Come fare un pupazzo di neve con la tecnica del quilling

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nell'immaginario comune, il pupazzo di neve, in tutte le sue forme e colori, è un elemento immancabile delle festività natalizie. Oltre a quelli che possiamo trovare all'esterno, in giro o di fronte alle case quando nevica, è possibile realizzare dei pupazzi di neve decorativi e molto carini per rallegrare l'ambiente e ricreare l'atmosfera natalizia. In questa guida, ad esempio, vedremo come fare un pupazzo di neve con la tecnica del quilling. Questo particolare metodo di lavoro, consiste nel creare delle forme tridimensionali utilizzando la carta, che viene arrotolata con l'aiuto di un particolare strumento chiamato curling coach.

27

Occorrente

  • cartoncini colorati A4 (filigrana quilling), Curling coach, forbici, colla vinilica
37

Testa

Per realizzare il vostro pupazzo di neve con la tecnica quilling è necessario innanzitutto procurarsi del cartoncino bianco, non troppo spesso, di lunghezza pari a 29 cm circa. Aiutandovi con delle forbici, ritagliate 10 striscioline della larghezza di 3mm e per tutta la lunghezza del foglio. Dividete le strisce in due gruppi da cinque e iniziate ad incollare il primo gruppo unendole una di seguito all'altra con la colla vinilica. Fate lo stesso con l'altro gruppo. Ricordatevi sempre di fissare le estremità quando finite di arrotolare. Unendo le due parti tra loro avremo ottenuto la nostra testa.

47

Naso

Per la realizzazione del naso del nostro pupazzo, ci serve un pezzo di cartoncino di colore arancione. Allo stesso modo di prima, arrotoliamo la striscia ricavata cercando di mantenere una forma un po' più slanciata di come è stato fatto nel passo precedente per la testa. Ora che il nostro naso è pronto non resta che unirlo alla testa.

Continua la lettura
57

Corpo

Il procedimento da eseguire per la realizzazione del corpo è assolutamente uguale a quella utilizzata per la creazione della testa. Ciò che cambia è il numero di strisce da ritagliare e assemblare, perché in questo caso ne servono 16 da dividere in gruppi da 8 per far sì che il corpo risulti più grande della testa. Unite le due metà ed ecco il corpo del vostro pupazzo.

67

Dettagli

Ora che le parti principali del vostro pupazzo di neve sono state completate potete dedicarvi ai dettagli. La tecnica del quilling può essere utilizzata per realizzare pure i dettagli. Infatti, cambiando colori e dimensioni dei nostri rotolini, potete creare un cappellino o una sciarpa colorata. Potete realizzare gli occhi con dei rotolini di cartoncino nero o dei piccoli bottoni. Incollate tutti gli accessori alla testa o al corpo con la colla vinilica e il vostro pupazzo di neve in tecnica squilling è completato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare il pupazzo di neve Olaf

Frozen è senza dubbio uno dei film d'animazione più amati dai bambini e, tra tutti i personaggi, quello che spicca per simpatia ed allegria è Olaf. Questo piccolo pupazzo di neve vorrebbe vivere in un grande prato verde ed ha fatto divertire i più...
Altri Hobby

Come fare un presepe con la tecnica del quilling

Se in occasione del Natale intendete realizzare un presepe davvero particolare e nel contempo originale, potete adottare la tecnica del quilling. Si tratta infatti di un metodo che con l'utilizzo di apposite forme ed alcuni strumenti, vi consente di ottenere...
Altri Hobby

Come realizzare dei gioielli con la tecnica del quilling

Da un po' di anni a questa parte è in gran voga la moda ecologica. Materiali poveri e di riciclo imperano non solo nel mondo dell'abbigliamento, ma anche del bijou. Uno dei materiali utilizzati per creare eco-gioielli è la carta, lavorata con una tecnica...
Altri Hobby

Come decorare con la tecnica del quilling

Come vedremo nel corso di questa guida dedicata al fai da te, la c. D tecnica del quilling è una pratica molto antica, usata persino nel periodo rinascimentale per addobbare testi sacri e preziosi, consistente nell'uso di carta colorata da attorcigliare...
Altri Hobby

Come fare un pupazzo di neve con i tappi di sughero

Natale si avvicina e in tanti già staranno preparando i consueti addobbi e decorazioni. Oltre questi, il periodo natalizio è perfetto per fare dei lavoretti, magari insieme ai bambini. Sono tanti i lavoretti di Natale da fare in casa e fra questi spiccano...
Altri Hobby

Come realizzare un pupazzo di neve con i bicchieri di plastica

Con fantasia e creatività si possono utilizzare materiali semplici e poco costosi per dare vita a simpatici capolavori, da realizzare in compagnia dei propri bambini. Così facendo si insegnerà loro che spesso è possibile divertirsi con allegria...
Altri Hobby

Come realizzare un quadro con tecnica quilling

Il quilling è una tecnica semplice da eseguire ma di grande effetto. Diffusosi in Europa in epoca vittoriana, divenne un singolare passatempo molto in voga tra le signore dell'alta nobiltà, che lo consideravano addirittura al pari dell'arte del ricamo....
Altri Hobby

Quilling: tutti gli strumenti necessari

Il quilling rappresenta una tecnica del fai da te con la carta ed il cartoncino davvero sorprendente. Grazie alla creativa e divertentissima tecnica del quilling è possibile realizzare a mano molte decorazioni deliziose con le quali abbellire gli ambienti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.