Come fare una lampada riciclando bottiglie usate

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La lampada è uno strumento utilizzato al solo scopo dell'Illuminazione. Da un punto di vista più tecnico, le lampade sono sorgenti di radiazione incoerente, a differenza dei laser che sono invece sorgenti di radiazione coerente. Fin dall'antichità l'uomo ha inventato sistemi per procurarsi la luce. I greci e romani usarono lampade ad olio di origine vegetale, soprattutto olio di oliva. Altri popoli nel medio oriente utilizzavano il petrolio che affiorava spontaneamente in superficie in alcune zone. Questi oggetti erano costituiti da contenitori in terracotta, bronzo, ottone o altro materiale in cui era contenuto l'olio: in un beccuccio laterale era inserito uno stoppino su cui bruciava il combustibile attirato per capillarità. Rispetto alle candele la luce prodotta è più intensa. Oggi invece si parla per lo più di riciclo, utilizzando materiali ed utensili che si pensa di dover buttare quando in realtà possono ottenere nuova vita. Prendendo un porta lampada di cui la parte superiore si è rovinata (facciamo ad esempio quelli di una volta in tessuto o in vetro che col tempo si deteriorano) eliminare questa parte e ridare nuova vita mediante qualche piccolo accorgimento. Infatti è possibile realizzare una copertura utilizzando le bottiglie di plastica: l'effetto di luci che se ne ricava è davvero eccezionale. Vediamo quindi nella guida come fare una lampada riciclando bottiglie usate.

27

Occorrente

  • Spillatrice
  • Taglierino
  • Base abat-jour
  • 30 bottiglie di plastica
37

Come prima cosa bisogna procurarsi una bottiglia di plastica, magari scegliendola del colore che si preferisce. Con l'aiuto di un taglierino procedere a tagliare la base all'altezza di due - tre centimetri, cercando di svolgere un lavoro ben accurato. Per eventuali presenze di escrescenze, munirsi di un pietra ben calda (anche tenuta su un fornello) che, mediante la trasmittanza del calore, scioglie delicatamente le parti più spigolose.

47

Per comporre la lampada occorrono almeno trenta fondi di bottiglia, quindi procedere con le altre come descritto precedentemente. L'operazione di assemblaggio è piuttosto semplice: trattandosi di plastica la colla potrebbe non aderire bene o addirittura sciogliersi a causa del calore della luce, quindi in questo caso basterà utilizzare una semplice spillatrice. Procedere a spillare i fondi uno accanto all'altro, cercando di renderli curvi, così da ottenere una sorta di sfera.

Continua la lettura
57

A questo punto l'unica apertura rimanente è quella che servirà ad inserire la lampadina con il porta lampada: quindi pulirlo adeguatamente, agganciare una lampadina nuova, e disporre la sfera appena realizzata incastrandola all'interno del foro. A questo punto la lampada è pronta per essere utilizzata.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' meglio adoperare le bottiglie di colore blu perché più resistenti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare una lampada riciclando le audiocassette

I lettori di audiocassette, così come le audiocassette stesse, oggi non sono più in produzione. I possessori possono comunque ascoltare la musica in esse memorizzata trasferendola sui Compact Disc (CD) oppure sui più moderni lettori MP3 o MP4. Una...
Bricolage

Come creare una lampada riciclando un imbuto

Se siamo amanti del riciclo, tra i tanti oggetti che abbiamo in casa, possiamo creare dei simpatici ed eleganti complementi d'arredo. Infatti, utilizziamo un imbuto di plastica o di metallo (il rame è l'ideale), per realizzare una lampada da appoggio...
Bricolage

Come realizzare una lampada riciclando bottiglie usate

Realizzare una lampada non è una cosa molto complicata. Occorrerà scegliere un oggetto che possa funzionare come base per il portalampada, acquistare quest'ultimo nei negozi appositi per ottenere delle lampade da tavola molto originali. L'originalità...
Altri Hobby

Come fare una lampada riciclando il tetrapack

Il tetrapack è un materiale per alimenti che conosciamo da molti anni. È sicuro e robusto. Inizialmente si usava esclusivamente per il latte. Con il tempo divenne il contenitore ideale per succhi di frutta, salse e cibi semi liquidi. I cosiddetti "brick"...
Altri Hobby

Come fare una lampada riciclando cartone ondulato

Se in casa abbiamo del cartone ondulato avanzato da imballaggi di oggetti acquistati, possiamo riciclarlo per realizzare una lampada elegante e funzionale. Il lavoro richiede un minimo di pratica nell'arte decorativa, e alcuni attrezzi di facile reperibilità....
Bricolage

Come Trasformare Una Clementina In Una Lampada

La lampada è uno strumento utilizzato al solo scopo dell'Illuminazione. Da un punto di vista più tecnico, le lampade sono sorgenti di radiazione incoerente, a differenza dei laser che sono invece sorgenti di radiazione perlopiù coerenti. Fin dall'antichità...
Cucito

Come Realizzare Un Pizzo Per Abellire Una Lampada

La lampada è uno strumento utilizzato al solo scopo dell'Illuminazione. Da un punto di vista più tecnico, le lampade sono sorgenti di radiazione incoerente, a differenza dei laser che sono invece sorgenti di radiazione perlopiù coerente. Fin dall'antichità...
Bricolage

5 lampade fai da te di carta

La passione per l’arte e per il riutilizzo di oggetti che ormai hanno esaurito la loro funzione, porta spesso a creare delle piccole opere di design, che consentono di personalizzare e dare un tocco di originalità alla propria casa, inserendoli nella...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.