Come fare una maschera africana da un cartone di latte

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Anche se il Carnevale è ormai passato, non mancano le occasioni per potersi mascherare e vestire nel modo che più si preferisce. Ma le maschere non sono solo un modo per apparire diversi, rappresentano dei veri e propri simboli delle diverse culture, soprattutto quelle africane che ancora oggi vengono molto usate dai popoli indigeni. La maschera, nelle diverse culture, ha dei significati specifici, ogni maschera ha uno significato spirituale La forma di una maschera africana è in generale riconducibile al volto di un uomo, o al muso di un particolare animale. La struttura principale delle maschere africane è solitamente realizzata in legno, in pelle, o in tessuto, ma noi in questo progetto la realizzeremo con un cartone di latte. Se vuoi imparare anche tu come fare una maschera africana, segui quanto scritto. Daremo utili consigli che ti servirano per costruirne una in pochissimo tempo. Mettiamoci quindi all'opera.

26

Occorrente

  • cartone di latte
  • pennello
  • tempera nera
  • colla vinilica
  • matita bianca e un righello
  • forbici
  • cartoncino chiaro
  • una busta di caffè vuota
  • volantini pubblicitari
  • colla a caldo
36

Per realizzare la nostra maschera Africana abbiamo bisogno di un cartone di latte vuoto e ben lavato. Con un pennello ed un colore a tempera nero mischiato con della colla vinilica. Dipingiamo l’esterno della scatola. Questa miscela faciliterà la stesura del colore sulla superficie di plastica del cartone di latte. La colla vinilica farà d’aggrappante al colore e lo proteggerà, lasciamo asciugare la pittura da 3 a 4 ore. Con una matita bianca e un righello tracciamo una cornice di un centimetro, nel cartone già dipinto: servirà come guida per ritagliare un rettangolo che servirà per creare il volto della maschera, ritagliando da esso la sagoma del volto e poi con le forbici arrotonderemo gli spigoli del rettangolo cercando di dargli la parvenza di un volto umano.

46

Successivamente ritagliamo da un cartoncino di colore chiaro per fare contrasto con il fondo: la forma degli occhi, sopracciglia, denti, naso e tutto quello che possa creare delle decorazioni particolarmente interessanti per arricchire la nostra maschera (righe sul volto, perline, colori ecc.). Per realizzare i capelli, baffi e barba utilizzeremo una busta di caffè (che presenta un interno metallizzato e un esterno colorato a secondo della marca); ritaglieremo delle strisce a forma di piuma (come rappresentazione dello spirito di un uccello) che poi incolleremo con la colla a caldo intorno alla sagoma del volto. Approfittando della dualità dei colori delle piume (fronte – retro), cercheremo di attaccarle in forma alternata (metallico, colorato, metallico…) intorno al capo.

Continua la lettura
56

Tra le piume, attaccheremo delle cannule di carta per dare bell'effetto raggiante. Per la costruzione delle cannule utilizzeremo la carta dei volantini pubblicitari; ritaglieremo delle strisce di cm 15 X20. Finite le decorazioni sulla sagoma, riprendiamo la nostra scatola rimasta in attesa e con la colla a caldo ricopriamo il retro della sagoma completata e l’attacchiamo alla scatola. In questo modo siamo arrivati alla fine del nostro lavoro ottenendo una maschera africana da un cartone di latte. E a quanto pare avere una maschera africana appesa in casa dicono porti fortuna.
Costruire una maschera africana con il cartone è piuttosto semplice e veloce da fare, bastera' infatti seguire le istruzioni di questa guida per fare tutto nel più breve tempo possibile. Potrete quindi indossarla per la vostra prossima festa in maschera. Vi auguro quindi buon lavoro e buon divertimento.
Alla prossima.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Colora la bocca di colore rosso acceso

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Riconoscere La Kedrostis Africana

La Kedrostis africana è una pianta grassa che appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee, ed è originaria dei paesi caldi, in particolare dell'Africa. Il suo nome le fu dato nel lontano 1881 da Alfred Célestin Cogniaux. Al genere Kedrosis appartengono...
Giardinaggio

Come coltivare una spirale di bambù

Occuparsi di una pianta non sempre è una cosa semplice, specie per chi non possiede il cosidetto "pollice verde". Nonostante ciò alcuni di voi vorranno cimentarsi comunque in questo genere di hobby, dunque non vi resterà che scegliere la pianta che...
Giardinaggio

Come coltivare la stephanotis

Le piante sono, al giorno d'oggi, diventate un vero e proprio componente d'arredamento. In particolar modo risulta davvero raro trovare un'abitazione in cui non ve ne sia almeno una. La scelta, naturalmente, varia in tutto e per tutto a seconda dei gusti...
Giardinaggio

Come coltivare le calle

La calla detta anche "giglio del Nilo" o " donna in camicia", trae la sua denominazione dal greco "kalos", ossia "bello": infatti si tratta davvero di un bellissimo fiore di grandi dimensioni, ornamentale e decorativo. Pur essendo di origine africana...
Giardinaggio

10 piante che depurano gli ambienti

Le piante sono fondamentali per la vita del pianeta, per tutti gli esseri viventi che lo abitano. È importante che nelle città ci siano degli ampi spazi di verde, e che anche in casa vi siano delle piante: ovviamente esse vi procurano l'ossigeno, assorbendo...
Giardinaggio

I migliori addobbi floreali per un matrimonio a febbraio

Se in occasione di un matrimonio, abbiamo intenzione di allestire gli ambienti in cui si intrattengono gli invitati sfruttando i fiori tipici del mese di febbraio, è importante sapere che anche in questo periodo dell'anno, è possibile attingere da tante...
Giardinaggio

Come realizzare un terrarium

Un terrarium, chiamato anche "bottle-garden", è un contenitore in materiale trasparente che consente alla luce di filtrare indisturbata e, grazie alla sua forma (in genere chiusa o quasi), di trattenere al suo interno l'umidità essenziale alla sopravvivenza...
Giardinaggio

Come Coltivare La Zantedeschia Aethiopica

Forse non tutti sanno che la pianta conosciuta con il nome di Calla è in realtà la Zantedeschia, chiamata così in onore del botanico Francesco Zantedeschi. Si tratta di una pianta perenne, della Famiglia delle Araceae, con fioritura in primavera-estate....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.