Come Fare Un Porta Biberon Di Stoffa Ricamato

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se hai un bambino molto piccolo ed intendi preservare a lungo il suo biberon e tenerlo in caldo per molte ore, puoi realizzare con il fai da te una custodia nel contempo elegante, magari di stoffa ricamato. A tale proposito ecco una guida in cui trovi alcuni utili consigli su come fare questo particolare porta biberon.

26

Occorrente

  • Stoffa di cotone bianca
  • Matassine da ricamo colorate
  • Merletto
  • Elastico
  • Stoffa damascata o di raso
36

Prendi una stoffa di cotone, del colore che preferisci, e piegalo in due ricordandoti di cucire a macchina i due bordi laterali lasciando libero e aperto il bordo superiore. Per quanto riguarda la scelta dei colori, in genere si usa il celeste per il maschio e il rosa per la femmina, tuttavia, se il corredino sarà realizzato quando non si conosce ancora il sesso del nascituro, ti consiglio di usare il bianco che è un colore neutro e nel contempo ti consente di toglierti subito dall'imbarazzo della scelta. Ritaglia poi sulla stoffa un pezzo, prendendo prima le misure (lunghezza, larghezza e grandezza) del biberon.

46

Se hai una dote particolare in campo artistico, puoi personalizzare il pezzo di stoffa disegnandovi al centro la figura o una forma sfiziosa, magari il volto di un cartone animato o un'immagine appena abbozzata (un animale, una bambola) o ciò che più preferisci. Dopo aver disegnato la sagoma della figura, ricama la stoffa seguendo la linea tracciata a matita e utilizzando il filo del colore che preferisci, e non appena avrai finito, ricordati, con l'ausilio della macchina da cucire, di chiudere il ricamo e di fare la cucitura anche in basso in modo che il ricamo non si sfili. Magari, abbellisci poi i bordini con la cucitura con dei particolari merletti, magari in raso, che doneranno un tocco di raffinatezza al tuo elemento da corredo. Fai passare all'interno del merletto un po' di filo elasticizzato, quel tanto che basta per arricciarlo, ed infine, piega il bordino superiore in modo da creare uno sportellino di apertura e chiusura. In alternativa aggiungi sulla parte anteriore del porta biberon un altro pezzo di stoffa da ricamare in modo che fuoriesca e ti permetta così di realizzare un'apertura e una chiusura.

Continua la lettura
56

Per quanto riguarda invece la stoffa il consiglio ulteriore è di riciclare quella molto pregiata come ad esempio la damascata che magari ti è avanzata dopo aver foderato divani e poltrone, oppure usando della vecchie federe di raso che non utilizzi più per il tuo letto. In tutti i casi si tratta di impreziosire il tuo porta biberon oppure quello di un'amica prossima al lieto evento e a cui intendi regalarlo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come fare un porta gioielli di stoffa

Se avete intenzione di fare un porta gioielli funzionale e nel contempo ricco di decorazioni, potete utilizzare della stoffa. Si tratta di un lavoro semplice che se ben eseguito risulta anche bello e magari ideale da regalare a qualche vostra amica. Come...
Cucito

Come realizzare un porta agenda in stoffa

Il porta agenda è un accessorio molto glamour e utile per custodire e salvaguardare agende e diari, evitando che la copertina possa gualcirsi o sporcarsi. Inoltre, se composto da più scomparti, quest'accessorio permette di tenere a portata di mano le...
Cucito

Come realizzare un porta tutto multitasche di stoffa

Con il passare del tempo, gli oggetti e gli utensili dentro casa aumentano sempre di più e si accumulano, e noi arriviamo al punto di non avere più spazio dove metterli. Chi di noi non possiede un cassetto o un armadio dove infiliamo di tutto e di più...
Cucito

Come Realizzare Un Cuscino Ricamato E Bordato Con Pizzo Sangallo

Il cuscino ricamato, è lavorato in tela bianca, al centro è ricamato, ed è bordato con due giri di pizzo Sangallo bianco. Per realizzare questo romantico cuscino da sogno, dovremo preparare tutto il materiale indicato nei passi successivi. In questa...
Cucito

Come Incorniciare Un Tessuto Ricamato

Durante la nostra vita può capitare di dover fare i conti con un rinnovamento dell' ambiente domestico o di alcune decorazioni artistiche che possono donare alla casa una nuova luce e una nuova vivacità. In alcuni casi è possibile fare tesoro delle...
Cucito

Come realizzare un cuscino ricamato

Il ricamo è un'arte che va sempre più scomparendo, in quanto sono ormai poche le ricamatrici che per passione o per lavoro continuano a svolgere questo mestiere. Tuttavia l'eleganza, la raffinatezza e l'originalità dei capi ricamati è sempre più...
Cucito

Confezionare un grazioso cuscino ricamato

Un cuscino ben ricamato è un elemento d'arredamento molto importante. Infatti sui divani e sedie, i cuscini fanno un effetto molto elegante. L'importante è che questi siano in tinta con l'arredamento. Nei negozi è possibile acquistare centinaia di...
Cucito

Come realizzare un sacchettino per confetti con il nome ricamato

Se abbiamo bisogno di una bomboniera per battesimo, prima comunione o per altre evenienze in commercio ne troveremo sicuramente per tutti i gusti. Se vogliamo invece realizzarne una con le nostre stesse mani sicuramente sarà più apprezzata e risparmieremo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.