste, artigiani e fiorai la utilizzano per la realizzazioni di una varietà di progetti e regali. Le foglie provengono da una palma specifica che inizialmente veniva coltivata solo sull'isola di Madagascar; per ricavare la rafia, le foglie di palma vengono rimosse e poi essiccate. Il suo ampio utilizzo è dovuto al fatto che è morbida, resistente e facile da tingere: è usata per fare cappelli, stuoie, ceste, borse e spago. Spesso, è impiegata anche per progetti esterni, perché non si restringe con l'umidità ed è abbastanza flessibile da tessere. Nella seguente guida vedremo come fare un fiore di rafia.

26

Occorrente

  • filo di rafia, cartone rigido, righello, matita, compasso, forbici, spilli, ago da lana.
36

Innanzitutto munitevi di un pezzo di cartone piuttosto spesso e resistente; quindi, con il compasso oppure aiutandovi con una tazzina o un bicchiere, disegnate un cerchio. Procedete con il lavoro tagliando il cerchio appena disegnato con un paio di forbici ben affilate, poi munitevi di una manciata di spilli per sarti. Ora potete incominciare a creare un accessorio per la preparazione del fiore: prendete un righello e una matita e dividete la sagoma tonda in tanti spicchi di uguale grandezza, partendo dal centro. Infilate quindi uno spillo in cima ad ogni riga.

46

Ora iniziate a realizzare il primo fiore, scegliendo il filo del colore preferito. Sempre osservando attentamente le immagini presenti qui a lato, avvolgete il filo sul piccolo telaio di cartone, facendo passare più volte il filamento tra gli spilli. Adesso fate passare il filo sia intorno ad ogni petalo (in basso) e sia al centro; praticate un minuscolo nodo per fermarlo, poi, infilando un ago da lana con la rafia gialla o del colore da voi preferito, potrete delineare la base della corolla e creare il pistillo del fiore.

Continua la lettura
56

Siete quasi giunti al termine del vostro piccolo capolavoro: togliete tutti gli spilli dal cerchio, ed ecco pronto il vostro primo fiore di rafia. Aiutandovi con uno stuzzicadenti, spingete con delicatezza sul retro della creazione le parti finali dei fili che spuntano, quindi, se volete confezionare altri fiorellini preparandoli magari di diverse misure, rimettetevi all'opera e ritagliate altri cerchi. Potrete utilizzare i fiori di rafia per realizzare un quadretto, decorare un pacchetto-regalo, una tovaglietta di paglia, la copertina di un album e per tutto ciò che la fantasia vi suggerirà.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • mentre realizzate il pistillo, fate attenzione a non far passare l'ago nel cartone!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come fare una ghirlanda di rafia

Con la rafia, versatile fibra abbastanza diffusa ottenuta dalla palma africana che porta lo stesso nome, si possono ottenere diversi articoli. Essa, data la sua tenacia, è infatti adoperata (in alternativa alla juta) soprattutto per ottenere prodotti...
Altri Hobby

Come fare dei sottobicchieri con la rafia

La rafia è una fibra resistente, impiegata solitamente nella moda delle calzature e, per alcuni stilisti esosi, anche nella realizzazione di fantasiosi capi di abbigliamento. Negli ultimi periodi questa fibra, particolarmente trattata e tinta con prodotti...
Altri Hobby

Come realizzare dei sandali in rafia

Impiegata nell’industria dei cordami, la rafia è una fibra tenace utilizzata spesso nella moda delle calzature e per alcuni stilisti esosi anche nella realizzazione di estrosi capi di abbigliamento. Recentemente questa fibra, trattata e tinta con prodotti...
Altri Hobby

Come realizzare un tappetino da esterno con la rafia

Per dare un tocco di colore al nostro ingresso di casa oppure più semplicemente se vogliamo sostituire lo zerbino che ormai è usurato, abbiamo la possibilità di utilizzare un materiale molto versatile e resistente per crearlo. Infatti con la rafia...
Altri Hobby

Come fare delle palle di Natale con la rafia

Il natale si avvicina, ed il pensiero va immediatamente agli addobbi. Ed è grazie ad essi che l'atmosfera si fa più calda e si gode appieno dei magici momenti di queste festività. Non sempre però si ha un grosso budget da dedicare alle palle di natale....
Altri Hobby

Come realizzare un lampadario in rafia

Ogni volta che dobbiamo arredare la nostra abitazione, iniziamo a girare per i vari negozi per ricercare l'elemento di arredo che possa andare bene con il resto dell'arredamento. Tuttavia, molto spesso, dopo aver perso molto tempo per ricercare i vari...
Altri Hobby

Come realizzare un portapenne con filo di rafia

Grazie all'arte del riciclo e del fai da te, associati ad un pizzico di fantasia, tutti quanti siamo in grado di realizzare con le nostre mani oggetti più o meno utili che possono servire per abbellire la nostra casa o per fare un regalo. La creatività...
Altri Hobby

Come fare dei portatovagliolo a forma di fiore

I portatovaglioli sono molto utili a tavola, soprattutto quando a tavola sono presenti diverse persone, anche per distinguere i posti dove esse andranno a sedersi. In commercio ne esistono moltissimi, ma a volte però se ne possono fare di personalizzati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.