Come fare un portamonete con la lana

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

A chi non è mai capitato, in casa propria, di scoprire di possedere dei vecchi maglioni di lana scoloriti oppure passati di moda? Immagino più o meno a chiunque. Ovviamente, buttare gli indumenti non è mai una buona cosa da fare, poiché è sempre meglio metterli da parte per persone bisognose che potrebbero farne ancora uso. Quando, però, si tratta di alcuni capi di abbigliamento troppo strappati o usurati per essere regalati, possiamo ancora sfruttarli in qualche modo, prendendo le parti ancora "buone" e trasformandole in accessori utili. A tal proposito, in questa guida, dunque, vedremo insieme come sfruttare questi abiti usurati. Nel nostro specifico caso, vedremo come fare un grazioso portamonete con la lana. Inoltre, se ci avanzerà del tessuto, potremo realizzarne qualcuno in più da regalare alle nostre amiche più care: sarà sicuramente un regalo a loro gradito.

26

Occorrente

  • Vecchio maglione di lana
  • Pezzo di stoffa in cotone
  • Filo in tinta
  • Ago da cucito
  • Cerniera
36

Tagliare la maglia

Anzitutto, il primo passo da compiere consiste nel tagliare la nostra maglia, ottenendo una forma rettangolare con una lunghezza di venticinque centimetri ed una larghezza di quindici centimetri. Per non far sfilacciare i bordi della sagoma tagliata, maneggiamola con molta delicatezza. Una volta fatto ciò, dal pezzo di tela in cotone, ritagliamo un altro rettangolo che abbia le misure di venti centimetri per dieci (quindi più piccola rispetto alla precedente), dopodiché cuciamola con il filo normale sulla forma di lana (nella parte del "rovescio") con piccoli punti dati a mano, cercando di non farli passare dall'altro lato (quello "dritto"): in questo modo, formeremo l'interno del portamonete.

46

Applicare la cerniera

Successivamente, sui due bordi superiori sui quali cuciremo la zip, facciamo passare sia l'ago che il filo, in maniera tale da non far sfilacciare la lana con cui stiamo realizzando un portamonete. Eccoci giunti alle fasi finali del nostro lavoro. Non appena avremo terminato di rifinire i due lati del nostro portamonete fatto con la lana, iniziamo a cucire su di essi la cerniera precedentemente acquistata. Per questa operazione (viste le piccole dimensioni da trattare) sarebbe preferibile utilizzare la macchina da cucire ma, in alternativa, potremo tranquillamente aggiungerla a mano, con punti piccoli e ben saldi.

Continua la lettura
56

Personalizzare il portamonete

Inoltre, se ci piace l'idea, potremo anche applicare su uno o su entrambi i lati del nostro portamonete, delle perline, dei fiorellini in lenci oppure delle targhette decorate: sarà la nostra fantasia a suggerirci delle idee originali. Oltre a ciò, se vorremo regalarne qualcuno, potremo cucire da una parte le lettere relative alle iniziali del nome e cognome, acquistabili in merceria: faremo senza dubbio un figurone!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Teniamo presente che le dimensioni indicate potranno ovviamente essere modificate a nostro piacimento.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un portamonete con un palloncino

I portamonete sono ormai oggetti non molto usati in questi ultimi tempi, eppure ci sono ancora persone che desiderano averne uno, soprattutto i bambini. Perché non realizzarne uno partendo da un semplice palloncino?È un buon modo per passare del tempo...
Bricolage

Come costruire un portamonete con un cartone di succo di frutta

L'arte del fai da te è piuttosto stimolante e divertente, consente infatti con una buona dose di fantasia e ingegno di ottenere stupendi oggetti di design o utili a qualsiasi cosa, riutilizzando materiale di riciclo oppure oggetti che altrimenti andrebbero...
Bricolage

Come realizzare un portamonete con un tubo di cartone

Ormai la moda del fai-da-te è l'ultima frontiera del design; tutti al giorno d'oggi si cimentano nel creare oggetti utilizzando materiali quotidiani, cheè possibile trovare facilmente in tutte le case. L'idea di realizzare questi oggi ha portato sempre...
Bricolage

Come Creare Un Portamonete In Feltro Con Coccinella

In questa guida è illustrato il procedimento per realizzare un simpatico portamonete in feltro con coccinella decorativa in modo molto semplice e creativo. Con questi consigli riuscirete a confezionare un utile e morbido portamonetine di lana, che vi...
Bricolage

Come Realizzare Un Portamonete Marocchino: Origami

Conoscete l'arte degli origami? È quel sistema che attraverso la piegatura della carta in un'infinita varietà di modi permette di realizzare modelli originali e particolari. Più diventerete esperti e maggiori saranno le creazioni complicate che potrete...
Bricolage

10 modi per realizzare un salvadanaio per bambini

Il salvadanaio è un ottimo modo per imparare al vostro bambino come mettere da parte le monete. Ma è anche, e soprattutto, un modo semplice e divertente per realizzarlo insieme a lui.Basteranno pochissimi passaggi, molta fantasia e un po' di abilità...
Bricolage

Come realizzare un portaspiccioli di cuoio

I portaspiccioli di cuoio sono ingannevolmente semplici da realizzare se siete in possesso del materiale giusto e delle abilità di cucito basilari. Potete realizzarne uno in cuoio se avete un ago e siete in grado di cucire a mano. Tutto ciò che vi occorre...
Cucito

Come riutilizzare i reggiseni usurati

Il reggiseno rappresenta un indumento che le donne utilizzano molto frequentemente ma che, come tutti i capi di abbigliamento intimo, va soggetto ad usura dopo qualche tempo di utilizzo. Cosa fare allora? Gettare il reggiseno oppure pensare a qualcosa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.