Come fare un simpatico portafortuna in pannolenci

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Con questo tutorial si vuole dare un aiuto ai lettori su come fare un simpatico portafortuna in pannolenci. Il tutto viene eseguito con il metodo fai da te e con il cucito. Per riuscire in questa operazione occorre tanta voglia di fare e manualità. Qualche volta si può prendere spunto dai simpatici animaletti che si trovano nei negozi. La loro realizzazione è abbastanza facile; gli animaletti si possono attaccare al proprio portachiavi oppure regalare agli amici per fare ammirare la propria creazione.

27

Occorrente

  • un ritaglio di pannolenci di colore verde scuro
  • Forbici
  • 1 pezzo di cartoncino
  • 1 penna nera
  • 1 ago e del filo nero
  • un ritaglio di pannolenci bianco
  • 2 corallini neri
  • un pò di spugnetta per riempire il serpente
  • un nastrino di 6/8 cm
37

La prima cosa da fare è quella di disegnare un piccolo serpente sorridente su un cartoncino. In alternativa si può adoperare una scatola vuota di merendine; l'importante è l'utilizzo di un cartoncino abbastanza rigido. Dopo aver fatto il disegno della misura che si desidera bisogna ritagliare in modo preciso il contorno. Così facendo si è ottenuto una sagoma che serve per passare la forma del serpente sul pannolenci verde.

47

Successivamente si deve mettere il pannolenci su un tavolo e piegarlo a metà per ottenere due sagome uguali. A questo punto si deve sistemare la sagoma di cartoncino che è stata ritagliata in precedenza e si passa il contorno con la penna. Durante questa operazione bisogna tenere la sagoma ben ferma; inoltre, si deve passare più volte con la penna per far vedere bene il segno. In seguito bisogna ritagliare i due strati di pannolenci, facendo attenzione a non spostare i due strati di tessuto.

Continua la lettura
57

Adesso bisogna sovrapporre le due sagome ed inserire in mezzo alla testa il pezzo di nastrino piegato in due. Poi, bisogna fermare con dei punti ripetuti il nastrino e si inizia a cucire le due parti con il punto festone, seguendo il contorno. Quando si arriva alla fine della testa si deve ricamare il sorriso con il filo nero. Poi, si torna indietro e si continua con il punto festone seguendo il contorno. Non bisogna tirare molto il filo per non far arricciare il panno; prima di arrivare alla fine si deve imbottire il pupazzo con la spugnetta e si finisce di cucire. Infine, si deve chiudere il tutto con l'ultimo punto.

67

In seguito si devono ritagliare due ovali con il pannolenci bianco; essi servono per gli occhi che bisogna posizionare sul viso del serpente. È consigliabile metterli un po' storti in modo da rendere l'animale più simpatico. Con il filo bianco bisogna fissare i due occhi seguendo il contorno; si deve sempre utilizzare il punto festone. Dopo aver eseguito questa operazione bisogna fissare i due corallini neri al posto delle pupille. In questo modo il serpente sembra sorridente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come fare il punto festone per rifinire i lavori in pannolenci

In occasione di feste e ricorrenze, i più creativi potranno dilettarsi nella realizzazione di graziose decorazioni in pannolenci per impreziosire e ravvivare gli ambienti domestici. Gli appassionati del fai da te che adoperano tale tessuto, piuttosto...
Cucito

Come fare un arcobaleno in pannolenci

Il feltro, chiamato anche pannolenci, è un tipo di tessuto che si ottiene attraverso un processo di lavorazione e infeltrimento della lana. Tuttavia, permette di realizzare oggetti molto belli per l'arredamento di casa e, anche accessori per l'abbigliamento...
Cucito

Come fare delle spille in pannolenci

Come tutte le donne da casa sanno benissimo, il pannolenci è una particolare stoffa prodotta sfruttando l’infeltrimento delle fibre di lana cardata. Questa stoffa non viene tessuta, e per questo motivo non si sfilaccia e non si disfa. Queste due caratteristiche...
Cucito

Come cucire il pannolenci

Il pannolenci è un panno ottenuto dall'infeltrimento delle fibre di lana, di pecora o di capra mohair. Si presenta morbido, compatto e viene utilizzato per riscaldare, nonostante sia leggero e sottile. Non essendo un tessuto, dato che è una stoffa senza...
Cucito

Come fare una bambola di pannolenci

Da sempre, le bambole rappresentano il giocattolo più amato dalle bambine. La tecnologia moderna le ha animate e ne ha create di tutti i tipi: adesso, infatti, sanno parlare, cantare e camminare, anche se il fascino di quelle realizzate con i ritagli...
Cucito

Come realizzare un astuccio con il pannolenci

I bambini sono soliti portare a scuola moltissimi oggetti come matite colorate, pennarelli e altri attrezzi utili a sviluppare il loro estro creativo. Li astucci sono utili sacchetti dove poter riporre tutti questi oggetti in maniera ordinata. In commercio...
Cucito

Come creare un banner in pannolenci

Ci sarà capitato di voler realizzare alcuni particolari oggetti o decori con le nostre mani, ma di non sapere come fare per riuscire a realizzarli. In questi casi, preferiamo recarci in appositi negozi per acquistare gli stessi oggetti già realizzati,...
Cucito

Come realizzare un simpatico grembiule da cucina

Per fare le pulizie in casa di solito le casalinghe indossano dei grembiuli per salvaguardare i loro vestiti. Se proprio per questo motivo stai pensando di realizzare un simpatico e originale grembiule da cucina per fare un gradito regalo a una persona...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.