Come fare un orto aromatico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

L'orto è una varietà di piante che donano all'abitazione, se si trova nei suoi pressi, un'immagine rifinita e pulita. L'orto è un giardino nel quale si possono piantare tipologie di vegetazione diverse: dalle spezie usate per condire i cibi alle piante fresche. C'è anche la possibilità di fare un orto aromatico: da dove iniziare? In questa breve guida illustrerò dettagliatamente come fare un orto aromatico in pochi e semplici passi, perciò suggerisco di continuare a leggere questo breve articolo per scoprire come fare. Attenzione: questa è una guida redatta a solo scopo informativo, pertanto non mi assumo alcuna responsabilità dell'uso che se ne farà.

25

Preparare il terreno e scegliere le piante

Per iniziare a creare un orto bisogna preparare le basi con un terriccio adeguato, considerando che all'interno di esso metteremo della vegetazione per la prima volta, conviene che esso sia "vergine". È fondamentale lasciare uno spazio abbastanza ampio tra una pianta e l'altra poiché, crescendo, possono intrecciarsi tra di loro causandone il deperimento. Il secondo passo da compiere è quello di selezionare tutte le piante che possano, una volta impiantate nel terreno, rilasciare un odore aromatico. Tra questa tipologia di piante possiamo individuare: il rosmarino, il basilico, la menta romana, la salvia, il timo, l'origano, l'erba cipollina il prezzemolo e la lavanda.

35

Raggruppare e disporre le piante

Le varietà citate nel passo precedente producono odori diversi: forti e delicati. Proprio per questo motivo sarebbe bene raggruppare le piantine per ordine e grado di profumo: le spezie che presentano un odore più delicato dovrebbero essere posizionate all'entrata (soprattutto se l'orto risulta coperto), mentre quelle piantine che sprigionano odori forti dovrebbero essere poste in una zona ben distante dalle prime. Bisogna selezionare poi i luoghi dove posizionare le spezie: è vivamente consigliato separare le piante che con il passare del tempo producono troppo volume dalle piante che invece rimangono di dimensioni medie. Piante come il basilico o il prezzemolo dovrebbero essere poste all'inizio dell'orto in una posizione facilmente raggiungibile mentre quelle più ingombranti, come la lavanda, dovrebbero essere posizionate o ai lati o nel fondo dell'orto.

Continua la lettura
45

Preparare il terriccio

Il passo successivo è quello di preparare il terriccio zappandolo con appositi strumenti e facendo sì che vi sia uno spazio sufficiente affinché tutte tutte queste spezie possano entrarvi. Molto importanza è considerare il fatto che al nostro orto aromatico potrebbero avvicinarsi persone molto sensibili agli odori forti; per tale ragione prendere le dovute precauzioni non guasta mai. Dopo aver considerato tutti questi fattori si otterrà un orto aromatico ordinato, pulito e soprattutto profumato!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Progettare L'orto

Lavorare un orto è un'attività certamente gradevole, sia per il corpo che per la mente. L’orto è infatti inoltre una buonissima psicoterapia, specialmente per coloro che amano la terra e un po’ di vita all'aperto. L'esposizione migliore, disponendo...
Giardinaggio

10 mosse per realizzare un orto urbano

Negli ultimi anni, si sente sempre più spesso parlare di orti urbani. Ma cosa sono? L'orto urbano è una grande risorsa collettiva, che avvicina le persone verso un più consapevole utilizzo delle aree urbane verdi. Ll terreno da coltivare può essere...
Giardinaggio

Come realizzare un orto personale

Orto è sinonimo di risparmio e qualità. Il risparmio ottenuto dall'attività agricola sta invogliando sempre più persone a seguirla. I vantaggi dell'orto personale sono molteplici, i più importanti da prendere in considerazione sono: prodotti sani...
Giardinaggio

Come creare un orto rialzato in terrazzo

Se avete il pollice verde ma non un orto, potreste pensare di realizzarne uno direttamente sul terrazzo di casa vostra. Se non avete mai sentito parlare di orto rialzato, questa guida fa al caso vostro. Un orto rialzato è uno spazio che potrete utilizzare...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

5 tipi di orto verticale da poter allestire sul balcone

Quando si parla di orto verticale si intende generalmente una tipologia di orto che non si sviluppa in orizzontale bensì in verticale. Questa modalità del tutto innovativa nasce dall'esigenza di molte persone di voler creare un vero e proprio orto a...
Giardinaggio

5 consigli per l'orto biologico

In questa lista andrete a vedere 5 consigli per l'orto botanico. Questo perché se avete voglia di intraprendere questo percorso il cammino è duro. Dovrete conoscere delle determinate pratiche da attuare sulle piante. Queste serviranno a far crescere...
Giardinaggio

Come preparare l'orto per l'inverno

Avere un orto personale è sempre una gioia e poter curare e coltivare verdure sane e naturali da grandi soddisfazioni. La cura dell'orto, per quanto divertente, è comunque costituita da una serie di passi e regole di cui tenere conto in particolar...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.