Come fare un guanto da forno con la tecnica del patchwork

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Realizzare un guanto da forno con la tecnica del patchwork è un'operazione abbastanza veloce e semplice, un regalo perfetto ad esempio in occasione del Natale. Il guanto da forno oltre a essere un oggetto molto utile all'interno della cucina, è anche bello vederlo esteticamente vederlo appeso.
Anche se non disponiamo di un gancio in cucina, possiamo appenderlo facilmente alla maniglia del forno, o di un pomello. Per poterlo realizzare avrete bisogno di pochi materiali facilmente reperibili da tutti, molti dei quali presenti in quasi ogni casa.
Vediamo quindi come fare un guanto da forno con la tecnica del patchwork.

25

Occorrente

  • Pezzi di stoffa
  • Ago, filo e cotone
  • Nastro biadesivo
  • Cartamodello
  • Cucitrice
35

La prima operazione da fare è ritagliare su un cartoncino la sagoma del guanto. Questa è sicuramente l'operazione più veloce da fare, in quanto non dovrete farlo calzare come se fosse un guanto di latice i lana. Basterà che appoggiate su un cartoncino la mano aperta, tenendo le ditta attaccate tra di loro, e usando una matita tracciare il contorno dell'intera mano. Facendo cosi otterrete un guantone simile a quello usato nel pugilato. Questo è il primo passo, fondamentale, che vi porterà ad ottenere il vostro guanto da forno realizzato con la tecnica del patchwork.

45

Per evitare di realizzare un guantone monocolore, e ottenere un simpatico effetto decorativo, potete usare ogni sorta di tessuto di colore diverso tra di loro, come pezzi di tovaglioli, tele ignifughe, pezzi di stoffa dai vestiti ecc. Usando tutti questi materiali potrete ottenere una sorta di mosaico, ovvero il tema principale dalla quale nasce il nome di patchwork. Se non l'avete fatto di già, ritagliate la sagoma della mano disegnata sul cartoncino, e in seguito cominciate a imbastire i vari pezzi di stoffa tra di loro, cucendoli servendovi di una cucitrice, o anche a mano se si è bravi, ma ricordandovi di cucirlo da un lato.

Continua la lettura
55

Il guanto non va subito cucito del tutto in quanto prima di farlo dovete imbottire il suo interno. Per fare ciò potete utilizzare della spugna sottile da cucire, inserendola in modo omogeneo su ogni lato del guanto, o in alternativa incollare del nastro bioadesivo sul guanto, rivestendo poi il tutto con della tela ignifuga. Ora potete chiudere il alto del guanto che avete lasciato aperto in precedenza. Cucite tutto al rovescio, in modo che una volta finito basterà rigirarlo per far sembrare il guanto realizzato in modo professionale.
Complimenti, avete ottenuto il vostro guanto patchwork, e potete infornare senza temere scottature i vostri dolci e altro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come fare decorazioni di Natale in patchwork

Quando si realizza qualcosa in stoffa, oppure si accorciano dei vestiti, spesso rimangono degli avanzi di tessuto. Un ottimo modo per riutilizzarli, può essere quello di fare decorazioni di Natale in patchwork. Quest'ultima è una tecnica nata dall'esigenza...
Casa

Come dipingere la parete patchwork

Le stanze di casa riflettono spesso il nostro stile e i nostri gusti in fatto di arredamento. Le pareti possono rendere una stanza più luminosa o accogliente se vengono pitturate con determinati colori. Esistono diverse tecniche, più o meno semplici,...
Casa

Come decorare i mobili con la tecnica degli stencil

In questa guida vedrete come decorare i mobili con la tecnica degli stencil. Infatti, dopo aver letto questo articolo non avrete più problemi con l'antiestetica dei vostri mobili. Con la tecnica degli stencil renderete i vostri mobili moderni e artistici....
Casa

Come sostituire la resistenza del forno elettrico

Il forno è molto probabilmente uno degli elettrodomestici più utili della cucina. Ci permette di cuocere i nostri cibi preferiti senza ricorrere alle padelle e alle conseguenti insalubri fritture. In particolare, il forno elettrico è di facilissima...
Casa

Come dipingere una parete con la tecnica del trompe l'oeil

Trompe l'oeil: inganna l'occhio. È questo il significato del nome francese scelto per definire la tecnica artistica di cui ci occuperemo nelle prossime righe. Una tecnica utilizzata sia per i dipinti su carta che su altri materiali. In questo caso ci...
Casa

10 modi alternativi di usare in casa la carta da forno

Avete presente la carta da forno un po' impermeabile che utilizzate solitamente per infornare le vostre specialità? L'utilizzo della carta da forno è essenziale per alcuni motivi: se abbiamo delle teglie un po' rovinate quindi non più aderenti, la...
Casa

Come accendere un forno a legna

Il forno a legno è spesso presente nelle nostre villette in campagna e viene utilizzato per preparare ottime pizze o anche biscotti e pane calde, durante le serate in cui è sempre un piacere ritrovarsi con la propria famiglia, proprio come si faceva...
Casa

Come Evitare Che La Cristallina Si Attacchi Alla Lastra Del Forno

Il forno è un dispositivo che genera calore; esso è utilizzato per scaldare materiali solidi oppure liquidi. Il forno trova applicazione in ambito domestico (per la cottura degli alimenti) ed industriale.Quando si utilizza la cristallina è opportuno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.