Come fare un innesto a marza

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Le piante si riproducono spontaneamente in diversi modi. L'uomo è sempre stato interessato a padroneggiare questi metodi di riproduzione per ottenerne un beneficio economico e quindi oggi sono note molte tecniche che ci permettono di ottenere a partire da un singolo esemplare, molte altre piante. Tra i metodi più noti vi è senza dubbio l'innesto. Si tratta di una pratica agronoma che consiste nell'unione di due piante diverse. Una farà da portainnesto ed è la pianta basale in cui avverrà l'innesto e l'altra farà da nesto, ossia verrà unita all'altra. Esistono diverse tipologie di innesto, nello specifico di seguito parleremo di quello a marza. Quindi se anche voi avete il pollice verde o vi piace dilettarvi nell'arte del giardinaggio, ma non conoscete la tecnica dell'innesto a marza, in questa guida vi spiegheremo, passo dopo passo, come realizzarla.

25

L'innesto è una tecnica diffusa in tutto il mondo per ottenere una nuova pianta a partire da una già esistente. Questo metodo prevede il prelievo di una porzione di pianta (il nesto) sul fusto o sul ramo di un'altra pianta. L'innesto può essere effettuato con una sola gemma (innesto a gemma), con un ramo su cui vi siano delle gemme (innesto a marza) e altri ancora, qui ci focalizzeremo solo su quest'ultimo.

35

Come ho già accennato nel caso dell'innesto a marza, bisogna prelevare un rametto dalla pianta che si vuol riprodurre e poi innestarlo sul fusto di una nuova pianta. Il rametto dovrà presentare delle gemme, cioè non ha segno prendere un rametto su cui non stiano crescendo delle foglie o dei fiori. Questo sarà anche l'indice della buona riuscita dell'innesto, infatti se dopo l'innesto le gemme non fioriranno allora siamo certi che c'è stato un errore durante il trapianto del ramo.
Le fasi principali di questo tipo di innesto sono quattro: la prima è quella relativa al contatto dei due cambi, che dovranno essere attivi e ben saldi tra loro; la seconda è quella che riguarda la cicatrizzazione del punto in cui è avvenuto l'innesto; la terza è quella in cui avviene l'attecchimento vero e proprio dell'innesto ed in ultimo la fase in cui l'innesto da vita ad un passaggio di linfa tra le due parti dell'innesto.

Continua la lettura
45

Per quanto riguarda le tecniche di innesto, come detto in precedenza ne esistono diverse: a spacco inglese, in cui sono previsti dei tagli sia sul ramo, ovviamente, ma anche sul portainnesto; a spacco comune inserendo due o quattro rami sullo stesso fusto. Inoltre una volta applicato il ramo al fusto bisognerà trovare un modo per incollare il ramo al fusto. Potete sia usare dello scotch, ma sarebbe consigliabile andare a comprare dei prodotti specifici nei negozi di giardinaggio. Quindi non vi resta che mettervi all'opera e realizzare il vostro innesto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come avvitare su una superficie di legno

Senza ombra di dubbio, il legno è uno dei materiali più utilizzati per il fai da te, sia in casa che fuori, dal momento che ben si abbina non solo a qualsiasi tipo di arredamento, ma anche a qualsiasi tipologia di necessità ed è facile da lavorare...
Bricolage

Come sostituire la manopola dei termosifoni

Quante volte ci sarà capito di trovare qualcosa di rotto nella nostra abitazione e generalmente, sopratutto se siamo alle prime armi con il mondo del fai da te, preferiamo rivolgerci ad operai specializzati per poter ottenere dei risultati sempre perfetti....
Bricolage

Come costruire una tenda elettrica

Se sul vostro balcone o terrazzo avete montato una vecchia tenda da sole, e vi siete stancati di girare la manovella per aprirla o chiuderla, potete motorizzarla indipendentemente se si tratta di una tipologia con braccetti, a caduta oppure dalla classica...
Bricolage

Come scegliere una stecca da pool

Il biliardo è un bellissimo sport di origini molto antiche, tant'è che il primo tavolo risulta essere stato creato nel 1470. Esistono moltissime regole e moltissimi giochi che si possono realizzare con il tavolo da biliardo, e ad ogni gioco corrispondono...
Bricolage

Come costruire un parcheggio sull'erba con le griglie di intelaiatura

Il problema dei parcheggi insufficienti rappresenta una problematica del nostro paese. Molto spesso, infatti, non si trova il posto per la propria automobile, e a causa di questo motivo, ci si ritrova a dover rinunciare a visitare un'attrazione o a non...
Bricolage

Come realizzare un'asta per raccogliere la frutta dagli alberi

La frutta è un alimento senza dubbio fondamentale all'interno di una dieta sana ed equilibrata, in quanto contiene molte vitamine che non sono presenti altrove, oltre che sali minerali, fibre e antiossidanti. Tutte le persone preferiscono sempre mangiare...
Bricolage

Come unire i fili di rame in modo stabile o volanti

Se in casa intendi fare delle riparazioni sugli impianti elettrici, di fondamentale importanza è il corretto assemblaggio dei fili di rame, in modo da renderli stabili e sicuri, indipendentemente se si tratta di cavi fissi o volanti. In entrambi i...
Bricolage

Come montare il portapacchi sulla bici

Nel caso sentiate la necessità, di montare un portapacchi, sulla vostra bicicletta, per trasportare oggetti, o collocarvi cestini e bauletti, la cosa migliore da fare è recarsi dal vostro rivenditore di fiducia e chiedere direttamente consiglio a chi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.