Come fare una lampada shoji

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se siete alla ricerca di uno stile minimalista per arredare, in maniera del tutto originale, la vostra casa, questa è sicuramente la guida che farà al caso vostro. Nei passi a seguire, infatti, vi illustrerò come creare una lampada ispirata ai pannelli Shoji giapponesi. Siete pronti? Cominciamo con la guida!

26

Occorrente

  • 4 fogli di carta formato A4
  • Colla per legno
  • Taglierino
  • 8 coppie di bastoncini cinesi
  • 2 lampadine CFL a risparmio energetico
  • Seghetto a mano
  • Pinze e cesello
  • Compensato
  • Morsetto
  • Trapano
36

Per prima cosa, applicate un leggero strato di colla lungo un lato di quattro bastoncini ed incollateli alla carta a mo' di cornice, allineando il bordo esterno del bastoncino al bordo esterno del foglio. Una volta fatto ciò, poggiatevi sopra qualche oggetto pesante e lasciate asciugare completamente. Per assemblare i quattro pannelli, incollate le cornici fra di loro lateralmente, applicando la colla lungo il bordo interno della carta, in modo da formare un cubo. Con il seghetto, incidete la lampadina attraverso una delle pieghe della base a vite, senza eccedere, per non intaccare le parti interne. Una volta realizzata l'apertura, continuate a tagliare, facendo girare la lampadina fra le mani fino ad aprire la vite.

46

Successivamente, con delle pinze, rompete il vetro interno per estrarre il filo (si tratta dell'isolante). Adesso, sempre con le pinze, eliminate tutti i residui metallici e, con un piccolo cesello o bulino, incidete una tacca nella base di plastica per inserirvi i cavi. Come supporti delle lampadine, abbiamo optato per del bambù, ma potrete utilizzare qualsiasi altro materiale, purché abbia le dimensioni e la forma adatti a contenere le lampadine. Sempre con il seghetto, ritagliate dalla canna di bambù quattro sezioni circolari e dividete ciascuna in due, alla metà per lunghezza. La base della lampada sarà di compensato, che dovrà avere le stesse dimensioni del cubo.

Continua la lettura
56

In seguito, versate una generosa quantità di colla al centro della base in compensato e fissate quattro pezzetti di bambù per ogni lampadina: dovete creare una sorta di contenitore portalampadina ecologico. Collegate, ora, i fili al cavo principale, preferibilmente in parallelo, utilizzando una morsettiera; poi incollate la morsettiera alla base in modo che il cavo di alimentazione non tiri troppo sulle giunture. Una volta terminato il collegamento ed isolato perfettamente il tutto, accendete la luce appena costruita. Arrivati a questo punto, non vi resta altro da fare che applicare un'ultima piccola striscia di colla per legno lungo tutto il perimetro esterno della base, per poi appoggiarvi sopra il coprilampada e lasciar asciugare. Buon lavoro!

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come riparare una lampada alogena

Sono diversi i motivi per i quali una lampada alogena può smettere di funzionare, generalmente il più comune è costituito dalla bruciatura della lampada stessa. In questo caso, osservando la lampada ad occhio nudo, i fili appariranno anneriti. Molte...
Bricolage

Come realizzare Una Lampada Con Compensato

Una lampada è senza dubbio uno degli elementi di arredo di un appartamento più utili ed indispensabili ed, al contempo, più decorativi per abbellire una stanza grazie al suo aspetto estetico ed alla sua luce. Scegliere la lampada giusta può rivelarsi,...
Bricolage

Come personalizzare una lampada

La lampada è un accessorio che oltre ad illuminare le stanze riesce a creare un'atmosfera magica all'interno della propria casa. Se ad esempio si ha una vecchia lampada in soffitta o in cantina invece di comprarne una nuova si può decidere di personalizzare...
Bricolage

Come riparare una lampada da tavolo

La tua lampada da tavolo preferita si è rotta? Stai pensando di buttarla nell'immondizia? Non farlo assolutamente! Tutto si può riparare, lampade comprese. Che sia un vecchio modello, ereditato dalla nonna, o una lampada moderna di design, in questa...
Bricolage

Come realizzare una lampada con carta crespa e una griglia metallica

Creare una lampada fai-da-te può essere molto più semplice di quanto possa sembrare. Si può creare con tanti materiali e stili diversi, per ogni gusto e fantasia, ricordando che anche i materiali di riciclaggio possono essere perfetti per questo tipo...
Bricolage

Come realizzare una lampada a partire da una bottiglietta di vetro

Se avete intenzione di realizzare una meravigliosa lampada utilizzando le vostre mani, allora questa guida è ciò che fa al caso vostro. Nei successivi passaggi, infatti, vi illustrerò come realizzare una lampada a partire da una bottiglietta di vetro....
Bricolage

Come si utilizza la lampada di sale

La lampada di sale costituisce un oggetto di arredamento senz'altro di gran moda negli ultimi tempi. Essa infatti non solo è molto bella esteticamente e conferisce all'ambiente un aspetto estremamente sofisticato, ma è anche completamente naturale....
Bricolage

Come rimodernare una lampada

Se siete in possesso di una lampada che non è più di vostro gradimento, anziché buttarla, la si può restaurare e rimodernare rendendola sicuramente più attuale e più adatta all'ambiente nel quale andrete a metterla, sia essa di legno o di ferro,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.