Come fare un orto sospeso con un pallet

Tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Negli ultimi anni il pallet, ovvero la pedana in legno comunemente utilizzata per il trasporto delle merci, è stato utilizzato anche per scopi secondari. Il recupero di queste pedane di legno grezzo ha infatti stimolato la fantasia degli appassionati del fai da te e gli utilizzi sono stati davvero i più disparati, dai mobili ai complementi di arredo, soprattutto per giardini, spazi aperti, terrazzi e balconi. Proprio in questa ottica del fai da te, si è sviluppata la moda del giardino verticale, cioè l'utilizzo di uno o più pallet, poggiati o fissati ad una parete, per fare da supporto a piantine da fiori e ad ortaggi. In questa breve guida vi daremo qualche consiglio su come costruire il vostro orto sospeso.

29

Occorrente

  • Pallet
  • Guanti
  • Annaffiatoio con innesto a pioggia
  • sparagraffette
  • graffettatrice a mano
  • rotolo di tessuto o di plastica
39

La scelta del pallet

Il pallet è un prodotto riciclabile e gratuito se viene recuperato e non acquistato. Le misure in commercio sono numerose, ma le più comuni sono da 80 o 100 centimetri sul lato corto per 120 centimetri sul lato lungo.
Una volta scelta la dimensione giusta per il vostro spazio di giardinaggio, sarà importante considerare un fattore molto importante: la provenienza del bancale. La maggior parte dei pallet per uso comune e di trasporto per l'estero, è soggetto alla fumigazione, cioè un trattamento specifico che elimina eventuali parassiti del legno. Questo trattamento può essere fatto in due diverse maniere, attraverso una esposizione prolungata al calore o attraverso l'esposizione ad un pesticida. Il primo tipo di trattamento viene generalmente indicato sul legno con la dicitura HT, mentre il trattamento con il bromuro di metile, il pesticida, viene indicato con BT. Trattandosi di un pesticida, questo secondo tipo di lavorazione richiede che venga prestata massima attenzione e l'invito nel caso di giardino verticale è di utilizzare bancali non fumigati o di tipo HT.
Ovviamente se la pedana è usata, è altrettanto importante cercare di capire l'utilizzo che si è fatto durante la sua vita. C'è una grande differenza per esempio se è stata utilizzata per il trasporto di alimenti, oppure per il trasporto di materiali chimici o tutte quelle sostanze che possano aver contaminato il legno. Se non siete sicuri, visto che lo utilizzerete per un orto, rivolgetevi a qualche azienda locale che potrebbe avere dei pallet danneggiati che però potrebbero fare al vostro caso.

49

L'occorrente

Prima di cominciare, accertatevi di avere tutto l'occorrente per riparare e trasformare il vostro pallet.
Vi servirà una pistola spara grande per la riparazione ed il fissaggio di tasselli e doghe. In alternativa potete usare i chiodi, ma potrebbero crearsi sporgenze, quindi li sconsigliamo. Le graffette hanno infatti un ottima tenuta ed in caso di sporgenza possono essere tagliate o piegate facilmente. Una volta riparata la pedana la dovrete "sigillare" con del telo il plastica o stoffa resistente. In questo caso vi consigliamo di procurarvi per il fissaggio una graffettatrice a mano. Avrete quindi bisogno di acquistare almeno due sacchi di terriccio col quale riempirete il bancale e le varie piantine da mettere. Qualora vi piaccia l'idea di verniciare il bancale, vi dovrete procurare anche un pennello e la vernice per legno. Naturalmente questa è una operazione che andrà effettuata prima di ogni altra cosa. Abbiamo dimenticato ancora due "attrezzi": armatevi di creatività e tanta buona volontà!

Continua la lettura
59

Preparazione del pallet

Per prima cosa va riparato il pallet. Verificate che il bancale sia ok e che tutti i suoi componenti siano integri e fortemente fissati gli uni agli altri. Con l'aiuto della sparagraffe potrete sistemare ogni doga e tassello danneggiato. Una volta fatto questo dovrete assicurarvi che sia tutto liscio e non ci siano schegge fastidiose. Qualora ci fossero queste ultime, potete procurarvi una spugnetta o un foglio di carta vetrata con il quale levigare la parte.
A questo punto potrete iniziare a fissare la plastica (o stoffa) sul bancale in modo di sigillarlo sui 5 lati ad eccezione della facciata. Posizionate il pallet a faccia in giu, cioè col lato posteriore aperto, quello che una volta ultimato tutto il lavoro andrà poggiato al muro, rivolto verso l'alto e con la graffettatrice fisserete il telo alle tavole sigillando a seguire la parte superiore ed inferiore e i due lati lunghi.
Una volta terminata questa operazione, il risultato sarà una sorta di sacca nella quale dovrete riversare successivamente tutto il terriccio.
Inizierete a riversarlo attraverso le doghe orizzontali della facciata, riempendo dapprima la parte inferiore e a mano a mano le altre zone, assicurandovi che la terra sia disposta in maniera compatta.

69

La posa delle piantine

Una volta effettuato il riempimento di terra, potrete finalmente passare alla posa delle piantine o alla loro semina. Le piantine andranno inserite tra le varie fessure della facciata, assicurandovi che siano ad una distanza uniforme tra loro, che tenga presente anche la crescita del frutto/ortaggio e che non vada a privare di sole le piante vicine. Una volta terminato, lascerete il bancale in posizione orizzontale a terra per qualche giorno, in modo che le piantine crescano e le loro radici si ramifichino all'interno del terreno impedendone anche la sua fuoriuscita.
In tal senso, per l'innaffiatura è consigliato utilizzare un annaffiatoio dotato di innesto a pioggia, in modo che l'acqua non sia invasiva e nella sua caduta porti via il terriccio.

79

La scelta delle piantine

Il consiglio è di scegliere piantine, ortaggi e frutti a crescita cespugliosa ed estensione contenuta, in modo di evitare intrecci o che la vegetazione vada ad ostacolare la crescita delle altre piante. Sono quindi sconsigliati in generale i rampicanti come le zucchine ed i pomodori.

89

Una scelta più verde.

Coltivare un orto verticale, come avete appurato da questa breve guida, sarà meno complicato di quanto possa sembrare. Una volta preparato il pallet e fissato a muro, il vostro orto verticale vi richiederà poche cure e vi darà buone soddisfazioni. Avrete Infatti modo di conciliare in maniera molto semplice la vostra voglia di pollice verde, con la vostra esigenza di assaporare qualche ortaggio sano e genuino.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come costruire una compostiera con il pallet

Se disponiamo di un orto o di un giardino avremo sicuramente bisogno di un fertilizzante per far crescere le nostre piante belle rigogliose. Se abbiamo un angolo ombreggiato possiamo metterci una compostiera. In questo modo risparmieremo sul fertilizzante...
Giardinaggio

Come realizzare un piccolo orto bioattivo

Se il vostro desiderio è di coltivare verdure e spezie, oppure ortaggi come zucchine pomodori peperoni e melanzane, ma non avete molto spazio a disposizione, non è il caso di farne una dramma. Oggi infatti le moderne tecniche di coltivazione vi consentono...
Giardinaggio

Come creare una fioriera con il pallet

I pallet sono facilmente reperibili anche a costo zero. Alcune aziende ne hanno talmente tanti che basta chiederli e li cederanno volentieri. Ovviamente è meglio scegliere quelli che hanno subito meno agenti atmosferici e quindi meno rovinati. Altrimenti...
Giardinaggio

5 ragioni per allestire un orto verticale in giardino

Se si ama coltivare le piante ma non si ha un grandissimo spazio la soluzione è rappresentata dai giardini verticali. Questi sono utilissimi per diverse ragioni, in questa guida ne esamineremo alcune in modo da poter spiegare al lettore quali sono in...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

5 tipi di orto verticale da poter allestire sul balcone

Quando si parla di orto verticale si intende generalmente una tipologia di orto che non si sviluppa in orizzontale bensì in verticale. Questa modalità del tutto innovativa nasce dall'esigenza di molte persone di voler creare un vero e proprio orto a...
Giardinaggio

Come fare un orto aromatico

L'orto è una varietà di piante che donano all'abitazione, se si trova nei suoi pressi, un'immagine rifinita e pulita. L'orto è un giardino nel quale si possono piantare tipologie di vegetazione diverse: dalle spezie usate per condire i cibi alle piante...
Giardinaggio

10 consigli per organizzare un orto metropolitano

La vita in città è caotica e spesso pesante, ma se si ha a disposizione un'area sufficiente è possibile sfruttarla al meglio per realizzarvi sopra un orto metropolitano. Si tratta di un ottimo antistress ed una fonte di ortaggi freschi che sicuramente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.