Come Fare Un Tavolino Da Caffé In Cartone

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Non sempre abbiamo le possibilità economiche per arredare la propria abitazione a nostro piacimento, e molto spesso per ovviare a questo tipo di problema è necessario ricorrere all'arte del "fai da te", riciclando oggetti e materiali che andrebbero inevitabilmente gettati via. In questa semplice ed esauriente guida cercheremo di illustrarvi come è possibile realizzare un tavolino da caffé utilizzando del semplice cartone, senza eccessiva fatica e nel modo più semplice possibile.

27

Occorrente

  • vari pezzi di cartone da imballaggio
  • colla vinilica (quella liquida bianca)
  • taglierino
  • squadra e righello per aiutarti nel tagliare dritto
37

Per prima cosa è necessario iniziare il tutto realizzando le gambe del tavolo. Occorre ritagliare del cartone in 8 sezioni aventi lunghezza a propria discrezione, considerando che determinerà l'altezza del tavolino. La larghezza di queste sezioni, invece, deve essere pari a 150 cm. In seguito si deve segnare, su ognuna gamba del futuro tavolo, i seguenti 4 punti: 40-40-35-35 cm (totale pari a 150 cm). Mediante l'ausilio di un righello, si dovrà piegare ciascuna sezione proprio nella zona in cui sono stati segnati i 4 punti. Successivamente, è necessario arrotolarlo a realizzare una specie di triangolo equilatero avente 2 lati che si sovrappongono tra di loro. A questo punto, il prossimo procedimento consiste nell'incollare insieme i 2 lati sovrapposti, in modo tale da ottenere un tubo triangolare abbastanza preciso e resistente. Per realizzare dei supporti stabili, ciascuna gamba deve essere costituita da doppie sezioni triangolari. In definitiva si dovrebbero andare a realizzare delle sezioni quadrate. Per fare tutto questo si devono attaccare insieme 2 gambe, applicando dell'abbondante colla alle facce aventi spessore doppio.

47

Ora possiamo procedere alla superficie d'appoggio. In questo caso è richiesto un pezzo di cartone abbastanza grande e piatto, per realizzare la superficie del tavolino. È necessario metterlo in terra, appoggiando al pavimento il lato di cui si vorrà utilizzare come faccia "bella". Occorre ricordarsi di fare avanzare del cartone lungo tutti e 4 i bordi, ossia circa cinque centimetri, dal momento che potrà essere ripiegato per rifinire la superficie d'appoggio. In seguito si devono misurare i lati della superficie scelta, e con dell'altro cartone è necessario realizzare 4 sezioni triangolari, come già è stato eseguito in precedenza. In questo caso, però, le gambe dovrebbero essere lunghe 10 cm in meno rispetto alle dimensioni della superficie che andrà a costituire la struttura di supporto del ripiano d'appoggio.

Continua la lettura
57

Una volta completato il passo precedente, si può passare alla fase successiva, la quale corrisponde all'assemblaggio. Di seguito si dovranno posizionare le 4 sezioni triangolari appena realizzate all'interno del cartone-superficie, a formare un quadrato, Quindi, mediante l'utilizzo di un po' di colla, è necessario assemblarli alle loro estremità. A questo punto occorre lasciare asciugare accuratamente il tutto, e soltanto allora si possono inserire le gambe nei 4 angoli interni, procedendo ad incastro ed incollando, tanto alla struttura portante come al ripiano d'appoggio. Successivamente sarà possibile procedere con le finiture della superficie, sempre lavorando sul pavimento. Mediante l'ausilio di un righello, si dovrà doppiare un bordo di circa 5 cm. Su ciascun lato è buona regola piegarlo verso l'alto, tenendo presente che si sarà la parte inferiore del tavolino, ed all'interno fino a raggiungere la struttura d'appoggio del ripiano. A questo punto, mediante un po' di colla, occorre assemblare la cornice alla struttura, lasciando asciugare accuratamente il tutto. Prima di ribaltarlo, è fondamentale accertarsi che la colla sia ben secca e che il tavolino sia assolutamente stabile. Questo tavolino può anche essere abbellito con la tecnica del découpage, o semplicemente con una simpatica tovaglietta.

67

Per concludere questa guida, vi ricordiamo che ciascun tavolino realizzato con l'arte del fai da te è assolutamente personalizzabile, e che le misure sopra indicate possono essere modificate a proprio piacimento ed a seconda delle dimensioni dell'oggetto che si desidera ottenere. Le misure fornite nei precedenti passi, ovviamente, possono anche variare semplicemente in base ai cartoni di scarto che si hanno a propria disposizione per realizzarlo. È fondamentale, in ogni caso, armarsi di tanta buona pazienza e forza di volontà. Non ci rimane altro da fare che augurarvi buon lavoro e buon divertimento.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • usate della colla vinilica di buona qualità per ottenere un risultato migliore

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un tavolino per il soggiorno con i pallet

Ecco pronta una bellissima ed interessante guida, molto utile, nei confronti di tutti i nostri lettori, che sono amanti non solo del classico ed in intramontabile metodo del fai da te, ma anche del famoso riciclo creativo. Proprio così, tenteremo questa...
Bricolage

Come realizzare un tavolino usando una finestra

I punti di appoggio sono sempre troppo pochi in casa o nel giardino, quindi un tavolino può rivelarsi utile. Negli ultimi tempi però c'è la moda di arredare le case non solo con oggetti di riciclo ma secondo un preciso stile chiamato "shabby chic",...
Bricolage

Come decorare un tavolino con il decoupage

Se in casa avete un tavolino che ormai è vecchio, se è sbiadito, o anche semplicemente non vi piace più il suo colore, potreste provare a rinnovarlo personalizzandolo secondo i vostri gusti. Stiamo parlando del decoupage, una tecnica che con l'utilizzo...
Bricolage

Come realizzare un tavolino di cartoncino

Tanti sono i materiali che quotidianamente cestiniamo, trascurando il fatto che la maggior parte di essi possono essere riutilizzati. È infatti possibile trasformare tali materiali, per realizzare oggetti che potrebbero tornarci utili. Nella seguente...
Bricolage

Come costruire un tavolino con libri

La passione per i libri è una cosa molto positiva: aiuta a crescere, a passare momenti piacevoli, ad evadere, a sviluppare fantasia e creatività. Chi è appassionato di lettura sicuramente ha scaffali pieni di libri, stipati come meglio può. È possibile...
Bricolage

Come rinnovare un tavolino con le piastrelle

Le piastrelle, che siano esse di ceramica o di cemento, sono in grado di creare una nuova superficie vibrante su tavoli e tavolini, se correttamente installate. Questo tipo di piastrelle sono disponibili in una vasta gamma di colori, forme, dimensioni...
Bricolage

Come realizzare un tavolino con piano alzabile

La realizzazione di un tavolino con piano alzabile è un progetto di falegnameria abbastanza semplice, più di quanto vi possiate immaginare. Il piano alzabile permette di portare il tavolino ad un'altezza ottimale per facilitare tutta una serie di normali...
Bricolage

Come realizzare un tavolino da esterno

In questa guida vedremo come realizzare un tavolino da esterno. La procedura non è semplice, quindi segui con attenzione tutti i passi. Il risultato sarà eccezionale. Il tavolino starà benissimo sotto un gazebo oppure all'interno di una veranda. Completa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.