Come fare un pizzo macramè

Tramite: O2O 04/09/2015
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il Macramè è una tecnica che ha origini molto antiche. Mentre il nome Macramè deriva dall'arabo. Questo indica un merletto definito a pizzo. La lavorazione consiste nell'eseguire una serie di nodi legati fra di loro. Naturalmente partendo da una base a nodo e ripetendo la sequenza fino a terminare il tipo di lavoro che si vuole ottenere. I nodi adoperati si distinguono in: semplice, piatto, navetta, alternato e a perla. Ognuno di questi nodi vengono adoperati a secondo la creazione che si intende realizzare. Per fare un pizzo macramè si può adoperare qualsiasi tipo di filato. I più adoperati sono: il cotone, lana e fibre sintetiche. In questo guida vi spiego come fare un pizzo in macramè.

28

Occorrente

  • Supporto rigido
  • Spilli
  • Forbice
  • Ago
  • Cordoncino di cotone
  • Metro
38

La realizzazione del pizzo in macramè va eseguita in relazione al tipo di lavoro che volete fare. Per esempio potete applicare il pizzo nelle vostre tovaglie o asciugamani. Quindi la prima cosa da fare è quello di misurare i bordi e la parte interessata degli stessi. Queste applicazioni risultano un po' difficili da lavorare. Mentre il modo di aggiungerle nel tessuto è abbastanza semplice. A questo proposito prima di iniziare l'operazione è importante procurarsi l'occorrente. Quindi assicurarsi di avere a portata di mano: un supporto rigido, spilli, forbice, ago, metro. Infine per lavorare i cordoncini prendeteli di cotone spesso.

48

Il tipo di macramé che andrete ad eseguire è a nodo semplice. Questo sistema risulta ideale per chi non ha mai eseguito creazioni al macramè. A questo punto iniziate appuntando il primo filo nel supporto con due spilli. Tenendolo ben teso e in modo orizzontale. Piegate in due il cordoncino e infilate l'asola creata al di sotto del filo. Adesso prendete le punte del cordoncino e infilatele dentro l'asola. Tirate le due estremità e mettetela all'interno della stessa. Dopo averlo tirato stringete bene il nodo.

Continua la lettura
58

Proseguite il vostro macramè ripetendo lo stesso procedimento. Quindi appuntate nuovamente il filo alla base sottostante e ricominciare con lo stesso sistema. Concluso il primo cordoncino passate a fare il secondo. Quindi continuate ad eseguire gli altri che serviranno. Finiti tutti i cordoncini cominciate ad intrecciarli fra di loro, creando un tessuto unico. Ottenendo così un pizzo di macramè intero.

68

In questo modo avete fatto un pizzo in macramè che potete cucire dove desiderate. Volendo potete applicarlo nelle vostre fodere, nelle tovaglie o negli asciugamano. Così da creare un effetto particolare e soprattutto un ritorno alle cose antiche, che oggi vanno tanto di moda.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per iniziare questo tipo di lavoro iniziate con la tecnica del cordoncino semplice
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come aggiungere una frangia a un lavoro a macramè

Il macramè è un tipo di pizzo elegante e molto delicato, viene utilizzato soprattutto per la rifinitura di capi importanti come copertine, centrotavola oppure asciugamani da corredo. Realizzare una frangia in macramè richiede delle conoscenze di base...
Cucito

Come lavorare a macramè

Il macramè è una tra le tecniche di ricamo più apprezzate nel mondo. Spesso si assimila erroneamente al pizzo o a un intreccio gradevole di nodi, mentre invece si tratta di un tipo di merletto a nodi, che possiede delle radici molto antiche e profonde....
Cucito

Come creare una farfalla a macramè

Il macrame è una particolare tipologia di pizzo in tessuto che impiega diversi nodi per realizzare degli elementi utili e decorativi. Nel macramè su posdo usare essere diversi fili ed è impiegato anche per la realizzazione dei gioielli. Inoltre, il...
Cucito

Come realizzare un vestito in macramè

Il macramè è tornato da un paio di anni a fare breccia nel cuore della moda. Canottiere, borse e addirittura gioielli fatti con questa tecnica di origine araba, sfilano sulle passerelle e per le strade delle città. Anche diversi manufatti decorativi...
Cucito

Come ricamare una bordura tipo pizzo Sangallo

Il pizzo è una guarnizione delicata e raffinata adatta a una grande varietà di tessuti. Le bordure in pizzo, infatti, si trovano sui più bei capi del corredino da neonato, sui vestitini delle bambine, sull'abito della Comunione, sulla biancheria raffinata,...
Cucito

Come aggiungere il pizzo a dei pantaloncini corti

Una delle decorazioni che risultano avere un grande apprezzamento sono quelle in pizzo. Infatti, ultimamente hanno ripreso campo nella moda. In moltissime collezioni spuntano capi di abbigliamento sia di taglio classico che sportivo. Questi vengono impreziositi...
Cucito

Come attaccare il pizzo chiacchierino al tessuto

Il pizzo chiacchierino può essere una raffinata e delicata decorazione per ogni articolo in tessuto e per ogni tipologia di stoffa. Un bordo in pizzo chiacchierino, ad esempio, può rendere speciale un semplice asciugamano per gli ospiti da esporre in...
Cucito

Come attaccare pizzo chiacchierino alla stoffa

Il pizzo chiacchierino è una lavorazione davvero molto particolare e antica, e soprattutto molto amata durante il periodo Vittoriano. Tornato in voga in tempi decisamente più recenti, il pizzo chiacchierino è una lavorazione morbida e "rotonda". Perfetto...