Come fare una cuccia per il cane con vecchi maglioni

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se decidiamo di realizzare alcuni manufatti davvero originali e degni di nota, possiamo riciclare degli oggetti di qualsiasi natura. In questa guida nello specifico vediamo come fare una cuccia per il cane con dei vecchi maglioni, e con l'utilizzo di altri materiali di facile reperibilità e di alcuni attrezzi da cucito come spilli, ago e filo.

27

Occorrente

  • Un vecchio maglione
  • Palline di polistirolo
  • Ago e filo
  • Spilli o mollette dei panni
  • Colla a caldo
  • Tessuti colorati
37

Posizionare il maglione su un ripiano di un tavolo

Per iniziare il nostro lavoro, prendiamo il maglione e lo posizioniamo sul ripiano di un tavolo con le maniche ben allargate. Fatto ciò, prendiamo ago e filo e cuciamo tutta la parte che corrisponde al collo, in modo che la zona diventi completamente sigillata e a prova di fuoriuscita dell'imbottitura che successivamente ci appresteremo ad inserire. La stessa operazione di cucitura la facciamo invece con la manica di destra (dall'altezza delle ascelle), e passando con una linea retta per la parte centrale del maglione corrispondente al petto e chiudendola poi anche sull'ascella di sinistra.

47

Imbottire parzialmente il maglione

A questo punto prendiamo una tanica di 5 litri di acqua o di vino e la tagliamo a metà, sfruttando la restante parte (collo compreso) come una sorta di imbuto. In quest'ultimo inseriamo delle palline di polistirolo usando il palmo della mano come tappo. Una volta fatto ciò, ne versiamo un buon quantitativo nella manica di destra e in quella di sinistra, dopodiché blocchiamo i polsini con degli spilli da sarta oppure semplicemente con delle mollette dei panni. Il passaggio successivo prevede la medesima operazione sulla restante parte di cui il maglione si compone, per cui dal lato corrispondente alla vita inseriamo con la stessa tanica a forma di imbuto altre palline di polistirolo, e poi con delle mollette dei panni blocchiamo la parte.

Continua la lettura
57

Procedere con le finiture

A questo punto non ci resta che riempire il maglione con le restanti palline di polistirolo, fino ad arrivare all'imbottitura che ci eravamo prefissati di ottenere. L'aggiunta va fatta quindi nelle maniche e nella parte centrale, dopodiché procediamo con la cucitura definitiva impedendo al polistirolo di fuoriuscire. Adesso ripiegandole a forma di semicerchio ed adagiandole sulla parte centrale del maglione, provvediamo a cucirle tra loro tramite i polsini. La cuccia per il cane ha ormai assunto la sua caratteristica forma, per cui non ci resta che procedere con le finiture magari eliminando delle grinze, e poi con della colla a caldo fissiamo dei tessuti colorati come guarnitura specie all'altezza dell'unione tra i due polsini.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

5 modi per riutilizzare i tuoi vecchi maglioni

Se nel tuo guardaroba hai dei vecchi maglioni di lana che non indossi più da tempo, perché magari presentano dei difetti evidenti, invece di buttarli, li puoi riutilizzare con una certa creatività per realizzare alcuni utili oggetti per la casa o per...
Cucito

Come realizzare un maglioncino al cane

Durante l'inverno, non siamo i soli a soffrire il freddo e ad aver bisogno di un cappotto o un maglione. Anche i nostri cani, soprattutto se di piccola taglia e a pelo corto, non riescono a difendersi dalle basse temperature. A tal proposito, potremmo...
Cucito

10 trucchi per recuperare vecchi abiti

Quando apriamo l'armadio, magari per un cambio stagionale, ci rendiamo conto di avere vecchi abiti in disuso. Con il tempo molti capi diventano obsoleti oppure non vestono più come prima. Gettarli via sarebbe un peccato, specialmente se sono ancora nuovi....
Cucito

Come riutilizzare i calzini vecchi

Ai nostri giorni il riciclare vecchi oggetti sembra un'abitudine del tutto desueta, il consumismi ci spinge sempre a buttare quello che non utilizziamo più e a comprare nuovi oggetti. Riuscire a riutilizzare degli oggetti di uso quotidiano è invece...
Cucito

Come realizzare una gonna con vecchi jeans

Sarà sicuramente capitato a tutti di avere un indumento nell'armadio da voler gettare via perché troppo usurato oppure perché non rispecchia più i nostri gusti. La prima cosa quindi che ci viene in mente guardando un vestito che non ci piace più...
Cucito

Come fare un cuscino con dei vecchi jeans

Siete in sovrabbondanza di jeans vecchi e stretti che non utilizzate più? Avete trovato un qualsiasi paio di pantaloni dimenticati nell'armadio e non avete proprio idea di cosa farci? In questo caso, potreste decidere di arredare la vostra casa, donando...
Cucito

Come realizzare delle ciabattine da bagno con vecchi asciuamani

La creatività permette di realizzare numerosi oggetti da altri che ormai non vengono più usati per il loro scopo originario. Se avete dei vecchi asciuamani stipati all'interno di un armadio, non per forza dovete lasciarli così senza utilizzarli ad...
Cucito

Come riciclare i vecchi cappotti

Negli ultimi anni tutti trovano utile riciclare indumenti. Un po' per la crisi ma sopratutto per il desiderio di ridare vita a capi del passato. Non solo abiti, scarpe e borse, ma anche i vecchi cappotti possono ritornare come nuovi. Oppure, un'altra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.